Dizionario balcanico: Termini gustosi

2 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Durante la realizzazione della mia missione di spiegazione dettagliata dei Balcani attraverso esperienze e luoghi che sono a vostra disposizione e che sicuramente vale la pena menzionare, mi sono reso conto che ho bisogno di spiegare diversi termini. Dopo di che, posso andare più in profondità nella storia. Questo testo è un tentativo ambizioso di racchiudere l'essenza della mentalità balcanica in un elenco di diverse parole nominate nel dizionario balcanico.

Divido tutto in tre categorie: lo stile di vita che ci si può aspettare quando si visita i Balcani, il cibo che si dovrebbe provare (se non si visita, trovare una persona balcanica, sarà lieto di cucinare per voi) e le persone che avrebbero un grande significato per i Balcani, se si ha familiarità con. Iniziamo.

Pleskavica, Sarma, Ajvar...

Pljeskavica o Pljeska (vica) è un hamburger. I Balcani ne sono molto orgogliosi. Ad esempio, il Leskovac Pljeskavica è un marchio ufficiale della Serbia. Viene servito in un panino fatto in casa con crema di latte, kajmak e insalata.

Sarma. Il Sarma è un piatto di foglie di cavolo acide arrotolate intorno a un ripieno a base di carne macinata e riso. Si trova nelle cucine dell'ex Impero Ottomano. Inoltre, ci sono variazioni di esso con foglie d'uva e viene servito con panna acida. L'opzione cavolo è la versione invernale e si cuoce per ore con la pancetta che si incontra all'interno della pentola. Insieme ad un'insalata russa è la combinazione più comune preparata per la vigilia dei nuovi anni.

Ajvar. Si tratta di un condimento a base di pepe ottenuto principalmente da peperoni rossi. Eppure, è molto di più. Questa salsa insolitamente bella fatta di peperoni fritti è un punto dove ogni paese balcanico sta rivendicando l'origine di. La verità è che una persona intelligente e gentile, all'epoca, secoli fa, era abbastanza brava da trovare la ricetta e da diffonderla. Non so da dove viene questa persona, è importante? Se vi trovate nei Balcani durante l'autunno (questa è la stagione in cui è fatto) andare al villaggio più vicino, e basta seguire l'odore intenso di peperone al forno. Ci troverete un posto dove ajvar si sta preparando. Se lo provate mentre è caldo, con la pace del formaggio bianco e del pane appena sfornato, capirete perché i paesi balcanici stanno combattendo per chi l'ha inventato! In un piccolo boccone potrete gustare l'inverno che sta per arrivare, con tutta calma e tranquillità, e le intense e pazze giornate estive appena trascorse. Sperimentate molto di più di un semplice cibo.


Lo scrittore

Zlata Golaboska

Zlata Golaboska

Sono Zlata e sono un architetto che vive nei Balcani. Sono appassionato di città, di come le persone influenzano l'architettura e viceversa, e di come i luoghi cambiano le nostre vite.

Altre storie di viaggio