Cover Picture © Credits to wikimediacommons/Хомелка
Cover Picture © Credits to wikimediacommons/Хомелка

Strochitsy: tre villaggi bielorussi in un museo all'aperto

4 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

La Bielorussia è sempre stata famosa per la sua agricoltura. Le famiglie variano nell'architettura sia all'interno che all'esterno, a seconda di quale parte della Bielorussia si sta visitando. Purtroppo, le moderne tendenze dell'urbanizzazione fanno sì che le persone si trasferiscano nelle città, lasciando le loro case e le tradizioni locali. Trovare diversi villaggi attivi e ben conservati in diverse regioni sarebbe impossibile se non fosse per un museo a cielo aperto - il Museo popolare bielorusso di architettura e vita rurale, noto anche come Strochitsy. Permette di visitare tre villaggi bielorussi al prezzo di uno, a soli 4 km da Minsk!

Strochitsy, Belarus
Strochitsy, Belarus
Ctrochitsy, Belarus

Portate un bambino in gita scolastica in un importante e famoso luogo storico o sito culturale e le probabilità che non gli piacerà mai. Per quanto riguarda i bambini cresciuti a Minsk, questi luoghi infami sono il Museo della Grande Guerra Patriottica e il Museo Popolare di Architettura e Vita Rurale bielorusso. Da adolescente, sono stato a entrambi più volte, e ad essere onesti con te, né la bellezza della natura né l'esposizione storica erano nella mia lista di priorità. Proprio per questo motivo, venire lì senza aspettative positive da adulto è stata una grande esperienza che vorrei condividere con voi.

Skansen bielorusso

Il Belarusian Folk Museum of Architecture and Rural Life è un museo all'aria aperta aperto al pubblico nel 1987, anche se la discussione iniziale dell'idea ha avuto luogo fino al 1908. La missione originaria del museo era quella di preservare le peculiarità culturali della vita rurale in diverse regioni bielorusse. Tali complessi museali sono spesso chiamati "skansen", seguendo l'esempio più famoso della Svezia. Complessivamente, 40 oggetti esposti rappresentano tre regioni: Bielorussia centrale, regione di Poozerye e Dnieper. Tra gli oggetti esposti vi sono chiese, scuole, mulini a vento e case private, che sono state trasportate dai loro villaggi originari in una delle regioni.

Picture © Credits to etna.by
Picture © Credits to etna.by

Ora, questo significa che le case sono state letteralmente distribuite all'ultimo pezzo di legno del loro villaggio, messe su un enorme camion, portate sul posto e assemblate di nuovo! Riesci ad immaginarlo? Naturalmente, alcune parti delle pareti o del seminterrato sarebbero state prima ristrutturate, con tutto il personale delle stanze decorate in modo "stand-still", dando un'impressione molto vivace.

Una vera sensazione di vita da villaggio del 19° secolo

In generale, vagando per il complesso museale, vi sentirete uno spirito magico, che ha fermato il tempo e vaga per i villaggi. Sembra che abbiate solo bisogno di spezzare le dita, e il tempo ricomincerà a scorrere: una casalinga entrerà nella stanza per mettere a dormire il suo bambino, sentirete il suono di un nonno che accende la sua pipa al cancello principale e un vento porterà le parole di una bella canzone di raccolta di uomini e donne che lavorano nei campi. Un paio di gatti, che si possono trovare quasi in ogni casa, lo stanno solo facendo sentire più reale. Se venite in inverno, assicuratevi di portare del cibo per gatti, latte o panna acida per trattare i soffici cacciatori di topi.

Picture © Credits to fgb.by/Андрей Дмитриев
Picture © Credits to fgb.by/Андрей Дмитриев

Come arrivarci e quando visitarci?

Il museo è aperto per visite da mercoledì a domenica dalle 10:00 alle 16:30. Potrebbe anche essere chiuso nei giorni festivi nazionali, quindi assicuratevi di controllare il loro calendario sulla pagina web. Potreste anche imbattervi in uno degli eventi (come la notte di Kupala) che si svolgono lì abbastanza spesso nei fine settimana, specialmente in estate.

Il luogo si trova a 4 km da Minsk, tra i villaggi "Ozertso" e "Strochitsa", e i bielorussi tendono ad utilizzare questi punti di riferimento quando si parla del museo. Ha molto senso, soprattutto dopo aver cercato di pronunciare per la terza volta "Belarusian Folk Museum of Architecture and Rural Life" (40 lettere!!!!!!). Prima di andarci l'ultima volta, ero sicuro di non aver mai visitato il posto fino a quando non ci sono arrivato e mi sono reso conto che è la stessa "Strochitsa" delle mie gite scolastiche. Se arrivate con i mezzi pubblici, non confondervi e scendete alla fermata dell'autobus "Dzyarevnya Azyartso". Vedrete un cartello di legno con una freccia e una biglietteria 200 metri dopo di essa. Qui è possibile pagare il biglietto d'ingresso e viaggiare da soli, noleggiare un'audioguida o prenotare un tour (fino a 25 persone) in inglese - la scelta è vostra. A pagamento è possibile godersi la vista del villaggio dall'alto con un motolider o un elicottero.

Picture © Credits to instagram/belarusian_skansen
Picture © Credits to instagram/belarusian_skansen

Antiche tradizioni - pasti gustosi

E, naturalmente, sgranocchiare qualcosa dalla cucina tradizionale bielorussa nel Belarusian Inn. Alcuni dei pasti del menu sono quasi impossibili da trovare anche nei ristoranti autentici di Minsk, e allo stesso tempo, i prezzi sono decenti. Se fa caldo, rinfrescatevi con kvas di produzione locale, e se nevica o piove o piove, una tintura di rafano vi impedirà di prendere il freddo. Si prega di notare che nelle date di punta o se siete un gruppo numeroso, è meglio effettuare l'ordine con un'ora di anticipo.

Picture © Credits to wikimediacommons/Хомелка
Picture © Credits to wikimediacommons/Хомелка

Al giorno d'oggi, il Museo popolare bielorusso di architettura e vita rurale continua a ricevere le offerte dei locali disposti a donare le loro case di famiglia al museo. Le case ottocentesche sono belle e ricche di nostalgia, ma molto poco pratiche - niente luci, niente riscaldamento centralizzato, niente prese per il caricabatterie per iPhone. Vivere lì o anche la manutenzione degli edifici è impossibile per la maggior parte delle persone che conosciamo. Questo è il motivo per cui la gente del posto è pronta a donare le case dei nonni al museo. Sanno che il museo terrà le case al sicuro e sano per i loro discendenti a visitare e catturare una sensazione della mondana vita rurale del XIX secolo. E forse tra 10 anni, il Museo popolare bielorusso di architettura e vita rurale o Strochitsy avrà più di tre villaggi bielorussi in un museo a cielo aperto da esplorare.


Lo scrittore

Ivan Makarov

Ivan Makarov

Pryvitanne, sono Ivan. Ti piacerebbe esplorare la Bielorussia sconosciuta con me? Ho vissuto in altri paesi per un po' di tempo, e ora sono tornato per aiutare la mia patria a mostrare il meglio di sé condividendo con voi storie personali e divertenti.

Altre storie di viaggio