©istock/Alexandr Sipetyy
©istock/Alexandr Sipetyy

Grotte di Ellora nel Maharashtra: l'armonia religiosa riflessa nell'arte

5 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Su un tratto di due chilometri, lungo la roccia basaltica della Deccan Trap nel Maharashtra, si trovano alcune delle più belle opere d'arte uscite dall'antica India, le grotte di Ellora. Situate a 30 km dalla città storica di Aurangabad, le grotte di Ellora sono una collezione di 34 suggestive grotte scavate nella roccia, costruite tra il 600 e il 1000 d.C. con il patrocinio delle dinastie Kalachuri, Rashtrakuta e Yadava. Ci sono 5 grotte Jain, 12 grotte buddiste e 17 grotte indù che si trovano fianco a fianco, racchiudendo così l'ethos dell'armonia religiosa che è radicata nella cultura indiana. Le Grotte di Ellora sono un patrimonio mondiale dell'UNESCO che deve essere sulla vostra lista dei posti migliori da visitare in India.

Le grotte buddiste

©istock/nodostudio
©istock/nodostudio

A sud del complesso delle Grotte di Ellora si trovano le grotte buddiste, numerate da 1 a 12, costruite tra il 600 e il 730 dC. Mentre la grotta 6 è stata la prima grotta buddista che è nata, le grotte 11 e 12 sono state costruite alla fine del periodo. Le grotte sono viharas (monasteri) e stupas (santuari) che sono adornate con suggestive sculture di Buddha e il Bodhisattvas (una persona sulla strada per diventare buddista e raggiungere l'illuminazione). L'affascinante grotta, tuttavia, è la Grotta 10 o la Grotta Vishvakarma. È conosciuta anche come la Grotta del Falegname, perché l'incredibile finitura della roccia dà l'aspetto della trave di legno! La grotta di Vishvakarma era la casa di preghiera dedicata dai buddisti nelle Grotte di Ellora. L'elaborata grotta ha un portico, otto celle e una massiccia sala di preghiera con una statua di Buddha lunga 15 piedi nella posa della predicazione.

Le grotte indù e il Tempio di Kailasa

©istock/saiko3p
©istock/saiko3p

Le grotte indù delle Grotte di Ellora, numerate 13-29, sono state costruite in due periodi: 550-600 CE e 730-950 CE. Le grotte indù costruite nella fase precedente erano dedicate a Lord Shiva e avevano anche una mitologia riguardante altri dei inscritti nelle loro pareti. Un'iscrizione particolarmente famosa è quella sul mandapa della Grotta 15, fatta dal re Rashtrakuta Dantidurga affermando di aver pregato in quel tempio. Una caratteristica dei templi di Shiva era il lingam-yoni (lingam simboleggia il fallo di Shiva, yoni simboleggia il grembo di Shakti, la Suprema Madre Divina) che occupa il posto d'onore al centro di ogni santuario. Di tutti i templi indù che si trovano nelle Grotte di Ellora, quello che spicca per la sua pura genialità artistica è il Tempio o Grotta 16 di Kailasa.

©istock/Rattham
©istock/Rattham

Non sto affatto esagerando quando dico che se dovessi farvi visitare solo tre monumenti in tutta l'India, il Tempio di Kailasa sarebbe proprio lassù nella mia lista con il Taj Mahal e le Grotte di Ajanta. Vi garantisco che non avete mai visto qualcosa come il Tempio di Kailasa. È una meraviglia architettonica e la più grande struttura monolitica (scavata in un unico pezzo di roccia) del mondo! L'intero tempio misura 164 piedi di lunghezza, 108 piedi di larghezza e 100 piedi di altezza. La costruzione di questa meraviglia dell'VIII secolo ha richiesto la rimozione di roccia solida del peso di 200.000 tonnellate, ed è l'unico tempio delle Grotte di Ellora che è stato scavato verso il basso! Uno sguardo al Tempio di Kailasa e saprete subito che tutto quel duro lavoro ne è valsa la pena.

©istock/mazzzur
©istock/mazzzur

Le pareti del tempio sono decorate con sculture ornamentali di diverse figure mitologiche, dei e dee, sculture a grandezza naturale di animali, rappresentazioni erotiche di uomini e donne in preda alla passione. Una parte delle pareti del tempio ha persino le due epopee indiane, il Ramayana e il Mahabharata, raffigurate attraverso miniature! Il tempio ha monoliti scolpiti, porte, scale che conducono al santuario intagliato che ospita il lingam-yoni. Il Tempio di Kailasa è davvero uno spettacolo artistico e un'impresa tecnologica che rimarrà impressa nella vostra mente anche molto tempo dopo la vostra visita.

Ti suggerisco di farti dare una guida mentre esplori il Tempio di Kailasa. Una volta compresa l'enormità degli avvenimenti che sono stati semplicemente illustrati sulle pareti del tempio, vi renderete conto del suo vero valore.

Le grotte Jain

©istock/ePhotocorp
©istock/ePhotocorp

Le 5 grotte Jain, numerate 30-34, sono state costruite tra il 730 e il 950 CE. Queste grotte appartenevano alla setta Digambara del giainismo ed espongono incisioni raffiguranti la sensibilità mitologica dei Jainisti di allora. Le grotte, situate sul lato nord del complesso di grotte, comprendono elementi architettonici come le verande colonnate e i mandapas (portico del tempio). Cave 32 è impreziosita da bellissimi intagli di fiori insieme ad altri elementi decorativi. Prendete nota speciale della Grotta 30, conosciuta anche come Chota Kailasa. Ospita due statue colossali di Lord Indra, una con 8 braccia e l'altra con 12 braccia, in pose danzanti.

Come visitare le Grotte di Ellora

©istock/mazzzur
©istock/mazzzur

Le Ellora Caves sono a un'ora di macchina dalla città di Aurangabad attraverso la National Highway 52. La cosa più semplice da fare è noleggiare un'auto che vi lascerà e ancora una volta si sceglie dall'ingresso del complesso di grotte. La Maharashtra State Road Transport Corporation (MRSTC) offre visite guidate in autobus alle grotte. Gli autobus partono dalla stazione centrale degli autobus di Aurangabad e coprono anche le attrazioni turistiche lungo il percorso. In alternativa, ci sono autobus statali che percorrono regolarmente lo stesso percorso. Le grotte rimangono aperte ai visitatori dalle 7.00 alle 18.00 per tutta la settimana, tranne il lunedì.

Un'esperienza di una vita

©istock/byheaven
©istock/byheaven

Le Grotte di Ellora esemplificano lo spirito di armonia religiosa e di convivenza, qualcosa che è il bisogno dell'ora. E la parte migliore è che il messaggio viene trasmesso nel linguaggio dell'arte! È uno dei posti migliori da visitare non solo nel Maharashtra ma anche in tutta l'India. Quindi, non ti muovere. Dirigetevi in India appena possibile e vivete le stupende Ellora Caves in tutta la loro gloria.


Lo scrittore

Hitaishi Majumder

Hitaishi Majumder

Ehi, sono Hitaishi, un editore con sede a Kolkata, in India, e sono qui per presentarvi diverse parti del mio incredibile paese attraverso le mie storie di viaggio sulla gastronomia, la cultura, la storia e molto altro ancora!

Altre storie di viaggio