© Mark Levitin
© Mark Levitin

Mu Cang Chai: terrazze di riso e cultura tribale

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Il Vietnam del Nord è assolutamente ricco di splendidi panorami e culture tribali - montagne carsiche, grotte e cascate, laghi e foreste, decine di distinte minoranze etniche, solo per citarne alcune. Anche lo stile di vita nella regione non è cambiato molto negli ultimi secoli - le ruote ad acqua di bambù irrigano ancora le fattorie, le case di legno su palafitte dominano le cime delle colline strategiche, e le risaie sono scavate a gradoni nei pendii delle montagne, formando i famosi paesaggi a terrazze. Uno dei migliori tra questi si trova nella valle di Mu Cang Chai, molto popolare tra i fotografi vietnamiti, e per una buona ragione. La valle è vasta ed eccezionalmente bella, con molte cime che offrono viste panoramiche, il passo Khau Pha è il migliore. La popolazione principale è la tribù Hmong, che indossa ancora quotidianamente i suoi costumi tradizionali. È disponibile una discreta quantità di hotel e case vacanza, soprattutto per i turisti nazionali. I viaggiatori stranieri sono rari qui, ma non inauditi.

La valle

© Mark Levitin
© Mark Levitin

La valle di Mu Cang Chai si estende per decine di km in entrambe le direzioni dalla città centrale, seguendo il fiume tortuoso e serpeggiante. Piccoli affluenti qua e là aggiungono complessità a questo labirinto naturale. E lungo tutta la valle, le terrazze di riso sono scavate nei pendii, dalle rive del fiume alle cime delle colline. L'intero paesaggio è costituito da scale gigantesche, verdi, dorate o a specchio, a seconda della stagione. I villaggi Hmong punteggiano le strutture lineari come spilli decorativi su un tappeto persiano e le donne tribali vestite in modo vivace lavorano i campi o tessono nelle loro verande. Ogni paio di passi porta un nuovo angolo, una nuova opportunità fotografica. Ci vorrebbe qualcosa come una settimana per vedere il corpo principale di Mu Cang Chai a piedi. Le moto possono essere affittate, e qui sono una specie di necessità. I villaggi in cima alle colline su entrambi i lati della valle sono di solito i punti migliori per il tramonto e l'alba. Il più popolare è La Pan Tan, dove un certo numero di case offrono alloggio.

La Pan Tan, Mu Cang Chai
La Pan Tan, Mu Cang Chai
La Pán Tẩn, Mù Cang Chải District, Yên Bái, Vietnam

Hmong nero

© Mark Levitin
© Mark Levitin

Oltre alle splendide viste, Mu Cang Chai offre la possibilità di interagire con un'autentica cultura tribale: il 95% della popolazione della valle sono Hmong neri. "Nero" è il termine usato per distinguerli dagli altri sottogruppi Hmong - essi tingono i loro indumenti di blu scuro o nero, usando il pigmento indaco naturale. Il loro stile di vita è rimasto molto intatto fino ad oggi. Le donne possono essere viste indossare costumi tradizionali con gonne elaborate e giacche scure in qualsiasi giorno, anche quando lavorano nei campi. Gli uomini si vestono solo nei giorni di mercato e per le feste locali. Tra queste ultime, il Capodanno Hmong è la più facile da far coincidere - di solito cade a fine dicembre, poco prima di quello gregoriano. Un'interessante usanza Hmong è il gioco della palla di Capodanno: i ragazzi e le ragazze formano due linee, uno di fronte all'altro, e lanciano una palla da tennis lì e indietro. L'idea è di passare la palla alla persona a cui si è affezionati - è una forma giocosa e ritualizzata di abbinamento. Le case Hmong a Mu Cang Chai sono diverse dalla maggior parte degli edifici tribali del Vietnam del nord. Non sono sollevate da terra su palafitte, ma hanno fondamenta di argilla che sostengono per lo più pareti di legno. La tessitura è comune e può essere vista nella maggior parte dei villaggi. Anche la tintura dell'indaco, ovviamente, lo è. Alcuni villaggi, nei luoghi più pittoreschi, possono offrire soggiorni in casa - quindi, chiedete in giro.

Passo Khau Pha

© Mark Levitin
© Mark Levitin

A circa un'ora di macchina a sud di Mu Cang Chai c'è un luogo che offre le viste più drammatiche della zona: Il passo di Khau Pha. Invece delle terrazze a gradoni che adornano i pendii della valle, qui si apre un vasto panorama dalla cresta di una montagna: risaie, villaggi, colline e altre montagne all'orizzonte. Un caffè segna la posizione, anche se la vista è altrettanto bella da entrambi i lati. Sotto il caffè, la gente del posto coltiva fiori. Questo piccolo giardino è diventato una specie di luogo must per i selfie tra i turisti locali. C'è molto di più da fare qui, comunque, che limitarsi a guardare il panorama. Scendi nelle pianure sottostanti, vaga tra i campi lussureggianti e i villaggi tribali, rimani con i residenti Hmong e immergiti nell'atmosfera. La cultura tribale è incontaminata come a Mu Cang Chai, ma c'è l'ulteriore vantaggio dell'esclusività. Anche i turisti nazionali raramente si fermano qui più a lungo del tempo necessario per finire una tazza di caffè nel caffè panoramico qui sopra.

Khau Pha Pass, Mu Cang Chai
Khau Pha Pass, Mu Cang Chai
Khau Phạ Pass, Cao Phạ, Mù Cang Chải District, Yên Bái, Vietnam

Lo scrittore

Mark Levitin

Mark Levitin

Sono Mark, un fotografo professionista di viaggi, un nomade digitale. Negli ultimi quattro anni sono stato in Indonesia; ogni anno trascorro circa sei mesi e l'altra metà dell'anno in viaggio verso l'Asia. Prima di allora, ho trascorso quattro anni in Thailandia, esplorando il paese da ogni punto di vista.

Altre storie di viaggio