Cover photo © Credits to Terra Incognita
Cover photo © Credits to Terra Incognita

Samar Cave, un gioiello dimenticato degno del Guinness dei primati

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

A differenza di molte altre grotte in Serbia, dove i miti locali suggeriscono che i loro famosi abitanti erano creature mitiche, l'inquilino più noto della Grotta di Samar vicino a Svrljig, era un vero umano. Quando si sente una parola grotta, probabilmente l'ultima cosa che viene in mente è "casa", ma non è stato il caso di Milutin Veljkovic, almeno per 464 giorni che ha trascorso a vivere nella Grotta Samar, a partire dal 1969.

Grotta di Samar © Crediti a Terra Incognita

Una breve sensazione mondiale, e ora un gioiello dimenticato, così come il record del mondo per il fatto di vivere continuamente sottoterra per il tempo più a lungo registrato ha fatto sì che Milutin e la Grotta dei Samar un posto speciale nel Guinness dei primati.

Samar Cave
Samar Cave
Kopajkosara, Serbia

Dal punto di vista speleologico: Samar Cave è interessante?

La Grotta di Samar si trova nel sud-est della Serbia, a 17 km dalla città di Svrljig. La lunghezza totale di tutti i canali è di 3197 m, ma è una vera avventura attraversare i suoi vorticosi tunnel pieni di idromassaggi e cascate. La grotta può non essere ricca di gioielli di grotta, ma nasconde ancora numerose formazioni rocciose mozzafiato, come diversi passaggi stretti, popolarmente chiamati "le porte", nel tunnel principale.

L'ingresso della grotta Samar © Crediti a Terra Incognita

Il complesso della grotta è costituito anche da un prefabbricato alto 15 metri e largo 25 metri, ultimo stadio evolutivo della grotta, dove una parte della roccia "cade" lasciando l'imponente arco di pietra sopra il massiccio buco, proprio come le tre famose porte di Vratna, più a nord. Il prerast segna con forza l'uscita della grotta, completando il sentiero Samar avventura speleologica.

Dal punto di vista dello spettatore: Milutin era sano di mente?

Nel caso te lo stessi chiedendo, si', lo era. Era uno speleologo e avventuriero per natura, un vero amante della natura e un appassionato esploratore. Milutin aveva trascorso oltre un anno e mezzo in solitudine, mantenendo il contatto con il mondo esterno con la radio. Aveva anche le attrezzature di base per la sopravvivenza come i medicinali, il cibo in scatola, una stufa, il gas e alcuni strumenti necessari per misurare la temperatura e l'umidità. Per i travolgenti 464 giorni che ha trascorso sottoterra, ha scritto un libro, tratto da un diario che aveva conservato, chiamato "Sotto il cielo di pietra".

Vista dalla grotta Samar © Crediti a Terra Incognita

Non ci volle molto tempo prima che la gente del posto cominciasse a parlare della Grotta di Samar come "Grotta di Milutin". Ora entrambi i nomi sono ampiamente accettati e usati allo stesso modo. Mentre la sensazione di infrangere il Guinness dei primati si affievolì lentamente nel tempo, la gente del posto ricorda ancora con orgoglio i cinque minuti di fama che la loro zona ha ottenuto.

Prerast alla fine della grotta di Samar © Crediti a Terra Incognita

Come visitare e cosa fare nella zona

La zona in cui si trova la grotta respira di una natura selvaggia, con panorami mozzafiato e ruscelli pittoreschi, persino una cascata. Facilmente raggiungibile dalla città di Svrljig, nel raggio di soli 17 km, è una buona idea esplorare il territorio circostante, come le scogliere vicino a Svrljig che servono come una sorta di enciclopedia storica, o le piscine naturali della Gola di Nisevac, un vero capolavoro della natura. Mentre l'eredità della Grotta di Samar racconta una storia spaventosa e ispiratrice della dedizione di Milutin, questo gioiello dimenticato, che ingiustamente svanisce, è del tutto degno della menzione del Guinness dei primati.


Lo scrittore

Milena Mihajlovic

Milena Mihajlovic

Io sono Milena e mi piace viaggiare, fare escursioni e tutto ciò che riguarda il caffè. Attraverso le mie storie, voglio ispirarvi a considerare la Serbia, il mio caro paese natale, per il vostro prossimo viaggio.

Altre storie di viaggio