Il ponte sulla Drina a Višegrad

2 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Di tutto ciò che l'uomo erige e costruisce nel suo desiderio di vivere, nulla è a mio avviso migliore e più prezioso dei ponti. Sono più importanti delle case, più sacre dei santuari, Ivo Andrić.

Anche se non siete un grande conoscitore della Bosnia-Erzegovina, scommetto che conoscete due punti di riferimento principali del paese, i suoi due ponti eleganti - il Ponte Vecchio a Mostar City e il Ponte sul fiume Drina a Višegrad. Ma lo sapevate che sono due dei soli tre ponti nel patrimonio dell'UNESCO monumenti ponte di tutto il mondo? Pertanto, li chiamiamo tesori nazionali. Questa è la storia di uno di loro.

Prima di venire a vedere Il ponte sulla Drina, vi raccomando vivamente di leggere l'omonimo libro, scritto dal nostro premio Nobel Ivo Andrić. È una storia della città di Višgrad, della gente e del ponte, attraverso i secoli della sua storia tempestosa. Il libro è particolarmente utile per coloro che non provengono dai Balcani (che è molto probabile il vostro caso), come il ponte è una testimonianza per l'ingegno.

Il ponte sulla Drina è un capolavoro che attraversa il fiume con 11 grandi archi e diversi archi più piccoli. E 'stato costruito nel 1577 da Mehmed Paša Sokolović, un ragazzo serbo che divenne grande visir dell'Impero ottomano, così porta anche il suo nome. È lungo 180 metri e largo 6, con due terrazze al centro - per i passanti che hanno bisogno di riposo o desiderano godere della vista spettacolare.

Non è solo la vista che è spettacolare qui, c'è qualcosa che non può essere spiegato con le parole. In poche parole, non importa quante volte si attraversa il ponte, si desidera farlo più e più volte.

Višegrad, una piccola città (circa 6000 abitanti) circondata da paesaggi panoramici, non è un luogo per i turisti che amano i luoghi grandi e rumorosi, ma una destinazione perfetta nicchia. Si trova sul fiume Drina, un tempo confine naturale tra l'Impero Romano d'Occidente e quello d'Oriente, oggi si snoda tra le pittoresche regioni montuose e pianeggianti della Bosnia e della Serbia.

Il modo migliore per ammirare il ponte e il fiume Drina, allo stesso tempo, è quello di fare un giro in barca. La vista mozzafiato è garantita, così come l'evasione totale. Un altro modo di farlo (ma solo in estate), è una bella terrazza estiva vicino al ponte. Ogni volta che vi capita di essere qui, non dimenticate di fare una visita a Andrićgrad, una città del famoso regista Emir Kusturica.


Lo scrittore

Ljiljana Krejic

Ljiljana Krejic

Sono Ljiljana, della Bosnia-Erzegovina. Essendo un giornalista, non posso sfuggire a questa prospettiva quando viaggio. La mia missione è farvi esplorare l'ultima gemma ancora da scoprire in Europa.

Altre storie di viaggio