©Istock/diegograndi
©Istock/diegograndi

Un percorso museale a Santiago del Cile

4 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Santiago del Cile è la capitale del paese, e come tale, ha tutto quello che si può pensare! Attività infinite, cibo delizioso (per tutti i gusti) e molte altre cose! In questo articolo voglio darvi una panoramica dei musei della città! In qualità di appassionato di musei, spero di motivarvi a visitarne alcuni quando sarete in Cile!

Museo cileno di arte precolombiana

Il Museo cileno d'arte precolombiana è un must per chi si trova a Santiago. Ha una delle collezioni d'arte precolombiana più complete al mondo, e tutto è iniziato con una collezione di famiglia. Sergio Larraín, architetto locale, possedeva una vasta collezione di oggetti precolombiani rilevanti per la storia del Cile. Avendo questo in mente, ha iniziato a cercare un sostegno per donare la sua collezione in modo da conservarla, esporla e renderla più grande. Infine, questa idea è stata realizzata con l'impegno congiunto del Comune di Santiago e della Fondazione della Famiglia Larraín-Echeñique (nominata in onore della famiglia dei Larrain, per cui sarebbe chiaro che i suoi eredi hanno donato gli oggetti e non solo lui stesso). L'idea alla base del museo è quella di prendersi cura, studiare i manufatti precolombiani e, naturalmente, avvicinare questa parte della storia alle persone.

La prima cosa che vi consiglio di notare è la bellissima architettura del museo! Un tempo era il Palazzo della Dogana Reale di Santiago, quindi è una costruzione storica con un tocco di modernità all'interno. Una volta entrati, cercate la mostra permanente del museo, che consiste di circa 5000 pezzi, organizzati per geografia o per argomento. Non vi dirò molto di più, così potrete scoprirlo da soli se venite! Un'altra cosa interessante del museo è che ospita anche mostre temporanee e presentazioni su temi rilevanti. Controlla il loro programma sul loro sito web per vedere cosa sta succedendo!

©Flickr/72821066@N04
©Flickr/72821066@N04
Pre-Columbian Museum, Santiago
Pre-Columbian Museum, Santiago
Bandera 361, Santiago, Región Metropolitana, Chile

Museo delle Arti Visive o MAVI

Prima di tutto, l'acronimo MAVI sta per il suo nome in spagnolo: "Museo de Artes Visuales". Il museo si trova nella piazza Mulato Gil de Castro nel quartiere di Lastarria. Il quartiere è ben noto come centro gastronomico ed è uno dei punti caldi più popolari della città. Il museo è sempre stato un centro culturale di Santiago e oggi è famoso per la sua "atmosfera bohémien". Il MAVI ha aperto al pubblico nel 2001, ed è stato innovativo! Il museo è stato un pioniere nell'esporre una collezione privata di arte contemporanea nel paese. Ogni anno il comitato curatoriale sceglie proposte di mostre di artisti cileni, il che è fantastico perché il museo non smette mai di sorprendere. Uno dei pezzi forti del museo è il murale "La Debutante" realizzato dall'artista, poeta e architetto cileno: Roberto Matta. Inoltre, non dimenticate di dare un'occhiata alla loro mostra permanente, "Wenu Pelon", di Francisco Huichaqueo. È una mostra di oggetti Mapuche pieni di istinto spirituale; con essi l'artista ci invita a "percepire la realtà con un istinto spirituale prima della ragione".

©Wikimedia/Rodrigo Fernández
©Wikimedia/Rodrigo Fernández
Museum of Visual Arts (MAVI), Santiago
Museum of Visual Arts (MAVI), Santiago
José Victorino Lastarria 307, Santiago, Región Metropolitana, Chile

Museo di Belle Arti di Santiago

Il primo museo di Belle Arti dell'America Latina! È stato fondato nel 1880 e l'attuale edificio in cui si trova il museo è stato progettato da Emile Jéquier e dichiarato monumento storico nel 1976! Quindi il luogo stesso è un pezzo di bella architettura. Questo museo è più che altro un museo tradizionale, poiché espone oltre 3000 opere d'arte provenienti da diversi luoghi e periodi! Assicuratevi di visitare la sala delle sculture, dove troverete un'ampia collezione di arte cilena. Meravigliatevi con le collezioni di dipinti e magari visitate la biblioteca. Come molti altri musei, offre mostre temporanee, laboratori e anche alcune classi. Visita il loro sito web per vedere cosa succede mentre sei a Santiago.

©Flickr/carlosreusser
©Flickr/carlosreusser
National Museum of Fine Arts
National Museum of Fine Arts
José Miguel de La Barra 650, Santiago, Región Metropolitana, Chile

Museo della memoria e dei diritti umani

Questo museo è molto diverso dagli altri; il suo scopo è quello di commemorare i cileni vittime delle violazioni dei diritti umani durante la dittatura di Augusto Pinochet. Lo scopo di questo museo è quello di rendere omaggio a coloro che sono morti o scomparsi. E' anche lì per ricordare alla gente che quelle situazioni terrificanti sono accadute in modo che la storia non si ripeta. Passeggiare in questo museo è un'esperienza commovente, poiché serve come tour fotografico attraverso uno degli anni più bui del paese. Una caratteristica interessante del museo è il modo in cui utilizza molte risorse audiovisive per mostrare ciò che è accaduto: dal bombardamento de La Moneda al plebiscito del 1988; tutto è mostrato con video, registrazioni, fotografie e persino lettere, tra le altre cose.

©Wikimedia/Ciberprofe
©Wikimedia/Ciberprofe
Museum of Memory and Human Rights, Santiago
Museum of Memory and Human Rights, Santiago
Matucana 501, Santiago, Región Metropolitana, Chile

Visitare un museo è una grande attività per entrare in contatto con la cultura di un luogo. Quelli presentati qui non sono gli unici che Santiago ha da offrire, ma credo che siano quelli che potrebbero darvi una migliore comprensione dell'identità cilena e della storia del Paese. Lasciatevi ispirare, visitate un museo e imparate a conoscere il Cile!


Lo scrittore

Francisca Pizarro

Francisca Pizarro

Ciao, sono Francisca. Dal nord del Cile e dal sud del mondo, ossessionato dai paesaggi naturali e dai musei, ti porterò attraverso il Cile come se fossi un locale, sperando che ti innamori di questo paese quanto lo sono io.

Altre storie di viaggio