© istock/ Phaelnogueira
© istock/ Phaelnogueira

Un viaggio culturale nella città di San Paolo e nei suoi meravigliosi musei

4 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Scopri nuovi modi di interagire con l'arte e scopri di più sulle creazioni brasiliane!

MASP : l'arte moderna da una prospettiva diversa

"MASP", l'abbreviazione di "Museu de Arte de São Paulo", che significa São Paulo Museum of Art, è stato il primo museo d'arte moderna in America Latina. Il museo è stato fondato nel 1947, ma solo nel 1968 è stato trasferito all'attuale indirizzo "Avenida Paulista", il cuore della metropoli. L'edificio moderno, realizzato in vetro e cemento, è stato progettato da Lina Bo Bardi, che intendeva dare un senso di spazio fluttuante. La costruzione sospesa sostenuta da due massicce travi di cemento armato crea un impatto. Oltre a provocare una sensazione di luce, fornisce anche un'ampia area al piano terra, progettata per essere un luogo per attività polivalenti. Questo immenso spazio libero, come viene chiamato, è davvero un luogo di ritrovo e di eventi sociali. Ogni domenica dalle 20.00 alle 17.00, proprio in questo luogo si svolge il famoso mercato dell'antiquariato. È uno dei più famosi mercati di strada della città.

Apprezzare l'edificio del museo che è diventato un "capolavoro dell'architettura del XX secolo" è già un piacevole intrattenimento. Tuttavia, l'interno crea un'impressione sorprendente: tutte le opere d'arte sono presentate in vetrine trasparenti appese al centro della galleria. La sensazione di galleggiamento dall'esterno è visibile anche all'interno. La collezione d'arte sospesa in cornici trasparenti, dà al pubblico la libertà di circolare e di osservarli da ogni angolo, anche all'indietro. Un'altra particolarità è l'assenza di una direzione consigliata, per cui il visitatore può scegliere il proprio percorso all'interno del museo. Queste caratteristiche aumentano l'impegno tra l'opera d'arte e il suo osservatore. Si tratta, infatti, di un modo diverso di interagire.

Oltre alla collezione permanente, MASP promuove un ampio programma di mostre, workshop e altre attività didattiche che abbracciano la missione del museo "promuovere criticamente e creativamente, attraverso le arti visive, il dialogo tra passato e presente, culture e territori".

Controlla l'agenda del museo prima di partire e goditi le esperienze trasformative che propone.

© istock/ Luciano_Marques
© istock/ Luciano_Marques
© istock/ Phaelnogueira
© istock/ Phaelnogueira

Pina Estação, un'enfasi sull'arte brasiliana

Per avere una più profonda interazione con l'arte brasiliana, vi consiglio di visitare la "Pinacoteca de São Paulo", situata nel centro della città. Inizialmente costruito per essere una scuola d'arte chiamata "Liceu de Artes e Ofícios", l'edificio che ospita il museo è un altro punto di riferimento. Storicamente parlando, è stato il primo museo d'arte della città, e sottolinea la produzione brasiliana dal XIX secolo ai giorni nostri.

L'ampia ristrutturazione avvenuta alla fine degli anni '90 ha accentuato la sua magnifica architettura. Ammiro personalmente l'originale facciata in mattoni a vista che, unita al progetto illuminotecnico aggiunto durante la ristrutturazione, ha trasformato l'edificio in uno spettacolo maestoso.

Nel 2004 il museo ha incorporato un altro edificio che un tempo era un magazzino e uffici della locale azienda ferroviaria "Sorocabana. Per questo motivo, il museo ha cambiato nome in "Estação Pinacoteca", ma si chiama calorosamente Pina Estação. Il nuovo progetto ha abbracciato una parte delle mostre temporanee del museo. Un'altra emozionante caratteristica del museo è "Il Memoriale della Resistenza di San Paolo". Questa istituzione è stata creata per conservare la memoria della resistenza e delle pressioni politiche che si sono verificate in Brasile, durante la dittatura militare tra il 1964 e il 1985.

Oltre alla sua collezione permanente, Pina Estação offre molte mostre interessanti. Sono sicuro che vi farà una piacevole visita.

© istock/ Alfribeiro
© istock/ Alfribeiro
© istock/ diegograndi
© istock/ diegograndi

MIS: il museo preferito di San Paolo.

"MIS", abbreviazione di "Múseo da Imagem e do Som" (Museo dell'Immagine e del Suono, in inglese) è uno dei musei più popolari della metropoli. Fondata nel 1970, MIS ha una collezione permanente di 200.000 articoli che includono fotografie, film, video e poster. Nonostante le mostre nazionali e internazionali offerte dal MIS, ciò che la rende la preferenza dei locali, è la grande varietà di programmi culturali che attirano ogni tipo di pubblico. Le attività includono cinema, danza, musica, video e fotografia. Ad esempio, "Cinematographo" è un programma che proietta film muti con una band dal vivo. Non ti sembra affascinante? Tra i numerosi progetti sviluppati dal museo, l'"Etéreo MIS" è un'altra iniziativa dedicata al sostegno della musica nazionale indipendente. Per il pubblico più giovane c'è una maratona per bambini che propone attività gratuite per i più piccoli e le loro famiglie. Questi e molti altri progetti educativi offerti dal museo ne fanno il centro culturale più attivo della città.

Prima di pianificare la vostra visita vi suggerisco di controllare il sito web del museo per vedere il programma attuale. Ci sono sempre un sacco di cose straordinarie in corso. Si garantisce di avere cose affascinanti da vedere o da ascoltare, mentre si visita il MIS. Goditelo!

© Commons. Wikimedia/ no author
© Commons. Wikimedia/ no author

Lo scrittore

Luciane Oliveira

Luciane Oliveira

Mi chiamo Luciane, vengo dal Brasile e ho vissuto in Messico e Svizzera. Amo viaggiare, sono appassionato di cibo, spiagge e gite in bicicletta. Sono orgogliosa di condividere storie sul mio meraviglioso paese.

Altre storie di viaggio