Cover photo © Marie-Madeleine & Giuseppe
Cover photo © Marie-Madeleine & Giuseppe

Coppet: Una città affascinante sulle rive del lago di Ginevra

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Come abbiamo già scritto in altre storie, la regione del Lago di Ginevra, che collega la Svizzera e la Francia, è ricca di belle città e villaggi pittoreschi. Ginevra e Losanna sono chiaramente le città più grandi e conosciute della zona; meritano sicuramente di essere visitate per qualche giorno. Ma per conoscere a fondo la bellezza della zona, si consiglia di esplorare luoghi più piccoli. I vigneti svizzeri a terrazza di Lavaux, l'imponente Monte Pélerin, il villaggio francese Yvoire, per citarne alcuni, hanno un fascino unico. Oggi siamo lieti di presentarvi la piccola ma graziosa cittadina di Coppet. Un ulteriore gioiello nella lista dei luoghi da visitare sulle rive del lago di Ginevra.

© Marie-Madeleine & Giuseppe
© Marie-Madeleine & Giuseppe

Siamo nella Svizzera romanda occidentale. Coppet fa parte del comune di Terre Sainte (Terra Santa). Si trova su una cartina a pochi chilometri ad est di Ginevra, nel Cantone di Vaud, tra Nyon e Versoix. Alcuni credono che questo nome derivi da diversi pellegrini che si fermano per riposare e riprendere le forze durante il loro cammino verso Santiago de Compostela.

© Marie-Madeleine & Giuseppe
© Marie-Madeleine & Giuseppe

Il villaggio storico di Coppet è costituito da poche strade pittoresche sul lago. La stazione ferroviaria si trova a poche centinaia di metri di distanza. Dalla stazione ferroviaria di Coppet, il principale monumento storico che si incontra è il Castello di Coppet. L'insediamento iniziale del paese e del castello stesso risale al 1280 circa. Tuttavia, il castello che si erge oggi è di circa 500 anni più giovane (1780). Nel corso dei secoli, il Castello di Coppet è stato testimone di molteplici eventi. Uno dei proprietari era Jacques Necker, ministro delle finanze di Luigi XVI, che si trasformò in un ruolo chiave durante la Rivoluzione Francese. La figlia di Necker, Germaine de Staël, una donna di lettere, invitò al castello ospiti illustri, soprattutto personalità politiche e culturali contro Napoleone. Improvvisamente, l'anonima città svizzera di Coppet divenne un punto di riferimento per gli oppositori di Napoleone Bonaparte. Dopo la morte di Germaine de Staël, Coppet cadde nell'oblio mentre tutte le celebrità si allontanavano. Il castello è ancora oggi un dominio privato, ma può essere visitato da aprile a ottobre. Il vicolo del castello, un piccolo parco di fronte all'ingresso principale, offre una breve passeggiata con vista sul lago di Ginevra.

© Marie-Madeleine & Giuseppe
© Marie-Madeleine & Giuseppe
© Marie-Madeleine & Giuseppe
© Marie-Madeleine & Giuseppe

Il resto del centro storico è costituito principalmente da una strada parallela alle rive del lago. I vecchi portici in pietra e le case storiche ne fanno un grazioso villaggio da esplorare. Un monumento notevole sulla strada è il museo del Vieux-Coppet. Si trova in una casa del XVI secolo che fu donata al comune dall'ultima proprietaria, la signora Michel. Il museo espone un'autentica residenza borghese del XVIII e XIX secolo nel villaggio. Non esitate a fermarvi per una visita, l'ingresso è gratuito!

© Marie-Madeleine & Giuseppe
© Marie-Madeleine & Giuseppe
© Marie-Madeleine & Giuseppe
© Marie-Madeleine & Giuseppe

Di fronte al museo si trovano gli edifici comunali. Adagiato in una piccola corte sul lato sinistro accanto all'ingresso si trova un piccolo roseto segreto con una magnifica vista sul lago e sulle montagne circostanti sullo sfondo.

© Marie-Madeleine & Giuseppe
© Marie-Madeleine & Giuseppe
© Marie-Madeleine & Giuseppe
© Marie-Madeleine & Giuseppe
© Marie-Madeleine & Giuseppe
© Marie-Madeleine & Giuseppe

Lo scrittore

Marie-Madeleine & Giuseppe Renauld

Marie-Madeleine & Giuseppe Renauld

Marie-Madeleine e Giuseppe sono una coppia che vive a Ginevra, Svizzera. Sono entrambi appassionati di viaggi, storia, culture e cucina tradizionale. Condividono storie su Bruxelles e il sud del Belgio, così come la valle italiana del Monte Bianco e dintorni.

Altre storie di viaggio