The Flying Bulls - Aerei di linea di lusso per marescialli e presidenti

2 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

The Flying Bulls è un'azienda unica riunita attorno ad un gruppo di appassionati di aviazione con un'enorme passione per i rari velivoli storici. Questa società privata con sede a Salisburgo è figlia del miliardario austriaco e fondatore della società Red Bull. Sono in possesso di alcuni dei velivoli più interessanti della storia dell'aviazione.

Questo articolo sarà dedicato al gioiello della corona della loro collezione Douglas DC-6B. Questo aereo con una storia incredibile è stato prodotto nel 1958 a Santa Monica, negli Stati Uniti, ed è stato venduto alla compagnia aerea jugoslava JAT. L'aereo è stato poi adattato per fungere da trasporto di lusso per il presidente jugoslavo Marshall Josip Broz Tito e i suoi ospiti illustri. Dopo 10 anni di servizio e 55 voli con il presidente Tito a bordo è stato venduto al capo di stato dello Zambia Kenneth Kaunda che lo ha utilizzato anche come aereo di linea VIP.

Salvataggio

Successivamente Douglas DC-6B è stata lasciata abbandonata fuori dall'aeroporto di Lusaka per marcire, fino a quando non è stata recuperata e restaurata dal manager della piccola compagnia aerea africana, che ne è venuto a conoscenza per caso. Infatti, egli intendeva acquistare quell'aereo per togliere i pezzi di ricambio per il DC-4, che hanno posseduto, ma quando ha visto due identici DC-6 aerei, ha immediatamente comprato entrambi e prima restaurato quello che ha avuto la storia più famosa. Inoltre questi due aerei dove gli ultimi due aerei di quel tipo, prodotti da Douglas, dopo il restauro DC-6 è stato utilizzato per voli turistici panoramici sopra la cascata di Victoria. Tuttavia, le crescenti turbolenze lungo il confine angolano nel 1999 avevano allontanato i turisti e il proprietario ha dovuto vendere DC-6.

Flying Bull team, precisamente il suo pilota veterano Sigi Angerer ha appreso e hanno deciso di acquistare l'aereo nel 1999. Un'intera squadra di meccanici, un ingegnere di volo, due capitani esperti di South African Airways e un equipaggio si sono diretti in Namibia. Hanno portato con sé tutti i pezzi di ricambio possibili, tonnellate di olio lubrificante e un serbatoio per il carburante. Il glorioso aereo finalmente è arrivato a Salisburgo con quattro fermate dopo 28 ore di volo, senza problemi. Dopo quattro anni di restauro e milioni di dollari vola di nuovo ed è l'unica "DC-6" che sta volando. L'aereo ha un interno completamente nuovo, ma ha mantenuto l'aspetto storico. A causa delle sue dimensioni e del suo impeccabile design retrò Flying Bulls sono molto orgogliosi di lei e la chiamano affettuosamente 'Diva'.

C'è anche un documentario che ha seguito il trasferimento di questa bellezza a Salisburgo e il suo restauro.

DC-6 aereo è oggi utilizzato per voli promozionali e, talvolta, può essere visto gratuitamente al display in Hangar-7. Hangar-7 è uno showroom privato della Flying Bull Company presso l'aeroporto di Salisburgo.


Città interessanti legate a questa storia


Lo scrittore

Ogi Savic

Ogi Savic

Io sono Ogi. Giornalista ed economista, vivo a Vienna e mi appassiona lo sci, i viaggi, il buon cibo e le bevande. Scrivo di tutti questi aspetti (e non solo) della bella Austria.

Altre storie di viaggio