© Pixabay/ shantanukashyap
© Pixabay/ shantanukashyap

Museo indiano di Calcutta: il più antico e il più grande museo indiano

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Il Museo indiano di Calcutta è il più antico di tutta la regione dell'Asia-Pacifico e il nono museo più vecchio del mondo. Il Museo indiano, la più grande istituzione culturale dell'India, ha più di due secoli di storia, avendo celebrato il bicentenario della sua fondazione nel 2014. Il grande museo antico che si sviluppa su 930 metri quadrati ha 35 gallerie e vanta più di 100.000 pezzi da collezione distribuiti in sei sezioni principali - Arte, Archeologia, Antropologia, Geologia, Zoologia e Botanica economica. Dai dipinti contemporanei alle mummie egizie, dalle sculture antiche alle sacre reliquie di Gautama Buddha, il Museo indiano ha in serbo qualcosa per ogni visitatore appassionato di divulgazione culturale.

La storia del Museo indiano

© Wikimedia Commons/ Biswarup Ganguly
© Wikimedia Commons/ Biswarup Ganguly

La Società Asiatica del Bengala pose la prima pietra del Museo Indiano all'interno dell'edificio della Società Asiatica a Park Street, Calcutta, nel 1814. Per questo motivo il museo si chiamava allora Asiatic Society Museum. Il botanico danese Nathaniel Wallich non solo è stato il curatore fondatore del museo, ma ha anche donato esemplari botanici della sua prolifica collezione. Nel 1867 iniziò la costruzione del magnifico edificio bianco che oggi ospita il museo. Il famoso architetto W.L.Grandville progettò la splendida struttura in stile neoclassico, e il Museo indiano si trasferì ufficialmente nella sua nuova sede nel 1875. Tuttavia, fu solo il 1° aprile 1878 che il museo aprì le porte al pubblico nel suo nuovo indirizzo vicino alla zona del Nuovo Mercato nel cuore di Calcutta.

Il Museo indiano oggi...

© Wikimedia Commons/ Biswarup Ganguly
© Wikimedia Commons/ Biswarup Ganguly

Il Museo indiano ospita la sua enorme collezione di artefatti distribuiti su tre piani. Entrando nel museo, alla vostra destra troverete la Galleria Bharhut. In questa galleria sono esposti resti architettonici storicamente significativi che risalgono al I secolo a.C. Da qui si può raggiungere il primo piano che ospita l'affascinante Galleria dei Dipinti. Si tratta di un tesoro di dipinti in miniatura del periodo Moghul in India, insieme ai capolavori del periodo moderno della scuola di pittura neo-bengalese. Che si tratti di Gaganendranath Tagore, Nandalal Bose, Abdur Rehman Chugtai o del grande Jamini Roy, nominate un artista bengalese moderno, e qui troverete la sua creazione. La Galleria delle Monete del Museo Indiano è un'altra visita imperdibile. Con oltre 52.000 pezzi, la Galleria delle Monete del Museo indiano possiede la più grande collezione di monete indiane del mondo.

© Wikimedia Commons/ Biswarup Ganguly
© Wikimedia Commons/ Biswarup Ganguly

E poi, c'è la famosa Egypt Gallery che è sempre al centro dell'attenzione. Questa galleria ha una mummia egiziana di 4000 anni, che è una delle sei mummie attualmente esposte in tutta l'India. La Galleria dell'Egitto è la sede di un gruppo di splendide antichità egizie e offre una sbirciatina all'antica civiltà egizia. Oltre a queste, ci sono anche diverse altre gallerie appartenenti alle sezioni di zoologia, botanica, arte e archeologia, con collezioni proprie ricche e affascinanti.

Come e quando visitare il Museo indiano

© Flickr/ Paul Miller
© Flickr/ Paul Miller

Il Museo indiano è ben collegato al resto della Città della Gioia. Se volete usufruire della metropolitana di Kolkata, la stazione della metropolitana più vicina è Park Street da dove si trova il Museo Indiano a circa 350 metri di distanza. Per visitare il museo è possibile anche usufruire di autobus pubblici o statali. E poi, ci sono sempre gli iconici taxi ambasciatori gialli di Calcutta per una giornata in città. È possibile fare un tour del Museo indiano tra le 10.00 e le 18.30 da martedì a venerdì. Il sabato e la domenica il museo rimane aperto dalle 10.00 alle 20.00. Il museo rimane chiuso per i visitatori il lunedì e le festività nazionali indiane che sono elencate sul sito ufficiale del museo.

Museo indiano: un'istituzione di eminenza

© Archi Sengupta
© Archi Sengupta

Sapevate che è stata la sezione zoologica del Museo indiano che ha portato alla formazione di un'organizzazione del governo indiano chiamata Zoological Survey of India? Il Museo indiano non è solo un museo. È un santuario della conoscenza che da due secoli è testimone dei tempi che cambiano e che ha lasciato il segno nel paesaggio culturale non solo di Calcutta ma di tutta l'India. Durante il vostro viaggio a Calcutta, una visita al più antico e grande museo indiano è un must.


Lo scrittore

Hitaishi Majumder

Hitaishi Majumder

Ehi, sono Hitaishi, un editore con sede a Kolkata, in India, e sono qui per presentarvi diverse parti del mio incredibile paese attraverso le mie storie di viaggio sulla gastronomia, la cultura, la storia e molto altro ancora!

Altre storie di viaggio