Cover photo credits © Aurora Sanatorium
Cover photo credits © Aurora Sanatorium

Bellissimi e bizzarri sanatori sovietici in Kirghizistan

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

L'industria del sanatorio (località turistica e ricreativa) è nata in Unione Sovietica negli anni '20, quando le 2 settimane obbligatorie di vacanza per i lavoratori sono state aggiunte al Codice del Lavoro. Il diritto dei lavoratori ad una vacanza è stato incluso nella Costituzione nel 1936. In tutta l'Unione Sovietica è stato costruito un gran numero di sanatori e alla fine degli anni '30 c'erano circa 2000 complessi di salute e benessere che potevano ospitare 250.000 visitatori. Le vacanze in questi luoghi di cura belli e bizzarri erano una parte essenziale della vita di una persona sovietica, che aveva bisogno di rilassarsi, ritrovare il proprio benessere e tornare al lavoro energizzato.

Anche se, dopo il crollo dell'Unione Sovietica, molti sanatori sono diminuiti a causa della mancanza di finanziamenti governativi, alcuni continuano a correre fino ad oggi, riguadagnando l'antica popolarità nel nuovo regime capitalista. Ma una cosa certa è che i sanatori sono la porta del nostro passato sovietico, l'epoca della visione utopica di uno stile di vita operaio glorificato e di un'architettura retro-futuristica.

Photo credit © Aurora Sanatorium
Photo credit © Aurora Sanatorium

Abbondanza tra la scarsità

Oggi, i cittadini kirghisi possono scegliere qualsiasi località termale in tutto il mondo, ma durante l'Unione Sovietica, potevano solo ottenere buoni turistici per i sanatori sovietici, per godere dei trattamenti di acqua minerale, seguiti da un rigoroso controllo del personale. I buoni erano gratuiti o molto economici, in quanto i lavoratori avrebbero dovuto pagare solo il 10% dei costi totali. Ma non tutti sono riusciti ad averlo. C'era un comitato rigoroso che distribuiva i buoni a coloro che ne avevano più bisogno. I lavoratori dovevano portare i referti medici per entrare nei sanatori. Inoltre, avrebbero anche un check-up nel sanatorio, e i trattamenti includevano diversi tipi di bagni, trattamenti con acqua minerale, inalazioni, doccia di Charcot, massaggi, e così via.

Cibo per il corpo e l'anima

I visitatori dovevano anche sottoporsi a diagnosi gastrointestinali e, in base al loro stato di salute, ricevevano diete specializzate. L'unico prodotto vietato nei sanatori era l'alcool. Le persone dovevano rispettare le regole degli ospedali termali perché, se non lo facessero, potrebbero essere vietate per sempre per entrare in un'altra struttura sanitaria simile in Unione Sovietica. Oltre a tutti i rimedi sanitari, il governo sovietico ha fatto in modo che ci fosse anche cibo per l'anima. Diversi artisti diversi visitavano i sanatori e vi si tenevano concerti, conferenze, workshop e proiezioni cinematografiche.

Photo credit © Goluboi Issyk-Kul Sanatorium
Photo credit © Goluboi Issyk-Kul Sanatorium

Sanatori da visitare intorno al lago Issyk Kul Lake

In contrasto con la comune convinzione che l'architettura sovietica non è altro che enormi e monotoni blocchi di fiammiferi grigi, i sanatori sovietici sono tra gli edifici più innovativi del loro tempo. Si tratta di un sanatorio a forma di nave Aurora, situato sulla riva settentrionale del lago Issyk-Kul. E' un esempio di architettura moderna nata e sviluppatasi in epoca sovietica. Ci sono altri degni sanatori intorno al lago Issyk-Kul. Kyrgyzskoe Vzmor'e, Goluboi Issyk-Kul, Gos Rezidenciya 1 e 2, sono quelli noti per la loro comodità, bellezza e le strutture mediche di grande qualità.

Sanatori in altre parti del Kirghizistan

Sanatorio in Jeti-Oguz è un altro luogo unico, situato vicino ai canyon, dove si può essere trattati con kymyz, latte di cavallo, che è considerato di avere proprietà curative. Yssyk-Ata, che si trova a un'ora di distanza da Bishkek, è un complesso dove è possibile ottenere il trattamento direttamente dalle sorgenti di acqua minerale. A sud si può anche visitare Jalalal-Abad, una stazione di benessere di prim'ordine, con acqua minerale medicinale.

Photo credits © flickr/ExpatMonkey
Photo credits © flickr/ExpatMonkey

L'eredità sovietica non è molto apprezzata, né dall'attuale governo kirghiso né dalla nostra popolazione. Ecco perché alcuni edifici, fabbriche, mosaici e altri beni culturali sono abbandonati e rovinati. Come parte della lotta anti-coloniale, molti dei monumenti sovietici sono stati demoliti o trascurati. Nessuno può dire con certezza per quanto tempo esisteranno i sanatori sovietici nel loro stato originale, bello e bizzarro. Ma sono i testimoni e i ricordi di una cultura e di uno stile di vita del passato che non dobbiamo dimenticare. Visitando i mosaici che celebrano la ricerca spaziale, guardando gli edifici decorati con il colore rosso comunista, e ammirando l'architettura che ha cercato di prevedere il futuro, possiamo avere un assaggio di ciò che era la vita sovietica.

Aurora Sanatorium, Cholpon-Ata
Aurora Sanatorium, Cholpon-Ata
c. Булан-Соготту 720040, Kyrgyzstan
Issyk-Ata, Bishkek
Issyk-Ata, Bishkek
Issyk-Ata, Kyrgyzstan
Jalal-Abad Sanatorium, Jalal-Abad
Jalal-Abad Sanatorium, Jalal-Abad
Jalal-Abad, Kyrgyzstan

Lo scrittore

Gulzat Matisakova

Gulzat Matisakova

Salve. Sono Gulzat, del Kirghizistan. Ho studiato documentari in Europa. Nel tempo libero mi piace guardare film ed escursioni. Sono qui per guidarvi attraverso i tesori del Kirghizistan.

Altre storie di viaggio