© Mark Levitin
© Mark Levitin

Nyaungshwe e il lago Inle: l'autentico Myanmar al suo meglio

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Se c'è un posto speciale che un viaggiatore in Myanmar non può perdere, è il lago Inle. Alcuni dei più bei paesaggi, antichi templi, monasteri di legno, una serie di minoranze tribali, costumi e artigianato unici - Inle racchiude più attrazioni di un piccolo paese. I tour in barca accedono alla maggior parte delle attrazioni, ma anche senza lasciare la terra ferma, si può facilmente riempire qualche giorno con nuove esperienze, meraviglie tipicamente birmane e una seria fotografia di viaggio. La base per qualsiasi viaggio, la città di Nyaungshwe, è diventata un ghetto turistico, ma per un cambiamento, questa può essere una buona cosa. Tutte le informazioni necessarie sono facilmente disponibili, si può fornire qualsiasi grado di comfort e per immergersi nell'autentico Myanmar al suo meglio, basta passeggiare per mezzo chilometro.

Passeggiando per Nyaungshwe

© Mark Levitin
© Mark Levitin

La città stessa consiste in una porzione significativa di pensioni e caffè, che servono un flusso incessante di turisti, ma in qualche modo è riuscita ad evitare la corruzione. Lo strato interno, il semplice e pacifico villaggio birmano, si mostra ancora. I mercati fiancheggiano i piccoli vicoli e le loro versioni galleggianti si riuniscono in una massa di canali interconnessi, i bufali pascolano su appezzamenti d'erba e i giovani monaci sfilano per le strade ogni mattina, raccogliendo elemosine. Il tempio principale, Yadana Man Aung, ospita un piccolo museo di oggetti religiosi buddisti. Un altro museo, gestito dal governo e anch'esso dedicato al buddismo, occupa l'ex palazzo di un deposto signore Shan. Un'altra attrazione qui è il teatro di marionette di Aung, dove ogni sera si svolgono spettacoli, abbreviati per i turisti ma ancora sufficientemente autentici. Altrimenti, semplicemente passeggiare o seguire un canale e immergersi nelle vibrazioni rurali è una degna alternativa alle gite in barca e alle escursioni.

Escursioni da Nyaungshwe

© Mark Levitin
© Mark Levitin

Mentre lo scenario è ugualmente buono in ogni direzione, tre itinerari potrebbero essere individuati in base al tipo di attrazioni: la passeggiata per il birdwatching, l'escursione al monastero e l'esplorazione del villaggio tribale. Per gli uccelli, sia residenti che migratori, l'idea migliore sarebbe quella di attenersi il più vicino possibile alla riva del lago, guadando le marce. Un'alternativa sarebbe quella di noleggiare una barca a remi. I monasteri più interessanti accessibili via terra sono a nord della città. L'ultima gemma è il monastero di Shwe Yaungwe - un'antica struttura in legno di tek circondata da una serie di finestre rotonde. È meritatamente popolare tra i fotografi: le finestre creano un'inquadratura perfetta per i monaci e i novizi quando vengono visti dall'esterno e producono quei cari fasci di luce che perforano l'interno e mettono in evidenza i monaci. Camminando verso est o verso ovest attraverso le risaie, ci si imbatte in altri templi, spesso anch'essi vecchi e in legno, così come in fotogenici stupa semidistrutti. Tra i trekking nei villaggi, la destinazione più popolare è Kaung Daing, un insediamento della tribù Intha, soprattutto per le sue sorgenti calde, buone per un tuffo. Altri percorsi più lunghi possono essere percorsi a piedi, tra cui il classico sentiero per Kalaw, anche se ufficialmente, questo richiede una guida.

Shwe Yaungwe Monastery, Nyaungshwe
Shwe Yaungwe Monastery, Nyaungshwe
Nyaungshwe, Myanmar (Burma)

Maing Thauk

© Mark Levitin
© Mark Levitin

Un obiettivo speciale per un'escursione giornaliera a piedi (o in bicicletta) è il villaggio di Maing Thauk. È spesso visitato dalla parte del lago da tour in barca, soprattutto nei giorni in cui ospita un mercato galleggiante, ma accedervi da terra vi darà un eccellente punto di vista elevato: il villaggio è su palafitte, in piedi sopra le secche leggermente paludose, e passerelle di legno rialzate svolgono il ruolo di strade. Entrando dalla strada, sarete rivolti a ovest e otterrete la migliore vista del tramonto che si possa immaginare. Questo include le classiche sagome dei pescatori Intha che remano con le gambe - un metodo unico che si trova a Inle e in nessun altro posto. Pochi turisti visitano Maing Thauk in modo indipendente, e il villaggio è completamente autentico - Myanmar al suo meglio.

Maing Thauk village, Inle Lake
Maing Thauk village, Inle Lake
Unnamed Road, Myanmar (Burma)

Lo scrittore

Mark Levitin

Mark Levitin

Sono Mark, un fotografo professionista di viaggi, un nomade digitale. Negli ultimi quattro anni sono stato in Indonesia; ogni anno trascorro circa sei mesi e l'altra metà dell'anno in viaggio verso l'Asia. Prima di allora, ho trascorso quattro anni in Thailandia, esplorando il paese da ogni punto di vista.

Altre storie di viaggio