Cover picture © Credit to: Flickr/Panoramas
Cover picture © Credit to: Flickr/Panoramas

Manuc's Inn: l'epicentro dell'ospitalità a Bucarest

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Tendo a dimenticare le mie preoccupazioni mentre visito vecchie ma bellissime città, così come dimentico le cose di cui mi devo occupare, e anche il mio telefono. In un mondo pieno di tecnologia, raramente rallentiamo e annusiamo le rose. Fortunatamente, ci sono alcuni luoghi che ci teletrasporto in un'epoca in cui la vita aveva un ritmo più lento. Alcuni di questi luoghi sono stati intorno per centinaia di anni e probabilmente ci saranno ancora per molto tempo dopo la nostra partenza. Ci sono molti vecchi edifici nella capitale della Romania, Bucarest. Le loro mura hanno protetto milioni di persone nel tempo, avendo visto il bene e il male nell'umanità. Uno degli edifici più antichi di Bucarest è il Manuc's Inn, considerato l'epicentro dell'ospitalità nella capitale. Allora, cos'è il Manuc's Inn? È la più antica locanda tradizionale d'Europa e un luogo che attende tutti con ansia. Si trova a pochi passi dall'unico palazzo gentile - la Casa del Popolo.

Picture © Credit to: iStock/Andrei Stanescu
Picture © Credit to: iStock/Andrei Stanescu
Manuc's Inn (Hanul lui Manuc)
Manuc's Inn (Hanul lui Manuc)
Hanul lui Manuc, București 030167, Roumanie

La locanda nel passato

Situato nella parte vecchia del centro di Bucarest, il Manuc's Inn è l'hotel più antico della capitale. La locanda fu costruita da un signore armeno, Emanuel Martirosi Mârzaian nel 1808. Il Signore era conosciuto come Manuc per tutti coloro che hanno varcato la sua soglia. Il motivo per cui questo è successo è sconosciuto. Forse la gente del posto non sapeva come si scriveva il nome del proprietario.

Manuc decise di costruire una locanda che sarebbe stata un faro di luce per chi aveva bisogno di riparo in tempi difficili. Il terreno su cui ha sollevato la locanda apparteneva alla corte reale ed era vicino a dove la gente era solita commerciare, così che ha fornito rifugio ad uno spettro unico di persone.

Picture © Credit to: iStock/florin1961
Picture © Credit to: iStock/florin1961

Inizialmente, la locanda comprendeva 107 sale, 10 capannoni, 15 cantine, 23 negozi e 2 sale da ballo. Nell'anno 1816, Manuc decise di vendere la locanda, ma purtroppo morì in circostanze strane prima di poterlo fare. Suo figlio, Murat, ha rilevato la locanda e l'ha tenuta in famiglia per un paio d'anni. Ma un grave terremoto del 1838 cambiò idea e Murat decise di vendere la locanda.

Il contratto di ospitalità

Di solito, quando un edificio viene venduto, le persone possono inserire nel contratto clausole diverse. Queste clausole prevedevano le modalità di gestione dell'edificio dopo la vendita. Poiché la locanda era nota per la sua ospitalità, e i viaggiatori dovevano camminare molto a lungo per raggiungerla, il proprietario ha inserito una clausola piuttosto strana nel contratto.

Picture © Credit to: Wikipedia/Britchi Mirela
Picture © Credit to: Wikipedia/Britchi Mirela

I nuovi proprietari avrebbero dovuto mantenere lo stesso livello di ospitalità verso i viaggiatori, dando ad ogni ospite l'onore che meritava. In questo modo, avrebbero dovuto fare in modo che la reputazione della locanda non fosse rovinata e che l'immagine della locanda potesse continuare a vivere. Questa antica tradizione viene ancora oggi mantenuta. Tutti gli ospiti si sentono accolti e onorati durante il loro soggiorno.

Dalla locanda al ristorante

Dopo che il figlio di Manuc ha venduto la locanda, l'edificio ha subito una bella metamorfosi. In primo luogo, si è trasformato nel Grand Hotel della Dacia. Durante questo periodo, la gente si riuniva qui per spettacoli teatrali e di illusionismo, balli e banchetti. Anche in tempo di guerra, il Manuc's Inn era un luogo di incontro popolare per politici e commercianti.

Picture © Credit to: Wikipedia/Britchi Mirela
Picture © Credit to: Wikipedia/Britchi Mirela

Più tardi, in epoca comunista, fu prevista una demolizione per ampliare la piazza principale. Le cose sono rimaste in standby per un po', ma alla fine si è deciso che la locanda aveva un valore speciale e si è iniziato un processo di restauro.

Lentamente, Manuc's Inn è stato venduto da un proprietario all'altro, fino a diventare quello che è oggi. L'edificio è stato trasformato in un ristorante con lo stesso nome e una rinomata reputazione di ospitalità. Questo ristorante è la scelta perfetta per matrimoni, battesimi e feste. Di tanto in tanto, il ristorante ospita laboratori, conferenze o mostre d'arte.

Picture © Credit to: iStock/Andrei Stanescu
Picture © Credit to: iStock/Andrei Stanescu

Manuc's Inn ha mantenuto la sua fama ed è ancora oggi l'epicentro dell'ospitalità a Bucarest. Le camere non sono più disponibili per essere affittate e la gente ha smesso di venire a fare scambi commerciali. Tuttavia, i viaggiatori percorrono ancora grandi distanze per arrivare qui e vedere la locanda tradizionale più antica d'Europa.


Città interessanti legate a questa storia


Lo scrittore

Eva Poteaca

Eva Poteaca

Salve, sono Eva di Bistrița, Romania. Ho studiato storia dell'arte e amo viaggiare e scoprire gemme nascoste in tutto il mondo. Attraverso i miei scritti, condividerò con voi un altro lato della Romania.

Altre storie di viaggio