Sulle tracce di Picasso a sud della Francia - parte 1

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Con tutta la sua lavanda, i suoi aranci, i suoi incantevoli villaggi e il suo buon vino, non sorprende che numerosi artisti si siano rifugiati nel sud della Francia, cercando ispirazione o semplicemente un po' di tranquillità. Uno dei residenti più famosi di Le Midi fu sicuramente Pablo Picasso, che cambiò spesso domicilio, ma anche le sue donne e le sue muse. Nel sud della Francia, Picasso cercava un rifugio dalla frenetica Parigi, nascondendosi con le sue amanti e dipingendo alcune delle sue opere più famose. Tra la fine degli anni '20 e l'inizio degli anni '30 trascorreva le vacanze estive con la sua prima moglie, Olga, a Juan-Les-Pins, e a volte ad Antibes e a Cannes. Poco dopo tornò con il suo grande amore, Marie-Thérèse e poi alla fine con la sua più grande fonte d’ispirazione, una fotografa Dora Maar. Ancora oggi, il suo forte passaggio è impresso in questa regione, e se ne possono seguire le tracce lungo il fiume. Oltre a passeggiare per le strade dove era solito camminare a Juan-les-Pins, godendosi i caffè e le spiagge di Antibes, ci sono anche musei che conservano i suoi ricordi, come quelli di Nizza, Cannes, Ménerbes e altri.

Spostarsi verso sud per Picasso significava non solo un trasferimento geografico, ma anche un cambiamento per quanto riguardava il suo stile e la sua mentalità. Questo spiega come, durante lo stesso anno, dipinse un Guernica grigio e minaccioso (a Parigi) e la gioiosa opera La Plage, Juan-les-Pins (a Juan-les-Pins).

Juan-Les-Pins / Antibes (1939 e 1945)

All'inizio della seconda guerra mondiale, Picasso si ritrova ad Antibes, dipingendo "La pesca notturna ad Antibes". Questa piccola città non ha mai mancato di ispirarlo, e una volta qui è facile capire perché. Tuttavia, quando dopo la guerra, volle stabilirsi qui, non fu facile per lui trovare un alloggio-studio. Durante una conversazione che ebbe con un ex curatore del castello Grimaldi si materializzò una soluzione e Picasso potè installarsi sui bastioni del castello di Antibes trasformato allora in un museo. Utilizzò il piano superiore come atelier e promise di decorare l'intero edificio con la sua arte. E così fece. A Palazzo Grimaldi, affacciato sulla costa rocciosa, Picasso dipinge con passione ed entusiasmo. Il famoso La Joie de vivre è stato dipinto proprio lì. Oggi, questo museo attira molti visitatori proprio grazie alle opere di Picasso, conosciute nel mondo. Se visitate queste due incantevoli città, oltre a tutte le opere d'arte che Picasso offre generosamente, troverete molto di più: alcune delle migliori spiagge francesi, tanta storia ad ogni angolo, un festival jazz curato nei dettagli e della durata di dieci giorni, ottimo vino e cibo gustoso per accompagnare. La vera gioia di vivere ad ogni passo! Inoltre, non dimenticate di salire sul forte che è il simbolo di Antibes. Una volta era l'ultimo punto di difesa prima del confine italiano. Oggi è un bel posto per godersi la vista e il panorama a 360°, essendo aperto al pubblico dal 1998.

Vallauris (1948-1955)

A Vallauris, Picasso era, per usare le sue stesse parole, un vasaio tra i tanti. In questo paese dalla lunga tradizione ceramica, l'artista scopre il mondo della ceramica che lo appassiona e che gli offre la possibilità di esprimersi in modo nuovo. Si diverte a creare, utilizzando strumenti da cucina per fare la sua arte, sperimentando in modo permanente e, infine, producendo oltre 4000 opere presso il laboratorio di Fournas. In questo modo ha contribuito a far rivivere l'industria ceramica della città, che ora ha il suo museo Picasso. A Vallauris, oltre a tutte le sculture, realizzò la famosa opera Guerra e Pace, una delle maggiori opere d'arte dell'epoca. Alcuni residenti ancora lo ricordano e sia Françoise Gilot, suo amico di lunga data, e Jacqueline Roque, la sua seconda moglie che sposò durante una cerimonia segreta presso il municipio di Vallauris nel 1961. Picasso ha donato alla città la scultura L'Homme au mouton, che si trova su una piazza del mercato, Place du Village.

Vallauris
Vallauris
06220 Vallauris, France
Musée Picasso Antibes
Musée Picasso Antibes
Place Mariejol, 06600 Antibes, France
Juan-les-Pins
Juan-les-Pins
Juan-les-Pins, 06160 Antibes, France

Lo scrittore

Natacha Costa

Natacha Costa

Ciao, vi racconterò del sud della Francia, le Azzorre, l'Islanda, tra gli altri luoghi, qui su itinari. Viaggiare mi ha insegnato più di ogni altra scuola e sono entusiasta di condividere questa mia passione con voi!

Altre storie di viaggio