Reykjavik in 48h - Itinerario di shopping

2 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Fare shopping in una delle città più costose del mondo non è mai una buona idea. O almeno, non è sempre una buona idea. Non ci sono molti consigli che posso darvi - Reykjavik è notoriamente costoso. I prezzi sembrano numeri di telefono e quello che suggerisco è quello di ottenere una bella conchiglia o una bella roccia vulcanica trovata dalla strada come souvenir. Ma se vuoi ancora spendere un po' di soldi qui, questi sono i posti in cui farlo.

Iniziate con una pigra passeggiata in Laugavegur Street, che è il fulcro della città e sicuramente la strada più trafficata dell'Islanda. Si tratta di un chilometro di shopping non-stop, ristoranti e caffetterie e tutto si può trovare qui - da tutti i tipi di articoli in legno, snack a base di carne di squalo a una cassetta della posta di Babbo Natale, dai corni di plastica vichinghi ai migliori gioielli di design.

Laugavegur Street
Laugavegur Street
Laugavegur, Reykjavík, Iceland

Immagine © Crediti a krblokhin

Laugavegur è una delle strade più antiche di Reykjavik. Un secolo fa, era una via rurale per Laugardalur da un villaggio vicino al porto, quando la popolazione di Reykjavik era di sole 6.000 persone. Il bucato è stato fatto alla vecchia maniera, così i vestiti e le lenzuola sono stati portati fuori città per sei chilometri, immersi in una sorgente termale geotermica, lavati e riportati indietro, pesanti e bagnati. Il nome stesso, Laugavegur, significa "Wash Road" perché la sorgente calda dove le donne islandesi facevano il bucato era esattamente dove si trova oggi questa strada alla moda. Laugavegur oggi è fiancheggiata da negozi che vendono tutto quello che potete immaginare. E' una strada divertente per passeggiare anche solo per le vetrine.

Immagine © Crediti a Roman Tiraspolsky

Una cosa che noterete a Laugavegur, e in qualsiasi altro luogo - l'Islanda è costosa. Tuttavia, se volete ancora un maglione o un paio di guanti caldi fatti con la famosa lana islandese, provate l'Associazione islandese della maglia a mano. E' un piccolo negozio con una vasta scelta di maglioni, cappelli, guanti e calze fatti a mano. La collezione è incredibile. Il negozio è stato fondato nel 1977 quando le donne islandesi hanno deciso di riunirsi per commercializzare i loro prodotti fatti a mano e oggi sono caratterizzati da pezzi di alta qualità, sia tradizionali che moderni. Lo slogan dell'associazione è sempre stato "compra direttamente dalle persone che lo fanno".

Handknitting Association of Iceland
Handknitting Association of Iceland
Skólavörðustígur 19, 101 Reykjavík, Iceland

Immagine © Crediti a Lutique

Un'altra opzione di souvenir che ha senso è un - libro! I prezzi dei libri sono più o meno come in qualsiasi altro luogo in Europa e ci sono alcune belle librerie in giro per la città. L'Islanda è nota per essere una nazione amante dei libri e ogni anno vengono pubblicati più di mille titoli. Ci sono molti scrittori contemporanei i cui libri sono stati tradotti in inglese - Sigurjón Birgir Sigurðsson, Andri Snær Magnússon e Auður Ava Ólafsdóttir sono solo alcuni di loro. Un ex sindaco di Reykjavik, Jón Gnarr, un comico che ha fondato un partito politico e vinto le elezioni, ha scritto lui stesso un paio di libri. Guarda il suo libro intitolato Come sono diventato sindaco di una grande città islandese e cambiato il mondo.


Città interessanti legate a questa storia


Lo scrittore

Natacha Costa

Natacha Costa

Ciao, vi racconterò del sud della Francia, le Azzorre, l'Islanda, tra gli altri luoghi, qui su itinari. Viaggiare mi ha insegnato più di ogni altra scuola e sono entusiasta di condividere questa mia passione con voi!

Altre storie di viaggio