©iStock/sorincolac
©iStock/sorincolac

Pronto a vivere tu stesso questa storia?

Pianifica il tuo viaggio

Grand Place, Bruxelles: la storia incontra la leggenda per creare un racconto

5 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Grand Place (Grote Markt) è la piazza centrale di Bruxelles. Con la sua sontuosa miscela di stile gotico, barocco e rinascimentale, la piazza è stata inserita nel 1998 nell'elenco del patrimonio mondiale dell'UNESCO. Luogo essenziale per ogni turista e il luogo più instabile per ogni viaggiatore che si rispetti, Grand Place riflette una ricca storia e offre una generosa porzione di leggende urbane. In altre parole: la storia incontra la leggenda per creare un racconto.

© iStock/adisa
© iStock/adisa
Grand-Place, Brussels
Grand-Place, Brussels
1000 Brussels, Belgium

Grand-Place è circondato da diverse maestose case di corporazioni, ristoranti, cioccolaterie e musei. Non dimentichiamo i laboratori di merletti di Bruxelles, i negozi di birra artigianale e le bancarelle di souvenir dove è possibile acquistare un cavatappi con il Manneken Pis o un mini pianoforte a forma di Atomium.

© iStock/TPopova
© iStock/TPopova

La funzione originaria della piazza della città era quella di mercato azionario. Nel 987 il duca della Bassa Lorena, Carlo, costruì il mercato in questo punto strategico, perfetto per l'attività commerciale. Il piccolo insediamento si sviluppò nella bella città di Bruxelles e il mercato si trasformò in un centro culturale. Tuttavia, lo spirito commerciale del passato permea ancora l'aria e si conserva nei nomi delle vie circostanti - Mercato delle erbe, Via del formaggio, Via del burro e così via.

© iStock/Bombaert
© iStock/Bombaert

La Casa dei Duchi del Brabante

© Desi Krsteva
© Desi Krsteva
House of Dukes of Brabant, Brussels
House of Dukes of Brabant, Brussels
Grote Markt, 1000 Brussel, Belgium

La Casa dei Duchi del Brabante è un insieme di sette edifici di gilda in stile neoclassico, riccamente decorati con statue e ornamenti. Nel 1695, dopo i bombardamenti delle truppe di Luigi XIV, le sette case furono nascoste dietro un unico grande muro con una porta comune.

Il Municipio di Bruxelles

© iStock/NMelander
© iStock/NMelander

La costruzione del municipio di Bruxelles iniziò nel 1402, quando furono poste le prime fondamenta dell'edificio sotto l'occhio vigile dell'architetto Jacob van Thienenen. Egli costruì solo un'ala della struttura. Quasi 30 anni dopo, l'edificio fu completato da un architetto sconosciuto che ne terminò l'ala destra e centrale.

© Desi Krsteva
© Desi Krsteva

Ciò che rende il municipio ancora più unico è la struttura asimmetrica. La torre non è esattamente al centro e l'edificio è stato costruito più a lungo del necessario. L'architetto era così imbarazzato da queste imprecisioni che si è arrampicato sulla torre e si è buttato dalla cima!

© iStock/JByarg
© iStock/JByarg

La leggenda vuole che il suo spirito imbarazzato vaghi ancora, insoddisfatto della mancanza di perfezione anche dopo tanti anni. Alcuni sostengono di sentirlo sussurrare, implorandoli di demolire e ricostruire il Municipio affinché la sua anima possa finalmente trovare la pace. Altri insistono sul fatto che in una giornata molto chiara, quando il sole splende in modo estremamente luminoso (cosa che, tra l'altro, non accade mai in Belgio), il fantasma dell'architetto appare in cima alla torre, piangendo e guardando nello spazio vuoto.

© iStock/orpheus26
© iStock/orpheus26
The Brussels Town Hall, Brussels
The Brussels Town Hall, Brussels
Grote Markt, 1000 Brussel, Belgium

La Maison Du Roi

Il Museo della Città di Bruxelles (La Maison Du Roi) affascina con la sua facciata neogotica e vanta oltre 7.000 oggetti, tra cui la statua originale del Manneken Pis. Conosciamo tutti la leggenda del ragazzino che ha salvato la città dall'incendio facendo... beh, sapete cosa. Tuttavia, sono sicuro che non sapevate che alcuni credono che la prima statua del Manneken Pis fosse in realtà un calco del corpo del bambino reale. Era ancora vivo quando questo accadde, e i suoi genitori furono compensati con un sacchetto di monete. Un'altra versione della leggenda dice che egli posò nudo solo per la realizzazione della statua. Sta a voi decidere quale storia sembra più credibile.

© iStock/Karolinapatryk
© iStock/Karolinapatryk
Brussels City Museum
Brussels City Museum
Grand Place 2, 1000 Bruxelles, Βέλγιο

Già che siamo in tema, non mancate di visitare la statua stessa. Manneken Pis sorge a poche centinaia di metri dalla piazza e ogni volta è vestito in modo diverso, a seconda dell'occasione. E mentre ci andate, regalatevi una cialda belga!

© iStock/Origovisualis
© iStock/Origovisualis
Manneken Pis, Brussels
Manneken Pis, Brussels
1000 Brussels, Belgium

La statua della fortuna

© iStock/ZZ3701
© iStock/ZZ3701

Il monumento di Everard t'Serclaes (o la statua che porta fortuna), si trova su una delle pareti della Maison de l'Étoile (la Casa della Stella). È stato eretto lì in memoria di Everard t'Serclaes, un eroe belga, che aiutò a spingere le truppe fiamminghe fuori dalla città. Respirava l'ultimo respiro e moriva nella Maison de l'Étoile. È noto che toccare la mano della sua statua porta fortuna e salute. O così dice la leggenda.

Everard t'Serclaes Monument, Brussels
Everard t'Serclaes Monument, Brussels
Grote Markt, 1000 Brussel, Belgium

La Galleria Reale di Saint Hubert

© iStock/olrat
© iStock/olrat

Galleries Royal è un progetto dell'architetto Jean-Pierre Cluysenaer, fondato nel 1846 come luogo alla moda per lo shopping e la degustazione di cioccolato. Qui sono riuniti i negozi delle più prestigiose marche di cioccolato belghe, accanto a invitanti pasticcerie e caffè civettuoli.

© iStock/alev gunebakanil
© iStock/alev gunebakanil

E, naturalmente, una delle più antiche sale cinematografiche del Belgio, la Cinema Galleries, è un luogo dove vengono proiettati film rari.

© iStock/Blue Planet Studio
© iStock/Blue Planet Studio
Galeries Royales Saint-Hubert, Brussels
Galeries Royales Saint-Hubert, Brussels
Galerie de la Reine, 1000 Brussels, Belgium

Tempo di caffè

© The Sister Brussles Café / unknown author
© The Sister Brussles Café / unknown author

Per finire bene la passeggiata intorno a Grand Place, suggerirei di dare un morso al popolare Sister Brussels Café. Ottima cucina, molte opzioni vegane e vegetariane, e il piano superiore è un palcoscenico per molti artisti e musicisti.

© The Sister Brussels Café / unknown author
© The Sister Brussels Café / unknown author
The Sister Brussels Café, Brussels
The Sister Brussels Café, Brussels
Rue Chair et Pain 3, 1000 Bruxelles, Belgium

Nonostante la sua popolarità in tutto il mondo, la vivace Grand Place di Bruxelles ha sempre qualcosa che vi sorprenderà. Non c'è posto per la noia qui, alla Grand Place, dove la storia incontra la leggenda per creare un racconto.

©iStock/eurobanks
©iStock/eurobanks

Città interessanti legate a questa storia





Lo scrittore

Desislava Krsteva

Desislava Krsteva

Ciao, mi chiamo Desi. Sono un'attrice, una viaggiatrice e una cantastorie. Sono sempre stata appassionata di scoprire nuove culture e luoghi affascinanti in tutto il mondo. Su itinari, vi farò scoprire alcuni dei luoghi più belli del Belgio.

Sei pronto a vivere tu stesso questa storia?

Pianifica il tuo viaggio

Altre storie di viaggio