©istock/ Sanga Park
©istock/ Sanga Park

Le grotte di Elephanta a Mumbai, un'esperienza di isola tranquilla

5 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

La città di Mumbai, sulla costa occidentale dell'India, si chiama Mayanagri o città dei sogni. In questa città la gente ha una fretta perpetua di trasformare le proprie aspirazioni in realtà. Quindi, la quiete e la nostalgia non fanno solitamente parte dell'esperienza sfacciatamente sfarzosa e contemporanea di Mumbai. Ma, se vi immergete in profondità, vedrete che Mumbai assapora la sua parte di glorioso passato indiano. E questo è evidente alle Elephanta Caves situate a dieci chilometri al largo di Mumbai, sulla tranquilla isola di Gharapuri - Elephanta Island. Le Elephanta Caves sono Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO e meritano sicuramente un posto nel vostro itinerario di Mumbai.

Storia delle grotte di Elephanta

© istock/Dinesh Hukmani
© istock/Dinesh Hukmani

Le Elephanta Caves sono un gruppo di sette grotte scavate nella roccia che rappresentano uno dei più notevoli esempi di scultura antica indiana e di arte rupestre. Ma la loro esatta storia non è nota! È opinione diffusa tra gli storici che le grotte siano state costruite tra il 500 e l'800 d.C. I Konkan Mauryas, che erano i liegatari dei sovrani della dinastia Chalukya, potrebbero aver patrocinato la costruzione delle grotte, poiché i primi documenti dimostrano che l'isola di Gharapuri era la loro capitale. Ma, ancora una volta, non si sa con certezza nulla. L'unica cosa che viene registrata correttamente è l'origine del nome "Elephanta". I portoghesi invasero l'India nel XVI secolo e nell'isola di Gharapuri si imbatterono in un'enorme scultura di elefante tagliata nella roccia che li portò a chiamare l'isola "Elephanta". E fu così che le grotte divennero note come le Elephanta Caves.

Esplorare le grotte di Elephanta

©istock/ naveen0301
©istock/ naveen0301

L'isola di Elephanta è a soli dieci chilometri da Mumbai eppure sembra un mondo completamente diverso. Lontana dal frastuono della giungla di cemento, quest'isola collinare è un paradiso sereno con un ritmo tutto suo. E le grotte si trovano in cima a due collinette di quest'isola - cinque grotte indù dedicate a Lord Shiva si trovano sulla collina di Gun Hill, e le due grotte buddiste si trovano sull'adiacente collina di Stupa.

©istock/ Anil Dave
©istock/ Anil Dave

Una volta raggiunta l'isola, dovrete salire 120 gradini per raggiungere la cima di Gun Hill. Ora, gli enormi gradini di pietra possono rappresentare un inconveniente per molti. Possono usufruire del trenino che li porterà in cima alla collina. La Cave 1 o Grand Cave, la prima grotta di Gun Hill, è la principale attrazione di questo complesso di grotte che si estende su una superficie di 60.000 piedi quadrati. La Grotta 1 ha un padiglione saccheggiato, un corridoio e portici aperti. All'interno della grotta, incontrerete le abili incisioni di dieci diverse manifestazioni di Lord Shiva. Quella che vi riempirà di stupore è la Trimurti, una scultura di 22 piedi di un Signore Shiva trifacciale, raffigurante tre dei suoi personaggi più significativi - creatore, protettore e distruttore dell'universo. Poi, c'è la scultura Ardhanarishwara che è la manifestazione di Shiva e della sua amata Parvati come una sola persona, e il Gangadharamurti che è la rappresentazione di Shiva come il contenitore del fiume Ganga.

©istock/ saiko3p
©istock/ saiko3p

Le altre manifestazioni del Signore Shiva che sono state magistralmente catturate sulle pareti della grotta sono Nataraj, Andhakasuravadha, Yogishvara, Ravanaanugrahamurti e Kalyanasundaramurti. Per capire le sfumature di quest'arte, è consigliabile assumere una guida presso il complesso di grotte o prenotare una visita guidata delle grotte in anticipo per capire le sfumature dell'arte qui. Grotta 2 ha anche belle sculture di Shiva e Signore Kartikeya che adornano le pareti. Purtroppo, le grotte 3-5 sono state finora devastate dalle trasgressioni della natura e dell'uomo che non rimane molto da vedere in quelle. Le grotte 6 e 7 sulla collina di Stupa sono un tempo santuari buddisti, e per raggiungerle è necessario percorrere la collina, che può richiedere da tre a quattro ore. Se non siete inclini a questo, non vi preoccupate perché non vi perderete molto. Se vi dirigete verso la cima della collina dello Stupa, vi si presenta una vista panoramica mozzafiato sull'isola verdeggiante e persino sulla stessa Mumbai!

Come raggiungere le Grotte di Elephanta

©istock/ tanukiphoto
©istock/ tanukiphoto

La gita alle Grotte di Elephanta inizia con un viaggio in traghetto attraverso il Mare Arabico fino all'isola di Elephanta. Il primo traghetto parte alle 9 del mattino dalla Porta dell'India, e l'ultimo parte dal punto di partenza del traghetto alle 14:00. C'è una biglietteria della Maharashtra Tourism Development Corporation (MTDC) vicino alla Gateway of India, e da qui è possibile prenotare il posto sul prossimo traghetto. Il modo per tornare a Mumbai dall'isola è lo stesso. L'ultimo traghetto parte dall'isola di Elephanta alle 17:30, e poiché nessuno può pernottare lì, è necessario tenere traccia del tempo e utilizzare l'ultimo traghetto. Il viaggio in traghetto di un'ora attraverso le acque turchesi del Mar Arabico è un'esperienza piacevole, con venti freschi che spirano davanti a voi.

Mumbai ha due aeroporti - l'aeroporto internazionale Chhatrapati Shivaji e l'aeroporto nazionale di Santa Cruz. È possibile usufruire di un taxi all'esterno di uno dei due aeroporti per raggiungere l'ingresso. In alternativa, potete salire sul famoso treno locale di Mumbai per scendere al Terminale Chhatrapati Shivaji o alla stazione Churchgate e da lì raggiungere a piedi l'ingresso.

Cose da ricordare

©istock/ Thurtell
©istock/ Thurtell

L'esplorazione delle Grotte dell'Elefante comporta una certa quantità di passeggiate su terreni collinari. Quindi, è importante indossare scarpe adatte allo scopo. Ed è anche importante rimanere idratati durante la visita. Quindi, non dimenticate di portare l'acqua. Potete comprare una bottiglia d'acqua in uno dei negozi che sono saliti intorno ai gradini di pietra che portano alla Gun Hill. Ricordatevi però di non acquistare prodotti commestibili in questi negozi, poiché le scimmie dell'isola di Elephanta sono famigerate per averle strappate dalle mani dei visitatori. Se avete fame, potete sempre cenare nel ristorante gestito dal governo vicino alle grotte. Mentre si scende la collina, si possono prendere dei soprammobili nei negozi per poi servirli come souvenir. Vi suggerirò sicuramente di mettere le mani sui frutti di bosco locali per il loro gusto delizioso. Inoltre, cercate di evitare di visitare il luogo durante i mesi monsonici, da giugno ad agosto, perché il Mare Arabico a volte diventa turbolento e influisce sui tempi del traghetto o lo sospende del tutto.

Ogni volta che si parla di arte antica delle grotte indiane, le Grotte di Ajanta e le Grotte di Ellora dominano il discorso. Le Grotte di Elephanta non sono da meno per quanto riguarda la loro arte, la bellezza e la diversità del loro patrimonio. Quindi, quando visitate Mumbai, assicuratevi di esplorare questa fetta di storia indiana, sequestrata su un'isola tranquilla, per un'esperienza indelebile.

Elephanta Caves, Mumbai
Elephanta Caves, Mumbai
Gharapuri, Maharashtra 400094, India

Lo scrittore

Hitaishi Majumder

Hitaishi Majumder

Ehi, sono Hitaishi, un editore con sede a Kolkata, in India, e sono qui per presentarvi diverse parti del mio incredibile paese attraverso le mie storie di viaggio sulla gastronomia, la cultura, la storia e molto altro ancora!

Altre storie di viaggio