Cover picture © Credits to iStock / Stefan Rotter
Cover picture © Credits to iStock / Stefan Rotter

La Curta, una calcolatrice che collegava Liechtenstein e Vienna

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

La Curta è una piccola calcolatrice compatta che è stata ampiamente utilizzata nella seconda parte del XX secolo fino alla sua sostituzione con calcolatrici elettroniche negli anni Settanta. E' ancora percepita come una meraviglia della miniaturizzazione meccanica. Tutte le calcolatrici sono state prodotte nello stabilimento Curta nel Liechtenstein, su progetto dell'ingegnere viennese Curt Herzstark.

Picture © Credits to Wikipedia / Thomas Schanz
Picture © Credits to Wikipedia / Thomas Schanz

Progettato in un campo di concentramento da Curt Herzstark

Il progettista della calcolatrice Curta, Curt Herzstark, è nato da un padre ebreo e da una madre cristiana austriaca. Suo padre era proprietario di un'azienda che produceva calcolatrici, dove lavorava come responsabile tecnico. Numerosi contatti con i clienti gli hanno dimostrato che una calcolatrice tascabile sarebbe stata molto richiesta. Così, ha deciso di progettare la prima calcolatrice tascabile Curta prima della seconda guerra mondiale. Tuttavia, il suo sviluppo fu interrotto dalla guerra e la società iniziò invece a produrre detonatori per l'esercito tedesco. Già nel 1943, Curt Herzstark fu arrestato come "mezzo ebreo" dai nazisti e inviato al campo di concentramento di Buchenwald. Grazie alle sue capacità tecniche e alla sua mente innovativa, i nazisti lo trattavano come uno "schiavo dell'intelligenza". Qui viene nominato capo di un reparto che si occupa della produzione di particolari meccanici di precisione, compresi i particolari per la produzione dei famigerati razzi V2.

Picture © Credits to flickr / stanze
Picture © Credits to flickr / stanze

Dopo la liberazione, tornò a Vienna. Ha elaborato il disegno di base della calcolatrice nella sua testa e lo ha sviluppato su carta quando è stato rilasciato nel 1945. Tuttavia, non è riuscito a trovare un finanziatore per avviare la produzione della sua invenzione. Infine, è stato invitato nel Liechtenstein, dove è stata fondata una fabbrica per produrre la Curta. Questa calcolatrice tascabile entrò in produzione nel 1948 e fu prodotta fino al 1971.

Il design della calcolatrice Curta

La Curta è una calcolatrice meccanica sotto forma di un cilindro alto 85 millimetri che ha un diametro di 53 millimetri. E 'stato fatto per essere comodamente tenuto in una mano, mentre si inseriscono i numeri con le dita tramite una diapositiva di controllo, e poi innescato il processo aritmetico tramite una manovella. Oltre ad essere molto più piccoli, erano anche più veloci e silenziosi dei loro vecchi e più grandi antenati guidati a mano. Erano molto meno rumorosi e solo un po' più lenti dei modelli a motore.

Sono stati prodotti due modelli. La Curta I fornisce i risultati a undici cifre e consiste di 571 pezzi singoli, mentre la seconda generazione fornisce i risultati a quindici cifre e consiste di 719 pezzi.

Operazioni

La Curta padroneggia quattro operazioni aritmetiche di base, e i manuali successivi includono gli algoritmi per i cubi e le radici quadrate. Tutti i calcoli sono attribuiti ad aggiunte e sottrazioni. Non voglio essere troppo tecnico qui, quindi se qualcuno vuole sapere come funziona veramente, potete vederlo nel video qui sotto.

E 'stato utilizzato principalmente da mercanti, tecnici, architetti, ingegneri, chimici e scienziati. La macchina può essere comodamente tenuta in una mano e azionata in gran parte con una sola mano. Il Curta è stato realizzato esclusivamente in metallo e la sua resistenza alla corrosione e la sua robustezza, confermata da test a lungo termine, ne hanno permesso il trasporto e l'utilizzo ovunque.

Nel 1971 sono state prodotte in totale circa 140.000 copie della Curta. Grazie alla sua superiorità e al suo design maneggevole, ha dominato il mercato fino ai primi anni '70, quando è stato rapidamente sostituito dalle calcolatrici elettroniche (HP-35). Il prezzo della Curta era alto e oggi è considerato come oggetto da collezione e raggiunge prezzi molto alti.

La Curta è ancora oggi considerata la più piccola macchina calcolatrice tascabile meccanica prodotta industrialmente e ha cambiato la vita quotidiana qualche decennio fa. Per saperne di più su questa meraviglia della meccanica, potete scoprirlo nel Museo Mura nel Liechtenstein e nel Museo della Tecnica di Vienna.


Lo scrittore

Ogi Savic

Ogi Savic

Io sono Ogi. Giornalista ed economista, vivo a Vienna e mi appassiona lo sci, i viaggi, il buon cibo e le bevande. Scrivo di tutti questi aspetti (e non solo) della bella Austria.

Altre storie di viaggio