© iStock / Estellez
© iStock / Estellez

La fortezza di Penha Garcia e i serpenti di Naturtejo di 450 milioni di anni fa

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Benvenuti a Penha Garcia, un altro meraviglioso villaggio del distretto di Castelo Branco! Potrete visitare un castello costruito sulle rocce, mulini inseriti nella montagna e, naturalmente, godere della vista di un parco straordinario: Geoparco Naturtejo. Passeggiando qui, troverete fossili dei primi esseri che abitavano la Terra, ma anche alcuni animali viventi unici, come gli idioti neri o i gatti selvatici, insieme ad un paesaggio mozzafiato!

Fortezza di Penha Garcia

Situato sulla cima di una roccia molto ripida, la sua posizione strategica lo ha reso molto attraente per millenni. Si possono visitare i resti lasciati dai Lusitani e dai Romani, per esempio. Le strade del villaggio sono molto carine e quasi interamente in pietra! Tuttavia, una fortezza non può esistere senza il suo castello, e questo risale al Medioevo. Nel XII secolo, il re portoghese D. Sancho voleva difendere Penha Garcia sia dai castigliani che dai moreschi. Così, la costruì su rocce pure, e ci si chiede quale parte sia il castello e quale solo roccia...

© Wikimedia Commons / IldaRobalo
© Wikimedia Commons / IldaRobalo

La leggenda dietro

Penha Garcia prende il nome dal suo antico maestro, Garcia. Secondo la leggenda, si innamorò di Blanca, la figlia del governatore di Monsanto, un villaggio situato vicino a Penha Garcia. La rapì e scapparono insieme, ma alla fine furono catturati. Questo rapimento per amore fu certamente un problema all'epoca: qualcosa di simile accadde anche a Idanha-a-Velha! Garcia fu punita come al solito: la morte. Blanca, però, supplicò il padre per la sua vita; lei insistette così tanto che lui lo condannò a perdere solo il braccio sinistro. Ancora oggi, l'anima dell'antico maestro di Penha Garcia infesta il castello, tenendo d'occhio il castello di Monsanto.

© iStock / Francisco Solipa
© iStock / Francisco Solipa
Penha Garcia
Penha Garcia
6060 Penha Garcia, Portugal

Geoparco Naturtejo

Questo parco è enorme, ed è un Geoparco globale dell'UNESCO. A Penha Garcia si possono ammirare gli ichnofossili o, come dicono gli abitanti del luogo, i "serpenti dipinti". Queste creature vivevano qui circa 490 milioni di anni fa. I loro percorsi sul fondo dell'oceano sono stati immortalati proprio in questo punto.

© iStock / Estellez
© iStock / Estellez

In questo parco si possono visitare anche i mulini ad acqua del fiume Pônsul. Questo fiume ha sempre portato molto oro, ed è per questo che tutti erano così interessati a questa zona. È stato sfruttato fin dall'epoca preromana e fino agli anni '50. I mulini sembrano far parte del paesaggio naturale e si possono visitare. Fate silenzio: potreste scorgere uno dei rari uccelli, come i neroni o la possente aquila imperiale iberica, che sorvolano questo Geoparco!

© iStock / ManOnTheGo
© iStock / ManOnTheGo

Piscina naturale di Pego

Se siete qui in estate, c'è un altro "must": la piscina naturale di Pego! Circondata da vecchie rocce, il luogo è tranquillo, perfetto per una pausa dopo tutta la visita. Inoltre, se è l'acqua che cercate, avete ancora una bella diga a soli cinque minuti di distanza.

© iStock / CBrandao
© iStock / CBrandao

Naturalmente, siete in Portogallo, quindi non andate mai via senza aver provato alcune delle prelibatezze locali, in grado di restituire ogni caloria perduta durante il giorno: chouriço, migas, e molte altre. Bom apetite!

Geopark Naturtejo
Geopark Naturtejo
6060, 6060-322 Penha Garcia, Portugal

Lo scrittore

Sara Rodriguez Romo

Sara Rodriguez Romo

Vivo tra Salamanca, in Spagna, e Marvão, in Portogallo. Viaggiatrice appassionata, ho visitato oltre 30 paesi in quattro continenti. Attualmente sto facendo un dottorato di ricerca in mitologia greca e lavoro con i cavalli, facendo passeggiate nella natura.

Altre storie di viaggio