Memento Park - un ricordo dell'occupazione sovietica alla periferia di Budapest

2 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

L'Unione Sovietica e il comunismo sono elementi innegabili della storia europea e mondiale del XX secolo. Negli anni '90, l'Unione Sovietica è crollata, e anche quest'ultima è svanita con il passare del tempo. Tuttavia, negli acuti ricordi del vecchio strato di ungheresi, le vicissitudini di loro sono ancora molto vive. Sebbene l'Ungheria non facesse ufficialmente parte dell'Unione Sovietica, il mio paese fu spinto dalla grande influenza dei sovietici per lunghi decenni, a partire dalla fine della seconda guerra mondiale. A soli 25 anni, non so se la sua esistenza sia sostenuta da coloro che ne sono stati colpiti, ma c'è un parco di sculture all'aperto a Budapest, dove si possono trovare tutti i reperti pubblici dal momento dell'occupazione di Budapest. Per me, è abbastanza ambivalente, perché, da un lato, può essere demoralizzante vedere questi messaggeri del passato oscuro di un paese, ma d'altra parte, può anche essere vitale tenere a mente l'importanza della libertà. In ogni caso, vi consiglio di visitare il Memento Park, un vero e proprio ricordo dell'occupazione sovietica alla periferia di Budapest.

Memento Park
Memento Park
Budapest, 1222 Hongrie

Il comunismo è stato rimosso dalle strade

Gli ultimi soldati sovietici hanno lasciato l'Ungheria nel 1991, anche se il cambio di regime è avvenuto tra il 1989 e il 1990. Il primo caso in cui qualcuno ha sollevato pubblicamente l'idea di rimuovere tutte queste statue, ricordando il passato oscuro, è stato il 5 luglio 1989. In particolare, fu certo László Szörényi, ex direttore dell'Istituto di letteratura dell'Accademia scientifica ungherese, a suggerire all'amministrazione comunale di Budapest di rimuovere tutte le statue di Vladimir Lenin, teorico politico e fondatore del Partito comunista russo. Il suo suggerimento ha suscitato una diffusa simpatia, sia tra i funzionari che tra i civili, e alla fine tutte queste statue, che avrebbero dovuto riflettere l'ideologia del comunismo, sono state rimosse dalle strade della capitale ungherese.

Tutti insieme, si possono trovare 42 statue, che sono state allestite tra il '45 e l'89 per le strade di Budapest, e c'è anche un negozio di souvenir nella zona di Memento Park, dove si possono trovare diversi tipi di reliquie e souvenir. Tra gli altri, è possibile acquistare alcuni orologi, accendini, magliette, tazze e anche più oggetti retrò degli anni '50, '60 e '70. Se siete appassionati di storia e di un passato misterioso, vi consiglio vivamente di visitare, dal momento che Memento Park è un vero e proprio ricordo dell'occupazione sovietica alla periferia di Budapest. Questo museo all'aperto sicuramente vi porterà oca urti, passando per i monumenti divisi - così come Piazza degli Eroi, che è molto più amato luogo di ungheresi e turisti troppo.


Città interessanti legate a questa storia


Lo scrittore

Vivi Bencze

Vivi Bencze

Ciao, mi chiamo Vivi e vengo dall'Ungheria, sempre entusiasta di esplorare quanti più posti possibile. Vivo a Budapest e la mia motivazione è farti esplorare l'Ungheria come la vedo io il mio paese.

Altre storie di viaggio