© Mark Levitin
© Mark Levitin

L'architettura buddista di Monywa

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Monywa, una cittadina mediocre nel Myanmar centrale, sembra essere poco più di una fermata di transito tra Bagan e le destinazioni occidentali, di nessun interesse per un viaggiatore in sé. D'accordo, è il Myanmar, quindi c'è sempre qualcosa da vedere, ma non si potrebbe pensare che il posto meriti una fermata dedicata. E la città probabilmente non lo fa. Ma le sue vicinanze ospitano un sacco di monumenti architettonici buddisti unici, che vanno dalle pagode moderne e un gigantesco Buddha cavo, che sovrasta il paesaggio, agli antichi templi rupestri scavati nelle scogliere.

© Istock/kapulya
© Istock/kapulya

Thanboddhay Paya

Presumibilmente costruita più di 7 secoli fa, ma così efficacemente rinnovata che non si direbbe mai, Thanboddhay Paya è una vista impressionante. Forse è un po' kitsch, eccessivamente colorato, ma comunque impressionante. Questo è un posto dove i fotografi desidereranno avere un drone, quindi portatene uno se riuscite a passare la dogana birmana. La pagoda centrale è circondata da una foresta di guglie, dorate, rosse, rosa, gialle. Sembra un boschetto di piante spinose o una distesa di stalagmiti senza la grotta. L'interno è altrettanto opulento: alti Buddha seduti e in piedi circondati da gallerie infinite di piccole figure di Buddha, file su file. La tavolozza dei colori è la stessa combinazione di gialli e rossi, che colpisce l'occhio.

Thanbodday Paya, Monywa
Thanbodday Paya, Monywa
Myanmar (Burma)
© Istock/kiwisoul
© Istock/kiwisoul

Bodhi Tataung

C'è una pretesa di fama discutibile, Bodhi Tataung. I birmani insistono che il Buddha in piedi qui è il più alto del mondo. I cinesi sostengono che è solo il secondo, e che il vero campione è in Cina. In ogni caso, è enorme, delle dimensioni di un grattacielo. Come la maggior parte delle immagini giganti del Buddha in questa parte del mondo, è cavo, il suo interno è pieno di dipinti e diorami che rappresentano tutto ciò che è buddista, dai Jataka ai peccatori torturati all'inferno. Vicino c'è un Buddha reclinato, un po' più piccolo, ma sempre grande come un edificio, con scene simili all'interno. E tutto intorno alle due statue principali, miriadi di immagini di Buddha e di monaci più piccoli sono in fila - Bodhi Tataung si traduce letteralmente come "mille Buddha", ma ce ne sono molti di più.

Bodhi Tataung, Monywa
Bodhi Tataung, Monywa
Myanmar (Burma)
© Mark Levitin
© Mark Levitin

Hpo Win Daung

Questo è probabilmente lo spettacolo più interessante nelle vicinanze di Monywa. Un'intera collina è stata perforata con grotte artificiali come un pezzo di formaggio, e ogni grotta è un tempio. Il sito è anche piuttosto antico, si crede che sia stato creato nel XIV secolo, poi gradualmente aggiunto fino a poco tempo fa. Ormai, però, sembra abbandonato, ispirando quella sensazione da "Indiana Jones" in un viaggiatore. Alcuni templi rupestri sono decrepiti, con niente all'interno, altri possono ospitare qualche pipistrello o una scimmia randagia, ma sono altrimenti intatti, con murales e statue. Nel complesso, ci sono centinaia di templi qui - contate almeno mezza giornata se volete visitarli tutti.

Hpo Win Daung, Monywa
Hpo Win Daung, Monywa
Myanmar (Burma)
© Mark Levitin
© Mark Levitin

Shwe Ba Taung

Questo strano esperimento architettonico a due passi da Hpo Win Daung sembra un ibrido tra Lalibela etiope e un McDonalds buddista. Profonde scanalature sono state scavate in una grande roccia per creare sentieri incassati, poi espansi ai lati, formando templi sotterranei. Come se questo non fosse abbastanza impressionante, colori brillanti sono stati applicati ad ogni superficie, rendendo l'intera scena assolutamente pacchiana. Uno dei templi di roccia qui ha la forma di un elefante bianco - non c'è niente di più kitsch di questo. A differenza di Hpo Win Daung, Shwe Ba Taung è ben mantenuto e molti templi sono in uso. Entrambi possono essere visitati in un solo giorno di viaggio da Monywa.

Shwe Ba Taung, Monywa
Shwe Ba Taung, Monywa
Myanmar (Burma)

Lo scrittore

Mark Levitin

Mark Levitin

Sono Mark, un fotografo professionista di viaggi, un nomade digitale. Negli ultimi quattro anni sono stato in Indonesia; ogni anno trascorro circa sei mesi e l'altra metà dell'anno in viaggio verso l'Asia. Prima di allora, ho trascorso quattro anni in Thailandia, esplorando il paese da ogni punto di vista.

Altre storie di viaggio