Ceriana E La Fontana Parlante

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Ceriana è il villaggio da cui proviene la famiglia di mia madre, è parte delle mie origini, è parte di me, e anche se non ci ho mai vissuto e mia madre ha lasciato il villaggio con i suoi genitori a soli sei anni, ho sempre sentito un legame con questo luogo che amo così tanto. Ceriana è anche un luogo particolare, pieno di misteri, leggende e storie, mi ricordo quando ero bambina sia mia nonna che la mia bisnonna mi raccontavano tante storie accadute qui in paese, a volte spaventose a volte meno ma comunque impressionanti per una ragazzina. Ultimamente sono venuta spesso qui a visitare i miei genitori, a gustare le ricette della Liguria di Ponente e ad indagare un po' su tutte le sue storie.

Ceriana è infatti un borgo preromano, con un totale di 17 chiese o cappelle, che è un numero davvero grande per un piccolo centro dell'entroterra ligure, è l'unico paese in tutta la Liguria ad avere una tale quantità di luoghi di culto all'interno di un unico borgo. Per contrastare la religione cattolica, come a Triora era ben nota la presenza delle Basure (streghe in dialetto ligure). Così, tra religione e paganesimo, misteri e storie mistiche sono presenti in tutto il villaggio.

Per Esempio si narra che le streghe rappresentate negli affreschi del 1500 sulle pareti del Palazzo dei Conti, si animino durante la notte del solstizio d'estate e danzino sul pavimento del palazzo. Un'altra storia divertente che mi raccontava mia mamma, a cui l’aveva raccontata a sua volta mia nonna, trattava di una fontana. Non lontano dal centro del paese, sotto una volta formata da uno dei suoi carrugi (strette vie liguri), c’era una fontana che sembrava fosse magica.

Purtroppo oggi la fontana originale è stata chiusa e successivamente sostituita da un brutto rubinetto ignorato da tutti. Mi chiedo tuttavia se la magia sia ancora lì. Si raccontava che quella fontana era un oracolo che parlava. Il nonno di mio nonno era un fabbro e un giorno andò alla fontana a pulire i suoi utensili quando improvvisamente vide uscire dei capelli dall'acqua, così li tirò per farli uscire e sentì una voce che diceva: "Siate gentile, mi ferite!" Ne ho parlato con alcuni anziani del villaggio e loro ricordano la stessa storia, non era l'unico a trovare dei capelli che uscivano dalla fontana, ma anche altre persone del villaggio li hanno trovati. Ma un evento più sbalorditivo fu quando un giorno, il mio bisnonno stava pulendo di nuovo i suoi utensili e pensò a gran voce a quanto sarebbe stato meraviglioso se le sue opere non si fossero mai arrugginite. Improvvisamente la fontana parlò di nuovo e disse: "Sale, sabbia e picchiettare" aspettò un po', si guardò intorno e la fontana lo ripeté di nuovo "Sale, sabbia e picchiettare" corse a casa e provò tutte le combinazioni possibili fino a quando non trovò la soluzione e divenne famoso in tutto il villaggio perché le sue creazioni, i suoi cancelli, e i suoi restauri non si arrugginivano mai. Ancora oggi i vecchi del paese ricordano le opere del nonno di mio nonno e tramandano la leggenda che a quanto pare, nulla di quello che costruiva lui si arrugginiva nel tempo.

Purtroppo non ha mai detto il segreto a nessuno, oggi la fontana è stata sostituita, ma chissà che forse la sua magia sia ancora presente e un giorno qualcuno la sentirà parlare ancora bevendone l'acqua o lavandosi le mani.

Ceriana
Ceriana
18034 Ceriana, Province of Imperia, Italy
En tu furnu restaruant in Ceriana
En tu furnu restaruant in Ceriana
18034 Ceriana, Province of Imperia, Italy

Lo scrittore

Lucia Gaggero

Lucia Gaggero

Mi chiamo Lucia, sono una fotografa italiana che ama raccontare e condividere storie, avventure, leggende e il grande Nord.

Altre storie di viaggio