© iStock/Kbarzycki
© iStock/Kbarzycki

Una strada tortuosa che collega Salisburgo al Tirolo

4 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Seguendo una tortuosa strada alpina Gerlos (25 km) dal lago Durlaßboden, dalle più grandi cascate austriache alla valle delle marmotte e ad un potente ghiacciaio, si possono ammirare molti paesaggi mozzafiato di Salisburgo e del Tirolo. Ma, facciamo un passo alla volta per non perdere qualcosa.

1° stadio: Una bellezza creata dall'uomo - Lago Durlaßboden

Iniziamo il nostro viaggio al Seestüberl, un piccolo ristorante situato presso il lago artificiale Durlaßboden, direttamente accanto alla grande diga di terra, che ha fermato l'acqua dai potenti ruscelli di montagna e ha creato questo magnifico lago. Questa bellezza artificiale si trova a 1.400 metri sopra il livello del mare ed è relativamente fredda a causa del fatto che l'acqua scende dalle montagne. Tuttavia, nei mesi estivi, l'acqua si riscalda fino ai comodi 21°C, e il lago diventa una destinazione popolare per il nuoto, gli sport acquatici e le immersioni subacquee. Il lago Durlaßboden è la più alta scuola di vela e surf dell'Austria. Inoltre, tra gli escursionisti e i ciclisti, il giro del lago, lungo 10 km, è molto apprezzato perché offre una splendida vista panoramica sulle imponenti Alpi dello Zillertal e sul gruppo del Reichenspitz.

Photo © Credits to DaLiu
Photo © Credits to DaLiu

Seconda fase: Gerlos Alpine Road, un percorso verso il tesoro dell'oro

Dal lago Durlaßboden, prendiamo una tortuosa strada alpina di Gerlos. Questa strada a due corsie di 12 chilometri con otto serpentine e una pendenza massima del nove per cento, ci porta attraverso le zone più belle del Parco Nazionale degli Alti Tauri, ed è un ottimo modo per vivere il paesaggio alpino. Oggi, il percorso è una moderna strada asfaltata costruita sul posto di una vecchia mulattiera per trasportare l'oro che è stato trovato nella valle di Ziller, su un terreno "domestico" fino a Salisburgo. Fino ad allora, l'unica strada che attraversava il Tirolo e la Baviera. L'intero percorso è stato costruito su uno strato antigelo di 40-60 cm di spessore per rendere la strada assolutamente invernale. Pertanto, può essere utilizzato tutto l'anno. La strada alpina Gerlos conduce direttamente attraverso un'area vacanze - Zillertal Arena. In estate vi aspettano circa 400 km di sentieri escursionistici ben segnalati, mentre in inverno diventa uno dei comprensori sciistici più visitati dell'Austria e parte della più grande valle sciistica del mondo. Il clou assoluto di questa strada alpina è la cascata di Krimml, alta 380 metri, che è anche la tappa successiva del nostro viaggio e può essere vista da ogni parcheggio della strada.

Photo © Credits to gerlos-alpenstrasse.at
Photo © Credits to gerlos-alpenstrasse.at

Terza fase: Cascate Krimml

Una meraviglia naturale, le più alte cascate austriache con un'altezza totale di 385 m - le cascate di Krimml sono state per secoli una calamita per i turisti. Le cascate sono formate dal fiume Krimmler Ache, che viene alimentato da 17 ruscelli glaciali e scende dalla Valle dell'Ache in tre cascate, vicino al villaggio Krimml. La cascata superiore è alta 145 m, la cascata media 100 m e la cascata inferiore 140 m. Per i visitatori c'è un sentiero delle cascate che attraversa un bellissimo bosco di abeti rossi con muschio e licheni dal basso fino alla cima delle cascate. Questo percorso ha 33 serpentine e 7 piattaforme di osservazione, da dove è possibile godere di magnifici panorami. La visita alle cascate non fa bene solo all'anima, ma anche al corpo, perché le ricerche mediche hanno dimostrato che una visita giornaliera di un'ora alle cascate di Krimml migliora in modo significativo e sostenibile l'asma e le allergie nei bambini e negli adolescenti.

Photo © Credits to j-wildman
Photo © Credits to j-wildman

Quarto stadio: Una valle che le marmotte chiamano casa - Krimmler Achen Valley

Risalendo il sentiero delle cascate si raggiunge un'alta e isolata valle di Krimmler Achen. La valle a forma di U raschiare dal ghiacciaio è caratterizzata da splendidi paesaggi alpini, bellissime e fitte pinete e piccole torbiere continentali sopraelevate. Alla sua estremità si trova il ghiacciaio Krimmler Kees, il secondo più grande di Salisburgo. Qui si trova anche uno dei numerosi ghiacciai rocciosi della zona, un misto di macerie, rocce e ghiaccio macinato. Oltre alla bellezza della natura, la zona è conosciuta per la sua popolazione di marmotte, e tutt'intorno si possono vedere le tane di marmotte nel terreno alpino desertico. E se sei fortunato, puoi anche vedere questi animali piuttosto timidi.

La valle è l'unico collegamento passabile di questa zona con l'Alto Adige e l'Italia. Storicamente, questo collegamento ha avuto un significato particolare come parte delle vie di traffico transalpine, già utilizzate dalle legioni romane e successivamente per il trasporto di merci come il vino, l'acquavite e il sale. Tuttavia, la valle di Krimmler Achen Valley è conosciuta come è stata usata dopo la fine della seconda guerra mondiale per contrabbandare 8000 sopravvissuti ebrei dell'Europa orientale dell'Olocausto verso i porti italiani, da dove sono partiti per la Palestina. Un ruolo importante come luogo di rifugio e di riposo in questo evento ha giocato il Krimmler Tauernhaus.

Photo © Credits to kavram
Photo © Credits to kavram

Fase finale: Krimmler Tauernhaus, locanda di montagna vecchia di sei secoli

L'ultima tappa del nostro viaggio è il Krimmler Tauernhaus, una locanda di montagna vecchia di sei secoli situata a 1622 m sul livello del mare. Per secoli è stata per secoli una stazione di sosta per viaggiatori e commercianti lungo il percorso dal sud all'Europa centrale. E 'servito come uno dei numerosi ospizi e stazioni di riposo lungo le mulattiere per i viaggiatori e samer, persone che trasportavano carichi sul retro di animali da soma sulle montagne. I compiti di un proprietario di una casa dei Tauri erano la manutenzione delle strade e la loro apertura durante tutto l'anno. Inoltre, dovevano fornire alloggio ai viaggiatori, dove i viaggiatori poveri dovevano essere alloggiati e nutriti gratuitamente. Per i loro servizi, hanno ricevuto un'assegnazione annuale di cereali. Poiché il trasporto degli animali da soma ha perso importanza e il turismo è diventato importante, il Krimmler Tauernhaus è diventato una tappa importante per gli escursionisti e gli appassionati di mountain bike.

Photo © Credits to krimml-wasserfalldorf.at
Photo © Credits to krimml-wasserfalldorf.at

Dopo la quinta tappa, abbiamo terminato il nostro viaggio sulla strada tortuosa che collega la bella Salisburgo e il Tirolo - dalla bellezza artificiale del lago Durlaßboden all'isolata valle di Krimmler Achen con le sue marmotte e un ghiacciaio.


Lo scrittore

Ogi Savic

Ogi Savic

Io sono Ogi. Giornalista ed economista, vivo a Vienna e mi appassiona lo sci, i viaggi, il buon cibo e le bevande. Scrivo di tutti questi aspetti (e non solo) della bella Austria.

Altre storie di viaggio