iStock/VvoeVale
iStock/VvoeVale

Reykjavik fuori dai sentieri battuti: Giardino botanico

2 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

C'è uno scherzo che gli islandesi raccontano e va come segue:

- "Cosa fai se ti perdi in una foresta in Islanda?

- "Ti alzi."

E..... non è quasi uno scherzo. L'Islanda potrebbe essere "la terra del ghiaccio e del fuoco", ma sicuramente non è "la terra degli alberi". Una volta, tuttavia, lo era. Il Servizio forestale islandese riferisce che più di mille anni fa, quando l'isola fu insediata per la prima volta, fino al 40 per cento della sua superficie era ricoperta di betulle. Ma poi sono arrivati i vichinghi. L'Islanda era precedentemente disabitata, quindi tutto doveva essere costruito da zero. Avevano bisogno di case, barche, carburante e anche di campi da pascolo per i loro animali. Lava ha anche "curato" alcune terre prima fertili e improvvisamente l'isola è rimasta praticamente senza alberi. Se ne rendi conto nel momento in cui prendi il tuo autobus dall'aeroporto di Keflavik e cominci a notare il suo paesaggio unico, arido e brullo, simile a quello di Marte. Un altro detto dice: "In Islanda, se vedi tre alberi insieme, hai una foresta". A parte gli scherzi, già da oltre un secolo, l'Islanda sta lavorando a progetti di riforestazione, offrendo incentivi agli agricoltori e sostenendo numerose ONG che lavorano sul campo.

Quando si tratta della capitale, Reykjavik, qui o là troverete una bella area verde, ma non aspettatevi troppo. Uno dei luoghi da visitare, nel caso in cui vi piacciano i parchi, è sicuramente il Giardino Botanico di Reykjavik a Laugarsdalur. Un altro posto tranquillo da non perdere è il "laghetto cittadino" - Tjornin. Scoprite qui perché questo piccolo lago è anche conosciuto come "la più grande zuppa di pane del mondo".

Grasagardur Botanical Garden
Grasagardur Botanical Garden
Grasagardur Botanical Garden, Hverfisgata 105, Hverfisgata 105, 101 Reykjavík, Iceland
Lake Tjörnin
Lake Tjörnin
Tjörnin, 101 Reykjavik, Islande
Picture © credits to N. Costa
Picture © credits to N. Costa

Se vi capita di visitare l'Orto Botanico il venerdì di giugno, luglio o agosto, potete partecipare ad una visita guidata gratuita, con partenza dall'ingresso principale intorno alle 12:40. Altrimenti, è possibile esplorare da soli, e se si desidera parlare con alcuni dei dipendenti o volontari, molto probabilmente saranno felici di rispondere a una o due domande. Anche quelli più grandi parlano molto bene l'inglese! Se preferite, ci sono anche codici QR che potete leggere e trovare ulteriori informazioni.

Picture © credits to N. Costa
Picture © credits to N. Costa

Il Giardino è stato fondato nel 1961 ed è gestito dalla città di Reykjavik. Il loro obiettivo è quello di "conservare le piante per l'istruzione, la ricerca e la gioia", e così hanno circa 3000 specie, ordinate in 8 diverse collezioni di piante, mantenendole in vita nonostante le fredde temperature di Reykjavik. E 'aperto anche durante i mesi invernali, ma solo tra le 10h e le 15h, ma come ci sono molti altri luoghi da visitare.

All'interno del giardino c'è uno splendido, piccolo caffè con grandi torte - "Floran Garden Bistro", che è considerato uno dei gioielli nascosti di Reykjavik. Non così tanto di scelta alimentare, ma è un posto unico per gustare una buona torta e godersi una tazza di caffè o tè. Prendetevi il vostro tempo, immersi nel bellissimo paesaggio verde e in un ambiente sereno di questo giardino - un vero e proprio "fuori dai sentieri battuti" a Reykjavik.

Floran Garden Bistro
Floran Garden Bistro
Grasagarðinum Laugardal, 104 Reykjavík, Iceland

Città interessanti legate a questa storia


Lo scrittore

Natacha Costa

Natacha Costa

Ciao, vi racconterò del sud della Francia, le Azzorre, l'Islanda, tra gli altri luoghi, qui su itinari. Viaggiare mi ha insegnato più di ogni altra scuola e sono entusiasta di condividere questa mia passione con voi!

Altre storie di viaggio