Un ultimo trio di monasteri ortodossi in Erzegovina

4 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Modesta per dimensioni, ma immensa per il numero dei luoghi di pellegrinaggio: in breve l'Erzegovina. La Terra Santa, come talvolta la chiamiamo, attira non solo i fedeli, ma anche viaggiatori curiosi alla ricerca di scoperte storiche e culturali. Mentre molte persone illuminate e sante attraversavano la parte meridionale dell'odierna Bosnia-Erzegovina, abbiamo ereditato un numero significativo di preziosi santuari. Poiché la maggior parte di loro non sono noti ad un viaggiatore medio, siete sulla pagina giusta per saperne di più su Žitomislić, Zavala e il monastero di Tvrdoš, tutti e tre meritano un'esplorazione dettagliata. Se siete nella religione, ecco un ultimo trio di monasteri ortodossi da visitare in Erzegovina.

Monastero di Žitomislić, eredità eterna ortodossa

Vero simbolo della risurrezione, il monastero di Žitomislić è un prezioso santuario ortodosso del XVI secolo. Situato a 15 km a sud di Mostar, sulla strada per Čapljina, poco prima di una città in pericolo di estinzione di Počitelj, questo monastero è uno dei più importanti e più bei santuari ortodossi del paese. Circondato da innumerevoli vigneti nella valle del fiume Neretva, Žitomislić è un'oasi di pace e di contemplazione. Dedicato all'Annunciazione della Santa Vergine, il monastero fu costruito nel 1606, dopo oltre 40 anni di grande lavoro, come eredità della famiglia Miloradović-Hrabren. Il cimitero della famiglia Miloradović-Hrabren è una famosa necropoli di Radimlja, vicino alla città di Stolac, anch'essa dichiarata patrimonio dell'umanità dall'UNESCO.

Durante i suoi oltre 400 anni di esistenza, questo monastero è stato distrutto cinque volte - tre volte dai turchi e due volte nel XX secolo. Nonostante la sua storia turbolenta, il monastero dà impulso al patrimonio culturale e all'arte religiosa. Nel XVI e XVII secolo, il monastero fu sede di un importante scriptorium e di una ricca biblioteca con molti manoscritti, libri e documenti. Sia che percorriate la strada da Mostar al mare o uno dei tour nell'entroterra della costa adriatica bosniaca, incontrerete senza dubbio l'incantevole monastero di Žitomislić, che conserva un'eterna eredità ortodossa. Ogni volta che vieni, assicurati di essere accolto gioiosamente da uno dei monaci, che sarà lieto di mostrarti un pezzo della bellezza nascosta dietro questo tesoro monastico.

Žitomislić Monastery
Žitomislić Monastery
Žitomislići 88000, Bosnia and Herzegovina

Monastero di Zavala, un affascinante gioiello ortodosso

Da qualche parte sul bordo sud-occidentale dello splendido Popovo Polje e a 50 km in direzione nord-ovest da Trebinje, nascosto nella pittoresca cornice di una scogliera scoscesa, si trova ancora una meraviglia architettonica - Monastero di Zavala, un affascinante gioiello ortodosso. Dedicato alla Presentazione della Beata Vergine Maria, il santuario originale è stato fondato dall'imperatore romano S. Costantino e da sua madre S. Elena, il che lo rende uno dei più antichi monasteri della Bosnia-Erzegovina. Tuttavia, il più antico resto del monastero di Zavala è un antico sigillo, sul quale è indicato l'anno 1271, mentre i primi documenti scritti ne parlavano solo nel 1514.

Una posizione affascinante è ciò che rende questo monastero dall'aspetto impressionante. Nascosto sotto la collina di Ostrog, il suo muro settentrionale e l'altare sono quasi scolpiti in una roccia. Se osservate attentamente, noterete come i costruttori abbiano rispettato la forma naturale di una scogliera e come la chiesa sia perfettamente attaccata ad essa. Si direbbe che sia un esempio supremo di simbiosi architettonica tra una roccia e un santuario. Dopo essere stato affascinato dal suo aspetto esteriore, vi invito a esplorare l'interno della chiesa che risale al 1619. Come vedrete, tutte le pareti del monastero di Zavala sono affrescate dal più grande pittore serbo del XVII secolo, Gregorije Mitrofanović. Davanti a questo monastero, ha dipinto le mura del monastero di Hilandar sul Monte Athos (Grecia), ma anche il monastero di Dobrićevo vicino al lago di Bileća. Il suo lavoro nel monastero di Zavala è considerato il migliore esempio di affresco medievale in Bosnia-Erzegovina.

Zavala Monastery
Zavala Monastery
Ravno, Bosnia and Herzegovina

Monastero di Tvrdoš, culla dell'ortodossia nel sud della Bosnia-Erzegovina

Il monastero di Tvrdoš si trova a soli sei chilometri da Trebinje, in una posizione piuttosto panoramica lungo la riva destra del fiume Trebišnjica, circondato da vigneti e frutteti. In continuità con la tarda antichità, questo monastero testimonia che il cristianesimo ha una lunga tradizione in questa parte dei Balcani. Dedicato alla Dormizione della Santissima Theotokos, il monastero di Tvrdoš è stato fondato anche dall'imperatore romano San Costantino e da sua madre Sant'Elena nel IV secolo. Possiamo vedere le fondamenta della vecchia chiesa romana, una basilica a tre navate, dal momento che una parte del pavimento della chiesa attuale è in vetro. In seguito fu distrutta e abbandonata e nel XIII secolo divenne un'investitura del re serbo Milutino. Nel corso della sua lunga storia, questo prezioso santuario è stato demolito e ricostruito molte volte.

La chiesa originale del 16 ° secolo è stato dipinto con affreschi da un Dubrovnik-master Vice Lovrov e un monaco Marko Stefanov. Cinque secoli dopo, alcuni frammenti di quegli affreschi che possiamo ancora trovare sulle pareti del monastero di Tvrdoš. Un'altra particolarità di questa culla dell'ortodossia nel sud della Bosnia-Erzegovina è il suo ruolo come principale centro spirituale e il più significativo scriptorium dei territori slavi del sud all'inizio del XVIII secolo. Inoltre, dovete sapere che questo monastero è rinomato per i vini premiati a Tvrdoš, un risultato di una tradizione vinicola secolare.

Tvrdoš Monastery
Tvrdoš Monastery
Tvrdoš 89101, Bosnia and Herzegovina

Se la spiritualità e il monachesimo serbo sono i vostri interessi, un ultimo trio di monasteri ortodossi in Erzegovina dovrebbe essere sulla vostra lista secchiello.

Crediti fotografici: Organizzazione turistica di Trebinje


Lo scrittore

Ljiljana Krejic

Ljiljana Krejic

Sono Ljiljana, della Bosnia-Erzegovina. Essendo un giornalista, non posso sfuggire a questa prospettiva quando viaggio. La mia missione è farvi esplorare l'ultima gemma ancora da scoprire in Europa.

Altre storie di viaggio