© istock/hernan4429
© istock/hernan4429

Una bella gita alla Riserva Naturale di Villavicencio

4 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Avrai sentito dire che la provincia di Mendoza è un luogo di meraviglie naturali, e una delle sue migliori meraviglie è la Riserva Naturale di Villavicencio. Come suggerisce il nome, è un luogo di conservazione e cura della natura. Se visiti questa riserva naturale, incontrerai una natura cruda e paesaggi che non dimenticherai mai. Inoltre, potrai vedere molti animali indigeni nel loro habitat naturale. In questa storia, ti porterò in un viaggio che ti farà godere il meglio della Riserva Naturale di Villavicencio!

La riserva naturale

In primo luogo, alcune informazioni generali sulla Riserva Naturale di Villavicencio. Il luogo è un hotspot naturale protetto nel dipartimento di Heras nella provincia di Mendoza. Si trova a 50 km dalla città di Mendoza, il punto di partenza delle nostre avventure nella provincia.

Uno degli obiettivi principali della riserva naturale è quello di proteggere gli ecosistemi naturali e le diverse specie di flora e fauna native. Questo significa che è il luogo perfetto per vedere animali nativi come puma, condor e molti altri. Per quanto riguarda la biodiversità, questo luogo si divide in Monte, Cardonal e Puna. Monte si trova tra i 7000 e i 1200 metri sul livello del mare. Ha una flora distinta come i cespugli resinosi, che sono sempreverdi, e tra la fauna, i punti salienti sono le volpi. Il Cardonal si trova ad un'altitudine tra 1200 e 2700 metri sul livello del mare, i punti salienti sono i cactus giganti e il puma. Infine, il Puna si trova tra i 2700 e i 3300 metri di altitudine. È difficile trovare una flora a questa altitudine, ma la natura non smette mai di stupire, così qui si possono trovare fiori gialli chiamati "Artemisia Mendozana".

© istock/hernan4429
© istock/hernan4429

Albergo Villavicencio

L'hotel è stato costruito nel 1940 vicino alle sorgenti termali di Villavicencio. Il luogo si trova nella Cordigliera delle Ande, a quasi 1750 metri sul livello del mare. Un tempo era una fonte di acqua minerale pulita, che veniva usata come medicina e venduta in alcune farmacie. L'hotel fu chiuso a causa dell'instabilità economica nel 1979, e il governo provinciale di Mendoza continuò a mantenere la proprietà. Al giorno d'oggi, è possibile visitare il luogo e fare un giro nella Riserva Naturale di Villavicencio. All'interno, si possono visitare i giardini, alcuni punti di vista e anche una cappella.

© Wikimedia/Leandro Kibisz
© Wikimedia/Leandro Kibisz
Hotel Villavicencio, Villavicencio Natural Reserve
Hotel Villavicencio, Villavicencio Natural Reserve
Villavicencio Natural Reserve, RP52, Las Heras, Mendoza, Argentina

Caracoles di Villavicencio

In inglese, il suo nome si traduce approssimativamente in "Lumache di Villavicencio". Questa strada è un modo perfetto per vedere la riserva. Da questa strada si possono vedere quasi tutti i luoghi della storia! Puoi percorrere la strada di Caracoles da solo con un'auto noleggiata o con il camion delle Ande, un'esperienza 4x4 che consiglio vivamente. Il nome della strada è strano, ma lo capirai una volta che avrai visto la sua forma. Curiosità: mentre il tour prosegue, potrai vedere due muri bianchi, che sono un luogo di rilevanza storica, come dice la gente del posto. In quello stesso punto, il generale San Martín divise gli uomini dell'Ejercito Liberador per fare una mossa a sorpresa verso il nemico. La storia dice che lasciò circa 700 soldati a Las Heras, che avrebbero dovuto incontrarlo in Cile dopo aver attraversato la Cordigliera delle Ande. La leggenda dice che il generale San Martin attraversò il Cile con il resto degli uomini attraverso San Juan, una mossa a sorpresa che il nemico non poteva prevedere. Inoltre, questo sentiero è utilizzato per collegare la regione con Valparaíso, Cile.

© Wikimedia/Barcex
© Wikimedia/Barcex
Caracoles de Villavicencio, Mendoza
Caracoles de Villavicencio, Mendoza
Caracoles de Villavicencio, RP52, Mendoza, Argentina

Cruz de Paramillos

Alla fine della riserva naturale, si trova la Cruz de Paramillos (Croce di Paramillos) a quasi 3000 metri sul livello del mare. È una testimonianza del lavoro dei gesuiti in Argentina (era una miniera d'argento sfruttata da loro). Da questo punto si può vedere l'Aconcagua, la montagna più alta d'America. Cos'è questo posto? Beh, è una piccola cappella costruita dai gesuiti, con una croce davanti, che dà il nome al luogo.

© istock/Elena Odareeva
© istock/Elena Odareeva
Cruz de Paramillo, Las Heras
Cruz de Paramillo, Las Heras
Cruz de Paramillo, Las Heras, Mendoza, Argentina

Bird-watching

Un'attività divertente da fare mentre si visita la riserva naturale è osservare una vasta gamma di flora e fauna. Una delle specie più uniche e varie da vedere nel posto sono gli uccelli. L'esperienza di bird-watching può essere fatta prenotando una giornata intera o anche passare una notte per catturare attraverso l'obiettivo i bellissimi uccelli che si possono vedere lì.

© istock/hernan4429
© istock/hernan4429

La natura al suo meglio è ciò che si può trovare nella Riserva Naturale di Villavicencio. Come puoi vedere, il turismo nella regione di Mendoza è infinito. Durante il tuo prossimo viaggio in Argentina, non mancare di visitare Mendoza. Una gita alla Riserva Naturale di Villavicencio è un'esperienza che non dimenticherai mai.


Lo scrittore

Francisca Pizarro

Francisca Pizarro

Ciao, sono Francisca. Dal nord del Cile e dal sud del mondo, ossessionato dai paesaggi naturali e dai musei, ti porterò attraverso il Cile come se fossi un locale, sperando che ti innamori di questo paese quanto lo sono io.

Altre storie di viaggio