© Wikimedia Commons/Petkovic Boris
© Wikimedia Commons/Petkovic Boris

Parco nazionale di Sutjeska: Yosemite europeo nei Balcani

2 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

È difficile misurare le bellezze naturali della Bosnia ed Erzegovina, ma il Parco Nazionale di Sutjeska offre sicuramente il meglio del meglio. Le sue montagne, i laghi, i fiumi, le foreste e la rigogliosa fauna selvatica sono tra le più magnifiche d'Europa. Se sognate di perdervi come Robin Hood nelle foreste delle fiabe e nelle terre di una bellezza incontaminata e selvaggia da qualche parte in Europa, questo posto deve essere sulla vostra visita del secchio. Lo Yosemite europeo vi invita a un viaggio unico nel cuore dei Balcani.

Foresta pluviale di Perućica, l'ultima giungla d'Europa

© istock/brunette
© istock/brunette

Esteso su 17.500 ettari di magnifica e incontaminata natura selvaggia, Sutjeska è il più antico parco nazionale della Bosnia-Erzegovina. Ospita una delle ultime foreste primaverili rimaste in Europa - Perućica. Questa perla può essere visitata solo con una guida accreditata, sia a piedi o in fuoristrada, che è conosciuta come Perućica safari. I faggi superano i 60 metri di altezza e i pini neri endemici nascono dalle pareti rocciose che proteggono l'antica foresta. Un'altra importante caratteristica del Parco Nazionale di Sutjeska e della foresta pluviale di Perućica è la cascata di Skakavac, una delle più alte del paese, formatasi sul fiume Perućica.

Il Monte Zelengora e i suoi occhi di montagna

© National Park Sutjeska
© National Park Sutjeska

Alcuni dei tesori più preziosi di questo parco nazionale sono otto laghi glaciali, noti anche come "occhi di montagna del Monte Zelengora". Sparpagliati intorno alla montagna, questi laghi di Zelengora sono un vero paradiso per tutti gli amanti della natura. Orsi, gatti selvatici, volpi, capre selvatiche, cinghiali, lupi, lupi, martore sono alcuni dei mammiferi che abitano il Parco Nazionale di Sutjeska. Nell'habitat del parco vivono oltre 300 specie di uccelli, tra cui la pernice bianca, il falco pellegrino e il merlo.

Mt. Maglić, la vetta più alta della Bosnia

© National Park Sutjeska
© National Park Sutjeska

La cima più alta del paese, il Monte Maglić (2.386 metri), fa parte di questo parco, direttamente al confine con il Montenegro. Presenta una salita impegnativa anche per gli escursionisti esperti, ma vale assolutamente la pena di fare ogni sforzo per la vista che si apre davanti ai vostri occhi una volta raggiunta la sua cima. E se siete pronti per un'altra sfida con una vista magnifica, provate a raggiungere il lago Trnovačko, uno smeraldo a forma di cuore appena oltre il confine con il Montenegro. Se siete più appassionati di escursioni e passeggiate, non perdetevi il Monte Zelengora, la montagna più bella della Bosnia con diversi rifugi recentemente rinnovati. Ci sono campeggi, rifugi di montagna, escursioni guidate, arrampicate, attività di sci e pesca. E quando siete già lì, scommetto che vorreste verificare l'aspetto dello Yosemite europeo dal punto di vista di un'aquila. Quindi, andate al Borić Viewpoint e godetevi il panorama ipnotico.

Viaggio una volta nella vita

© National Park Sutjeska
© National Park Sutjeska

Come accennato all'inizio di questa storia, visitare il Parco Nazionale di Sutjeska è un viaggio che capita una volta nella vita. Ci vorrebbero mesi per esplorare tutti gli angoli nascosti dello Yosemite europeo. Se avete intenzione di viaggiare in questa parte dei Balcani, assicuratevi di dedicare almeno un paio di giorni a Sutjeska. Sicuramente un giorno ritornerete.


Lo scrittore

Ljiljana Krejic

Ljiljana Krejic

Sono Ljiljana, della Bosnia-Erzegovina. Essendo un giornalista, non posso sfuggire a questa prospettiva quando viaggio. La mia missione è farvi esplorare l'ultima gemma ancora da scoprire in Europa.

Altre storie di viaggio