Belgrado Verde: Parco dell'Amicizia

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Immagina un luogo

John Lennon ci ha chiesto di immaginare che non c'è nessun cielo, nessun inferno sotto di noi, sopra di noi solo cielo. Vorrei chiedervi di immaginare questo - immaginate che ci sia un luogo di fuga. Un luogo dove poter andare ogni volta che si sente una sorta di sgradevole notizia, o semplicemente quando ci si sente infelici o soli. Dopo alcuni decenni di turbolenze, le persone avevano bisogno di un luogo dove poter fuggire da tutti i conflitti e le distruzioni, ogni volta che si sentivano impotenti e incapaci di fare un cambiamento, incapaci di affrontare il mondo in cui è diventata una norma vivere nell'intolleranza verso gli altri. Questo luogo vi ricorderà che non è così difficile, di tanto in tanto, fare anche il minimo gesto, quello che illustra la tolleranza e la pace tra i popoli. Accendete l'ispirazione eterna di John Lennon e unitevi a me nel viaggio alla scoperta della crème de la crème del verde di Belgrado. Oggi vi mostrerò il Parco dell'Amicizia (Parco Prijateljstva).

Park Prijateljstva
Park Prijateljstva
Friendship Park, Belgrade, Serbia

Il Parco dell'Amicizia testimonia che una cosa semplice come piantare un albero può diventare un simbolo della connettività di tutte le nazioni, sostenendo con forza per la vita nel rispetto e nella complessità. Se siete di Belgrado o dintorni e non ne avete ancora sentito parlare, vi siete persi! Una delle più belle oasi della capitale si trova vicino al centro della città stessa, ed è già il suo nome, Il Parco dell'Amicizia, che è sufficiente per associarvi a qualcosa di bello e positivo. Sei ancora a bordo?

La sensazione positiva sarà travolgente non appena passerete attraverso il magnifico vicolo di platino nel centro del Parco dell'Amicizia. Piuttosto naturalmente, questa è una delle passeggiate preferite di Belgrado, ma anche molti saranno d'accordo sul fatto che il Parco dell'Amicizia è un luogo ideale per riconnettersi con la natura per un momento. Ora probabilmente vi state chiedendo cosa renda quest'oasi così speciale, che dovrebbe essere una questione di pace tra i popoli. Troverete la risposta al centro del parco, e abbastanza interessante, in tutte le meraviglie naturali e piante in crescita e alberi. Se si guarda più da vicino, si noterà un segno accanto a ogni albero con un nome che si può avere familiarità con. Ad esempio, la regina Elisabetta II d'Inghilterra. Oppure l'ex presidente degli Stati Uniti Richard Nixon e Jimmy Carter. O Fidel Castro, l'imperatore Hajel Selassi o Indira Gandhi - e, naturalmente, il nome dell'ex presidente della Repubblica socialista di Jugoslavia Josip Broz Tito. Tutti sono stati lì, in un momento della storia, a piantare un albero che simboleggia amicizia, pace e prosperità.

Infatti, la storia del Parco dell'Amicizia risale al 1961, quando nacque l'idea di istituire un parco commemorativo, che simboleggiasse la lotta per la pace e l'uguaglianza di tutte le nazioni del mondo. È stato indetto il concorso per i migliori designer di tutta la Jugoslavia. In questa impresa, l'architetto Milan Palisagki ha avuto il maggior successo, in quanto il suo progetto ha perfettamente sottolineato il carattere simbolico e commemorativo del Parco.T idea era che gli statisti dei paesi che sostenevano la politica di coesistenza pacifica piantato lo stesso impianto come simbolo di stabilire una pace duratura nel mondo. Pertanto, il 7 settembre 1961, questo fu fatto per la prima volta da Josip Broz Tito, e la data menzionata segnò anche l'apertura del Parco. La lunghezza del vicolo stesso ha il suo simbolismo - per un totale di 180 paesi del mondo ha sostenuto la costruzione del Parco dell'Amicizia. Oggi, come un parco, questa è una zona tranquilla con diverse sculture e monumenti interessanti. Ma come simbolo di pace questo luogo è molto di più.

Immaginate tutte le persone che vivono la vita in pace, e l'amicizia. Proprio come per Lennon, si può dire che io sono un sognatore, ma non sono l'unico, in quanto quel luogo esiste. Tutto quello che dovete fare è cercare.


Città interessanti legate a questa storia


Lo scrittore

Lejla Dizdarevic

Lejla Dizdarevic

Sono Lejla, serbo, serbo, appassionato di scrittura, radio e teatro. Vorrei mostrarvi le gemme nascoste dei miei amati paesi balcanici.

Altre storie di viaggio