Cover picture © Credit to Sukanya Garg
Cover picture © Credit to Sukanya Garg

La villa di Ghalib: Ricordare l'era Mughal a Delhi

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Ghalib Ki Haveli è uno dei luoghi turistici meno conosciuti di Delhi, che è stata la capitale di molti imperi e regni da quando è stata abitata nel 6° secolo aC. Girando per Delhi, si può assistere a tutta la ricchezza di questa storia con le vestigia di queste antiche civiltà nascoste da qualche parte, sepolte in mezzo a tutta la frenesia della moderna metropoli. Ci vuole solo un occhio attento e un po' di curiosità. Una di queste gemme nascoste è un vecchio "haveli" (palazzo) che servì come casa di un poeta verso la fine della sua vita. Il palazzo di Ghalib ki Haveli o Ghalib fu la casa di uno dei più importanti e influenti poeti indiani - Mirza Ghalib, dell'era Mughal. L'impero Mughal era un regno glorioso che si estendeva dall'attuale Afghanistan fino al Myanmar. In questo periodo l'India è stata testimone della ricchezza culturale, economica e sociale. La reminiscenza di quest'epoca, che durò approssimativamente dal XVI alla metà del XIX secolo, risuona ancora fortemente attraverso Delhi e l'India.

La casa del poeta

Situato nel centro del vivace e vivace quartiere di Old Delhi, Ghalib ki Haveli si ritira nella quiete, con testimonianze della vita del poeta e della bellezza dell'architettura Mughal. L'haveli è stato recentemente dichiarato patrimonio nazionale dalle autorità archeologiche. Oggi funge da museo e da omaggio a Mirza Ghalib. In mezzo a molti ritratti avvincenti, ospita anche poesie manoscritte del poeta. Mentre entri nell'haveli, i muri leggono:

؎ اگ گھر رہا رہا رہا ہے در سبزہ ہیں و دیوار سے سے سے ہیں غاؔلب غاؔلب بیاباں میں میں میں ہیں اور گھر میں میں بہار آئی آئی ہے

Liberamente tradotto in inglese a:

Il verde sta crescendo dalle porte e dalle pareti 'Ghalib', io sono nella natura selvaggia e la primavera è arrivata a casa mia.
Picture Credit © Wikipedia/Abhishekhanna
Picture Credit © Wikipedia/Abhishekhanna

Un poeta straordinario

Lo scrittore deviante Mirza Ghalib fu insignito del titolo "Dabir-ul-Mulk", facendone il nobile poeta di corte sotto l'imperatore Bahadur Shah Zafar II. Ma Ghalib era famoso per essere famoso e non preoccuparsi della sua reputazione pubblica e per aver sfidato le norme sociali. Era spesso arrestato per gioco d'azzardo, e disprezzava altri poeti per non aver bevuto vino e non aver visto le mura della prigione. Anche se la sua nobile carriera fu di breve durata e fu soppiantata dalla dominazione coloniale britannica, scrisse una grande quantità di poesie, tra cui le più significative sono i "ghazals", che fino ad oggi sono cantate e interpretate non solo dagli indiani, ma anche dai pakistani e da una significativa diaspora in tutto il mondo, facendone il più celebre poeta dell'era Mughal.

Picture Credit © to Sukanya Garg
Picture Credit © to Sukanya Garg

Passeggiando lungo la corsia della memoria

Una visita alla villa di Ghalib a Delhi non è solo per gli amanti della letteratura o della cultura. È quasi come tornare indietro nel tempo, dato che la zona circostante di Delhi vecchia conserva ancora, quasi conservato, il calore e il fascino dell'era Mughal. Dall'"havelis", costruita in modo elaborato, ai labirinti affusolati di strade piene di venditori e negozi, il territorio circostante offre un'escursione per tutti i sensi e, soprattutto, un coinvolgente, quasi accattivante odore di cibo. L'area è l'epicentro del miglior cibo Mughlai a Delhi, e forse anche in India (con l'unica eccezione di Hyderabad). A poche strade dall'haveli ci sono ristoranti che servono una cucina elaborata a prezzi sorprendentemente accessibili. I vicini 'bazar' sono un paradiso per gli amanti dello shopping, offrendo una varietà di corsie dedicate con negozi e venditori che vendono di tutto, dalle spezie ai tessuti ricamati intricatamente. E se non altro, penso che valga ancora una visita per vedere la "vera" Delhi, quella che in qualche modo racchiude tutto il trambusto della città moderna, ma riesce ancora a far rivivere le reminiscenze delle sue radici di origine.

Picture credit © iStock/ErmakovaElena
Picture credit © iStock/ErmakovaElena
Ghalib ki Haveli, Delhi
Ghalib ki Haveli, Delhi
Gali Qasim Jan, Balli Maran, Baradari, Chandni Chowk, New Delhi, Delhi 110006, India

Lo scrittore

Rajat Sharma

Rajat Sharma

Sono un artista visivo di Delhi che ha conseguito un Master in Media Arts and Practices con specializzazione in Cinema. Sono un flaneur curioso, che è molto incuriosito da culture, stili di vita, cucine, architettura e persone diverse.

Altre storie di viaggio