© istockphoto/Punchalit_Chotikasatian
© istockphoto/Punchalit_Chotikasatian

Accampamento su un'enorme isola disabitata: Ko Tarutao, Satun

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Ko Tarutao, un'isola nella provincia di Satun, è così a sud della Thailandia che in realtà è più vicina a Langkawi malese che alla terraferma tailandese. Ed è enorme - più di 350 kmq. E' una sorpresa che tanta terra non è stata rivendicata dalla gente, ma Ko Tarutao è ufficialmente disabitata. Il suo status di parte centrale del Parco Nazionale Marino di Tarutao, istituito nel 1974, vieta qualsiasi sviluppo permanente. Non ci sono abitazioni sull'isola, tranne il quartier generale del Parco Nazionale a nord e un paio di capanne dei ranger. Ko Tarutao è aperto ai turisti, e la sua condizione incontaminata lo rende un luogo ideale per rilassarsi sulla spiaggia, fare escursioni nella giungla e godersi la natura. Le infrastrutture, tuttavia, sono minime: una mensa presso la sede centrale e alcuni bungalow, costosi e difficili da prenotare. Altrove, dovrai accamparti e cucinare per te stesso.

© istockphoto/LRPhotographies
© istockphoto/LRPhotographies

Cosa fare su Ko Tarutao

Se il minimalismo è la vostra passione, Ko Tarutao sarà il luogo ideale per rilassarvi - accampatevi sulla spiaggia, nuotate e guardate il tramonto. Se siete più attivi, considerate la possibilità di esplorare il territorio. La lontananza dell'isola ha determinato una biodiversità terrestre relativamente limitata. La giungla ospita macachi e una varietà di uccelli, ma non rari mammiferi. Un'escursione, tuttavia, ne vale la pena di per sé. La vita marina è più emozionante e comprende tartarughe marine che vengono a terra per deporre le uova sulla spiaggia. L'unico punto di riferimento sull'isola che può essere considerato un sito turistico è la Grotta del Coccodrillo - una bella caverna senza coccodrilli, nonostante il suo nome.

© istockphoto/Em Campos
© istockphoto/Em Campos

Prigionieri e pirati

Ko Tarutao non è sempre stata un'area naturale protetta. All'inizio del XX secolo è stato utilizzato dalle autorità tailandesi per un carcere di massima sicurezza. Durante la seconda guerra mondiale, la colonia carceraria è stata lasciata in balia del governo. Guardie e detenuti, di fronte alla fame, hanno unito le forze nella pirateria. Collaborando con gli ufficiali britannici rinnegati, hanno fatto irruzione e affondato 130 navi, fino a quando la marina britannica li ha cacciati e sterminati. Recentemente, nel 2013, un gruppo di criminali moderni è stato ritrovato a utilizzare nuovamente come campo di prigionia la parte meridionale e incontrollata dell'isola. Questa volta, è stato riservato ai rifugiati rohingya che sono stati attirati da una promessa di fuga dal Myanmar, poi tenuti in ostaggio, picchiati e torturati. La notizia scioccante ha portato a un rapido raid da parte delle forze di polizia thailandesi, e i prigionieri sono stati salvati, ma nessun colpevole è stato catturato, con conseguenti voci di corruzione in luoghi alti.

© istockphoto/pius99
© istockphoto/pius99

Praticità

Ko Tarutao è raggiungibile con un traghetto pubblico da Pak Bara, un porto della provincia di Satun. Di solito, c'è una barca al giorno in ogni direzione. La stessa nave prosegue per Ko Lipe - un'isola di villeggiatura ben sviluppata con molti servizi turistici. Un biglietto di sola andata da Pak Bara al momento della ricerca costa 300 THB. Inoltre, c'è un biglietto d'ingresso al parco nazionale: 200 THB per gli stranieri. Mangiare e bere sono disponibili nella mensa presso la sede del parco nazionale e sono costosi. Alcuni bungalow, anch'essi adiacenti alla sede centrale, sono costosi e possono essere prenotati dai turisti tailandesi in alta stagione. Non ci sono altri alloggi e il resto dell'isola è completamente disabitato. Le tende possono essere affittate sul posto, ma sono di bassa qualità. Forse è meglio che ti porti il tuo equipaggiamento. C'è una piccola tassa per utilizzare i campeggi designati, oppure ci si può accampare sulla spiaggia o nella giungla, dato che l'isola è enorme e ha un sacco di acque dolci - basta trovare un ruscello. Escursioni in barca alla Grotta del Coccodrillo possono essere organizzate presso l'ufficio del parco nazionale, ma arrivare altrove a Ko Tarutao di solito significa una lunga escursione sudata. Tenete presente che, nella stagione delle piogge, le tempeste possono influenzare l'orario dei traghetti, e si può finire bloccati su Ko Tarutao molto più a lungo di quanto ci si aspettasse.

Ko Tarutao, Satun
Ko Tarutao, Satun
Ko Tarutao, Mueang Satun District, Satun, Thailand

Lo scrittore

Mark Levitin

Mark Levitin

Sono Mark, un fotografo professionista di viaggi, un nomade digitale. Negli ultimi quattro anni sono stato in Indonesia; ogni anno trascorro circa sei mesi e l'altra metà dell'anno in viaggio verso l'Asia. Prima di allora, ho trascorso quattro anni in Thailandia, esplorando il paese da ogni punto di vista.

Altre storie di viaggio