© istock/Vladislav Zolotov
© istock/Vladislav Zolotov

Ermitage a San Pietroburgo: il secondo museo d'arte più grande del mondo

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Se siete alla ricerca dei tesori più magnifici della Russia, come le opere d'arte famose in tutto il mondo, il Museo Statale dell'Ermitage di San Pietroburgo è sicuramente il luogo da visitare. Fondato nel XVIII secolo dall'imperatrice Caterina la Grande, è diventato il secondo museo d'arte più grande del mondo. Si trova proprio nel centro della capitale della Russia settentrionale, come viene spesso chiamata San Pietroburgo, e dovrebbe essere visitato almeno una volta nella vita.

La storia dell'eremo in sintesi

© istock/Delpixart
© istock/Delpixart

Tutto ebbe inizio quando l'imperatrice Caterina la Grande aveva ottenuto una collezione di dipinti da Johann Ernst Gotzkowsky, un mercante prussiano che aveva un enorme debito causato dal fallito tentativo di fornire alcuni grani all'esercito russo. Passò all'imperatrice alcuni preziosi capolavori, creati da artisti famosi, come Peter Paul Rubens, Anthony van Dyck, Rembrandt, Dirck van Baburen e Jacob Jordaens. Questa collezione ha costituito la base del moderno Museo Statale dell'Ermitage.

All'inizio era conservata in una discreta suite del Palazzo d'Inverno sulla Piazza del Palazzo, che all'epoca era la residenza ufficiale degli imperatori russi. Questo edificio, il cosiddetto "Piccolo Eremo", si trova vicino al Palazzo d'Inverno. Il nome "Ermitage" deriva da una parola francese che significa "dimora di un eremita o di un recluso", perché qui Caterina la Grande mostrava la sua collezione ai visitatori e svolgeva anche alcune funzioni pubbliche non ufficiali. Ai nostri giorni, il Museo dell'Ermitage occupa un complesso edilizio composto dall'OId Hermitage, dal Nuovo Ermitage, dal Teatro dell'Ermitage e dal Palazzo d'Inverno.

Cosa vedere in un solo giorno

© istock/Vladislav Zolotov
© istock/Vladislav Zolotov

Si ritiene che una persona abbia bisogno di non meno di otto o dieci giorni per vedere tutte le opere esposte nel Museo dell'Ermitage. E di sicuro un giorno non è sufficiente per vederle. Non c'è da stupirsi, ci sono tre milioni di pezzi esposti! Ma ci sono anche dei "must", e vi dirò su cosa concentrarvi quando deciderete di visitare l'Hermitage durante il vostro soggiorno a San Pietroburgo.

Per prima cosa, basta che vi occupiate del vostro biglietto in anticipo. Essendo un luogo estremamente popolare, l'Hermitage attira l'attenzione di molte persone che vengono nella capitale del Nord. In secondo luogo, provate a leggere qualcosa sul museo prima della vostra visita, in modo da sapere cosa vedere quel giorno stesso. Ad esempio, gli spazi con i capolavori di Rembrandt e Leonardo da Vinci sono estremamente popolari, quindi è meglio pianificare la visita in modo da non passare molto tempo in coda. Nell'Ermitage, ci sono due famosi dipinti di Da Vinci, "Madonna Benois Madonna" (conosciuta come "Madonna con il Bambino e i fiori") e "Madonna Litta".

Inoltre, c'è un'impressionante collezione d'arte spagnola esposta nel Museo dell'Ermitage. Probabilmente il dipinto più noto è "Il pranzo" ("El almuerzo") di Diego Velázquez. E forse nessuno vorrebbe perdersi le magnifiche opere degli impressionisti francesi, come i dipinti di Pierre-Auguste Renoir, Alfred Sisley e Camille Pissarro, tra gli altri. Sono esposte nel Palazzo dello Stato Maggiore, sempre in Piazza del Palazzo.

Naturalmente non ci sono solo dipinti nel Museo dell'Ermitage. È famoso per molte mostre, come sculture, oggetti storici e pezzi d'interni. Tutti dovrebbero trovare nell'Ermitage qualcosa di bello da ammirare.

Alcuni consigli

Si consiglia vivamente di trovare il momento adatto per visitare il Museo dell'Ermitage, quando si è a San Pietroburgo. Ricordate solo che durante l'alta stagione, come le vacanze scolastiche, la stagione delle "notti bianche", o l'estate e i giorni festivi, a San Pietroburgo c'è molta gente, quindi le possibilità di visitare il Museo dell'Ermitage senza lunghe code sono piuttosto scarse. Inoltre, se rimanete più a lungo a San Pietroburgo, cercate di programmare la vostra visita all'Hermitage in un giorno feriale, e preferibilmente prima di mezzogiorno (il museo apre alle 10:30 tutti i giorni tranne il lunedì), o dopo le 16:00 quando sono presenti meno persone.

© istock/Elena Odareeva
© istock/Elena Odareeva

Il Museo dell'Ermitage, con i suoi capolavori e gli interni ben conservati, merita ovviamente una visita. È il secondo museo d'arte più grande del mondo e, se siete già a San Pietroburgo, non perdete l'occasione di esplorarlo. Per la precisione, pianificate il vostro tempo in anticipo per vedere quanto più possibile in una volta sola, e perché no - tornate un'altra volta per vedere il resto.

State Hermitage Museum, Saint Petersburg
State Hermitage Museum, Saint Petersburg
Palace Square, 2, Sankt-Peterburg, Russia, 190000

Città interessanti legate a questa storia


Lo scrittore

Maria Selezneva

Maria Selezneva

Ciao, io sono Maria, o Masha, come mi chiamano i russofoni. Sono la vostra guida locale per i luoghi da non perdere e anche per i luoghi fuori dai sentieri battuti di Mosca e San Pietroburgo. Vi mostrerò le mie destinazioni preferite in entrambe le città, dove potrete sentire il vero spirito delle tradizioni locali.

Altre storie di viaggio