© istock/ ribeirorocha
© istock/ ribeirorocha

Scopri il pastello brasiliano a São Paulo

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Preparatevi per un'esperienza culinaria che vi farà immergervi nella nostra cultura culinaria popolare!

Qualcosa che ti porta davvero a contatto con la cultura del luogo che stai visitando è mangiare come un locale. Pertanto, in questa storia, suggerirò un'esperienza di street food che è un "classico" del patrimonio culinario di San Paolo: "il pastello".

Non esiste una traduzione corretta della parola "pastello" in inglese. Invece di tradurlo, lo descriverò in modo che possiate capire di cosa è fatto e scoprire la storia che sta dietro la sua origine. Pastello consiste in una "busta" a forma rettangolare a crosta sottile, riempita con una grande varietà di ripieni. L'impasto, fatto essenzialmente di farina, viene arrotolato fino a quando non diventa abbastanza sottile da trasformarsi in una "busta" per contenere i ripieni; poi viene fritto in profondità. I ripieni salati più comuni sono: formaggio, carne macinata, marmellata e formaggio, cuore di palma, guarnizioni per pizza (mozzarella, pomodoro e origano) e baccalà. Come noi brasiliani amiamo riempire, la lista delle farciture può crescere quanto la nostra immaginazione culinaria lo permette. A volte si possono trovare più di 30 tipi di otturazioni! Sebbene sia un piatto tradizionalmente salato, è possibile trovarne alcune versioni dolci. Le più popolari sono la marmellata di guaiava e formaggio o banane e cioccolato.

© istock/ bonchan
© istock/ bonchan

Come si può capire, il pastello brasiliano non ha nulla a che fare con il portoghese "Pastel de Nata", nonostante il forte patrimonio e la grande influenza culinaria che abbiamo avuto dai nostri scopritori. Potremmo dire che ha una somiglianza con il samosa indiano perché è saporito; tuttavia, è diverso nella forma e nel riempimento, e soprattutto nelle dimensioni!

La storia che sta dietro

Per uccidere la vostra curiosità, ecco la storia che sta dietro a questo cibo: molto prima della febbre del camion del cibo di strada, più precisamente negli anni '40, gli immigrati giapponesi iniziarono a vendere pastello nei mercati di strada della città di San Paolo. La ricetta è stata adattata dal gyoza giapponese e il sake è stato sostituito dalla "cachaça" (la cachaça è un distillato brasiliano ottenuto da succo di canna da zucchero fermentato, popolarmente conosciuto per la famosa bevanda Caipirinha).

Lo spuntino croccante e gustoso divenne molto popolare nella città e nello stato di San Paolo e più tardi si diffuse in tutto il paese. Il pastello non è venduto solo nei mercati di strada, ma anche nei "pastelarias", un fast-food specializzato in pastello, facilmente reperibili in centri commerciali e centri commerciali. Oltre alla creazione originale, una piccola versione di pastello, quello che i locali chiamano mini-pastello, è diventata una popolare opzione di antipasto in molti bar e ristoranti con barbecue del paese. Le possibilità di trovare questa prelibatezza locale sono decisamente aumentate!

Dove mangiare il pastello più delizioso

Quindi, se siete in città e volete mangiare un boccone, il mio consiglio è di andare ad un mercatino per sperimentare l'ultima cultura culinaria popolare "paulistano". Potete trovare, diciamo così, una versione esageratamente piena di pastello nel nostro mercato alimentare di riferimento: Il "Mercado de São Paulo", che si chiama calorosamente "Mercadão", e si trova nel centro della città.

©  Wikimedia Commons/ Fernanda Steffen
© Wikimedia Commons/ Fernanda Steffen

I mercati di strada dove è possibile acquistare frutta e verdura sono molto popolari in città. Ogni quartiere ne ha uno, e ogni mercato di strada ha almeno una bancarella di pastello. È possibile controllare in quale giorno della settimana il luogo che si sta visitando ospita un mercato di strada (di solito si svolgono dalle 7:00 alle 14:30). A Jardins, per esempio, in via Lorena, il mercato alimentare si svolge la domenica. Qui potrete gustare un autentico pastello fatto da famiglie giapponesi che hanno tramandato questa tradizione di generazione in generazione.

© istock/lucato
© istock/lucato

Dal 1979, il pasticciere José Hiromi Mori vende più di 30 gusti di questo piatto popolare al mercato di strada nel quartiere di Pacaembu. La sua tenda, "Barraca do Zé" (la Tenda di Zé), come è comunemente conosciuta, è così popolare che è diventata una tappa tradizionale per gli amanti del cibo pop. Il mercato alimentare si svolge ogni giovedì e sabato nella piazza Pacaembu, di fronte allo stadio Pacaembu.

Pastelarias: fast food con un'atmosfera da strada

Se non siete in grado di frequentare un mercato di cibo di strada, infatti si può avere un pastello in uno dei tanti pastelarias in città. Ci sono un sacco di opzioni ovunque. Per esempio, si può andare al "Pastel da Maria" nel quartiere di Pinheiros. Maria, come è noto Kuniko Yonaha, è un'immigrata giapponese che ha iniziato a vendere pastello al mercato di strada. Ha anche alcuni negozi in città, ma mantengono lo stesso stile di cibo da strada. La carne macinata è stata eletta come una delle migliori della città.

Cosa stai aspettando? Concedetevi la cultura culinaria brasiliana gustando i nostri pastelli tipici! Divertitevi!


Lo scrittore

Luciane Oliveira

Luciane Oliveira

Mi chiamo Luciane, vengo dal Brasile e ho vissuto in Messico e Svizzera. Amo viaggiare, sono appassionato di cibo, spiagge e gite in bicicletta. Sono orgogliosa di condividere storie sul mio meraviglioso paese.

Altre storie di viaggio