© Istock/JeremyRichards
© Istock/JeremyRichards

Città fantasma del Cile, città storiche abbandonate

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Il Cile, come vi ho detto, è un luogo di meraviglie naturali, luoghi segreti e gemme nascoste. Questo articolo, tuttavia, non riguarda la natura....è una storia agrodolce sulle città fantasma che si possono ancora visitare. Immagina di camminare in una strada vuota di una vecchia città mineraria. L'unica cosa che conta è la vostra presenza, gli edifici e il sentimento di nostalgia di un'epoca d'oro. E' cosi' che si sente una citta' fantasma. Vuoto ma pieno di ricordi. Per farvi capire cosa sono queste città abbandonate e perché sono state lasciate così, vi darò un piccolo contesto.

In primo luogo, un po' di storia

L'attività principale del mio paese è sempre stata l'estrazione di minerali, in particolare di salnitro e rame.

Il Cile era una volta il più grande produttore mondiale di salnitro! Il salnitro era molto popolare intorno al 1880 perché poteva essere usato come fertilizzante e polvere da sparo. Questo fatto, portò al Cile molti cambiamenti, uno dei quali fu la formazione di piccole città vicino ai luoghi di sfruttamento minerario, dove i lavoratori avrebbero vissuto.

Ma perché lasciare la tua vita in città per andare in una città lontana vicino ad una miniera? Beh, immaginate di essere un giovane della classe media, che non ha molte scelte per vivere e sente parlare di un lavoro nel settore minerario, che comprende anche una casa. Come ci si aspettava, ha funzionato alla grande. La gente si sarebbe trasferita lì nella speranza di trovare una vita migliore e persino di formare una famiglia. Anni dopo, la tragedia ha colpito! Il salnitro artificiale ha cominciato ad essere fatto, ed era più economico e buono come quello naturale. Come risultato, l'estrazione del salnitro iniziò lentamente a morire, i posti di lavoro andarono perduti, le persone lasciarono le loro case e le città si trasformarono in "vecchi edifici e ricordi".

Questa è la stessa storia dell'estrazione del rame, tranne che per la fine; l'estrazione del rame è ancora la principale attività economica del Cile, quindi la chiusura delle città legate all'estrazione del rame era per una ragione diversa.

Questa è la storia che sta dietro la maggior parte delle città che presenterò. In alcuni di essi, era di sale, mentre in altri era di rame; tuttavia, alla fine, tutti sono diventati città fantasma.

© istock/cicloco
© istock/cicloco

Humberstone e Santa Laura, il più grande punto di sfruttamento del salnitro

Situato nel nord del Cile, a 47 km da Iquique, un tempo era il più grande punto di sfruttamento del sale del paese. Qui potete vedere le case dove vivevano le persone, i negozi e la zona industriale, che vi danno un quadro completo di come si viveva negli anni d'oro. Humberstone è stato chiuso alla fine degli anni Cinquanta ed è stato dichiarato patrimonio mondiale dell'umanità dall'UNESCO! Passeggiando per questa città fantasma, ti sembrerà di camminare in un'altra epoca, congelata nel tempo.

©  istock/DC_Colombia
© istock/DC_Colombia
Humberstone and Santa Laura
Humberstone and Santa Laura
km 47 A-16, Pozo Almonte, Región de Tarapacá, Chile

Sewell, una città fantasma su una collina.

Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO, Sewell è stata costruita e popolata intorno al 1904 e si trova a circa 2100 metri sul livello del mare nella catena delle Ande. Questo posto era un centro di sfruttamento del rame. Ciò che è molto interessante di questa città fantasma è il modo in cui è costruita e quanto è ben conservata. Alcuni dicono che si sente un'atmosfera soprannaturale nel posto. Pieno di case colorate e di edifici stranamente posizionati, è possibile passeggiare per le strade di questa città fantasma e vedere un approccio più moderno alla vita.

Sewell
Sewell
Sewell, Machalí, Región del Libertador Gral. Bernardo O’Higgins, Chile
© Flickr/Marcelo Páez Bermúdez
© Flickr/Marcelo Páez Bermúdez

Chuquicamata, la più recente città fantasma in una miniera ancora in produzione

L'ultima città fantasma si trova a 4000 metri sul livello del mare nel deserto di Atacama, a nord del Cile, ed è il luogo che chiamo casa, anche se l'ho lasciata molti anni fa. Chuquicamata è stata chiusa nel 2007 a causa dell'inquinamento e dell'espansione della miniera di rame. Come ogni altra città fantasma, un sacco di leggende circondano il luogo, e c'è un inevitabile senso di nostalgia mentre lo si visita.

Chuquicamata
Chuquicamata
Chuquicamata, Calama, Región de Antofagasta, Chile
©Istock/bohemia8
©Istock/bohemia8

Le città fantasma sono un grande punto turistico per quanto misteriose e piene di storie. Sono anche una testimonianza di un diverso modo di vivere, perché si sentono come "un'immagine, congelata nel tempo". Per chi, come me, ha dovuto lasciare la propria casa, è un ricordo di giorni migliori, una fonte di nostalgia e un senso di orgoglio per essere una piccola parte della lunga storia del nostro paese.


Lo scrittore

Francisca Pizarro

Francisca Pizarro

Ciao, sono Francisca. Dal nord del Cile e dal sud del mondo, ossessionato dai paesaggi naturali e dai musei, ti porterò attraverso il Cile come se fossi un locale, sperando che ti innamori di questo paese quanto lo sono io.

Altre storie di viaggio