Napoli è sicura? Risolviamo la questione.

4 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Napoli è sicura? Vale la pena visitare Napoli? Queste sono le domande più rilevanti che gli stranieri mi hanno posto su Napoli. Sto cercando di rendere visibile il lato interessante di Napoli attraverso un'esplorazione virtuale della città, scrivendo dei miei 5 migliori piatti preferiti o della migliore arte e cibo di strada della città. Eppure, sento ancora l'urgenza di affrontare la prima domanda: Napoli è sicura? Risolviamo questa questione una volta per tutte!

Ho viaggiato molto, non quanto volevo, ma comunque non posso lamentarmi. Viaggiare in luoghi diversi del mondo significa scoprire nuove culture di sicuro, ma anche portare con sè il proprio bagaglio culturale. Questo significa anche dover affrontare gli stereotipi che altre culture possono avere verso la propria.

Essendo italiana ho sentito molteplici battute riguardo alla nostra gestualità e all’ossessione che abbiamo per la pasta, ma va bene, perché, beh, è vero. Uso molto le mani quando parlo e mangiare pasta ogni giorno non mi sembra un'aberrazione. Inoltre, se usati ironicamente, gli stereotipi possono essere un modo per divertirsi o per rompere il ghiaccio con le persone che hai appena incontrato nel tuo ostello. Tuttavia, ci sono alcuni stereotipi "dolorosi" che possono essere, e molte volte lo sono, offensivi e insolenti.

Gli stereotipi su Napoli abbondano e la gente è orgogliosa di alcuni di essi, mentre altri devono essere affrontati con cautela. Mi riferisco naturalmente alla mafia, qualcosa che ha causato danni (e continua a farlo) a innumerevoli persone innocenti. Per questo la mafia non è uno scherzo. È reale, fa male e uccide le persone: chi conosce la problematica non inizia nemmeno a trattare questo tema in modo superficiale.

Un problema così grande ha comportato molteplici e diverse conseguenze e una di esse riguarda la famigerata domanda: Napoli è sicura? A questa domanda rispondo senza eccezioni: Napoli è sicura come qualsiasi altra città d'Europa o del mondo. È innegabile che alcune città sono più sicure di altre e non lo metterei mai in dubbio. Tuttavia, trovo profondamente ingiusto che Napoli debba essere stigmatizzata con tanta durezza. Napoli deve affrontare ogni giorno numerosi problemi, ma questo non implica che la città sia così pericolosa come la ritraggono alcuni articoli, commenti o recensioni su Internet.

Una volta, una mia amica inglese mi ha raccontato di aver visitato Napoli qualche anno fa e che la sua macchina fotografica le è stata rubata a Sorrento. Ha continuato a sottolineare questo punto diverse volte e ho iniziato un po’ a perdere la pazienza. In primo luogo, Sorrento non è tecnicamente Napoli. In secondo luogo, per quanto mi possa dispiacere per il furto di una telecamera con tutti i suoi momenti preziosi, attualmente le telecamere vengono rubate letteralmente in ogni parte del mondo.

Quello che sto cercando di dire è che situazioni spiacevoli possono avvenire ovunque. Un borseggio può accadere anche sul vostro viaggio di ritorno in treno dal lavoro. Dopo tutto, gli scippatori e i ladri lo fanno per guadagnarsi da vivere, il che significa che saranno sempre un passo avanti rispetto a noi per ovvie ragioni. Questo tipo di cose, però, può purtroppo accadere ovunque, soprattutto nelle grandi città.

Personalmente non mi sono sentita al sicuro in altre città europee come Londra, Parigi o Atene in varie occasioni. E sì, questo è successo anche a Napoli. Questo significa che penso che queste città non siano sicure? Non credo che Londra non sia una città sicura, ma alcuni avvenimenti spaventosi sono successi mentre vivevo lì. Lo stesso ragionamento vale per Napoli. Anche se nel complesso mi sono sentita al sicuro in tutte quelle città, non posso negare che ci siano stati alcuni momenti in cui non mi sono sentita così. Ma, ancora una volta, non posso riconsiderare il 95% del tempo trascorso in sicurezza lì per l’insicurezza di quel 5%.

Anche se, durante il viaggio, non possiamo essere sempre ritenuti responsabili se un evento sfortunato ci colpisce, dovremmo comunque usare le regole di base per giocare in modo sicuro e non attirare troppa attenzione. In verità, Napoli è diventata solo di recente una città più a misura di turista. Ha ancora molta strada da fare, ma evitare le bellezze di questa città per un pregiudizio di parte non farà sicuramente di Napoli una città migliore e più sicura. Certo, il nuovo flusso di turisti che da circa un paio d'anni arriva a Napoli ha portato grandi benefici. Napoli sta cambiando in meglio e spero che questo cambiamento non si fermi presto perché è una città che ha molto da dare.

Il punto fondamentale della domanda "Napoli è sicura?" è: Napoli è sicura come qualsiasi altro posto. Non c'è un serio motivo per spaventarsi. Non dico di non mostrare mai la vostra fotocamera super costosa e oggetti di valore, ma fate attenzione e teneteli sempre d'occhio. Avventuratevi nei quartieri più tipici non menzionati nelle guide turistiche con una guida locale se ancora non avete preso confidenza con la città. Non avete letteralmente nulla di cui preoccuparvi. Usate la stessa cautela che usereste in qualsiasi altra città europea. Ricordate che, anche se non è grande come Roma, Napoli è ancora una delle più grandi città italiane in termini di popolazione. Non lasciate che uno stereotipo diffuso rovini il vostro soggiorno e vi impedisca di godere al meglio quello che la città ha da offrire.


Città interessanti legate a questa storia


Lo scrittore

Sara Anna Iannone

Sara Anna Iannone

Sono Sara Anna, appassionata di avventura, avida lettrice e appassionata di viaggi. Vi lascio esplorare e innamorarvi della mia amata Campania, l'Italia, un luogo intrigante e bellissimo.

Altre storie di viaggio