© Istock/Qui Thinh Tran
© Istock/Qui Thinh Tran

Parco nazionale di Phong Nha Ke Bang: le grotte più grandi del mondo

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Probabilmente il cliché più tipico nelle guide delle destinazioni è l'incessante pioggia di superlativi. Tutto è "splendido", "mozzafiato", o semplicemente "il migliore". Beh, tanto per cambiare, nel caso del Phong Nha Ke Bang National Park, è pienamente giustificato: il parco contiene la grotta più grande del mondo, e poi la terza e la quarta più grande. Il resto del parco è pieno, prevedibilmente, di altre grotte. Un perfetto esempio di paesaggio carsico, Phong Nha Ke Bang, è abbastanza difficile da percorrere. Anche se la giungla qui ospita un sacco di fauna rara, le possibilità di vederla sarebbero migliori altrove. Ma per le grotte grandi e piccole, scure e penetrate da pozzi di luce, semplicemente bagnate e parzialmente sommerse, non c'è posto migliore in Vietnam e poche zone comparabili nel mondo. Il grande affare, la grotta di Son Doong, è accessibile solo con l'aiuto di un'agenzia, il che può essere costoso e difficile da organizzare, ma le altre grotte sono altrettanto buone.

© Istock/Geng Xu
© Istock/Geng Xu

Hang Son Doong

A volte le dimensioni contano. La grotta di Son Doong è così grande che, come dice Wikipedia, un aereo Boeing potrebbe attraversarla senza rischiare di raschiare le ali sulle pareti. La sua intera area è abbastanza grande da contenere una piccola città. Non solo è il più grande del mondo, ma in effetti è due volte più grande del prossimo. All'interno è un mondo a parte, con un clima e un biota propri. Ahimè, l'unico modo per visitare Hang Son Doong è prendere un tour costoso da un'agenzia di viaggi monopolista. Cercatelo se pensate che ne valga la pena. Nonostante il prezzo, che mira anche ad essere il più alto del mondo, i tour sono così popolari che di solito vengono prenotati per un anno o più in anticipo.

Son Doong Cave, Phong Nha Ke Bang National Park
Son Doong Cave, Phong Nha Ke Bang National Park
Xuân Trạch, Bố Trạch District, Quang Binh Province, Vietnam
© Istock/xuanhuongho
© Istock/xuanhuongho

Grotta del Paradiso e Grotta di Phong Nha

Queste due grotte sono le più facili da raggiungere dalla sede del parco nazionale. La grotta di Phong Nha è attraversata da un fiume e può essere visitata in barca. Paradise Cave è accessibile a piedi. Sfortunatamente, entrambe sono state "sviluppate" nel tipico modo vietnamita - festonate con luci colorate e scintillanti.

Paradise Cave, Phong Nha Ke Bang National Park
Paradise Cave, Phong Nha Ke Bang National Park
Paradise Cave, Km 16 Đường Hồ Chí Minh, Nhánh Tây, Bố Trạch, Quảng Bình, Vietnam
© Istock/Qui Thinh Tran
© Istock/Qui Thinh Tran

Altre grotte

Ma non disperate, perché Phong Nha Ke Bang ha centinaia di grotte di ogni dimensione e condizione. La terza più grande del mondo, Hang En, richiederà giorni per essere esplorata. Se questo non è abbastanza, continuate verso Pygmy Cave - "pigmeo" è un termine improprio, poiché è in realtà la quarta più grande. La grotta Tu Lan è probabilmente la più variabile, con sezioni bagnate, asciutte, semi-sommerse e sommerse. Hang Va ha un sacco di belle piscine blu dove si possono trovare perle di grotta. Tiger Cave permette di nuotare in un fiume sotterraneo. Si può anche provare a trovare la propria - non è possibile che tutte le caverne, i passaggi e gli altri buchi nel terreno siano stati mappati. Infatti, ne vengono scoperti di nuovi regolarmente. Naturalmente, l'esplorazione indipendente richiederà abilità da speleologo e, a volte, attrezzature.

Hang En, Phong Nha Ke Bang National Park
Hang En, Phong Nha Ke Bang National Park
ĐT562, Thượng Trạch, Bố Trạch, Quảng Bình, Vietnam
© Istock/thaslam
© Istock/thaslam

Escursioni e osservazione della fauna selvatica

Se sei stanco della speleologia o semplicemente non vuoi accontentarti di meno della più grande grotta del mondo ma non puoi permettertela, un'escursione nel paesaggio carsico può essere un sostituto ragionevole. Le alte scogliere calcaree sono inevitabilmente fotogeniche. Anche l'osservazione della fauna selvatica nel parco nazionale di Phong Nha Ke Bang non è male. Un problema è il terreno estremamente rotto che rende difficile individuare gli animali o avvicinarli. Per i primati e l'altra fauna arboricola, invece, può essere un vantaggio: le chiome degli alberi qui si trovano a diverse altezze, creando "finestre" nel fogliame. Ci sono tre specie di languri nel parco, una considerevole popolazione di gibboni e, naturalmente, gli onnipresenti macachi. La giungla protetta ospita anche la rara antilope saola e gli orsi del sole, ma è molto improbabile che tu possa vedere qualcuno di loro.


Lo scrittore

Mark Levitin

Mark Levitin

Sono Mark, un fotografo professionista di viaggi, un nomade digitale. Negli ultimi quattro anni sono stato in Indonesia; ogni anno trascorro circa sei mesi e l'altra metà dell'anno in viaggio verso l'Asia. Prima di allora, ho trascorso quattro anni in Thailandia, esplorando il paese da ogni punto di vista.

Altre storie di viaggio