Cover picture © credits to iStock/StreetFlash
Cover picture © credits to iStock/StreetFlash

L'accattivante Moschea Blu di Yerevan

2 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Molti sapranno che l'Armenia fu il primo paese che adottò il cristianesimo nel 301, e fino ad oggi è un paese cristiano e possiede un enorme patrimonio culturale cristiano, tra cui i complessi monasteri medievali di Tatev, Sanahin e Haghpat, Haghartsin, Noravank, Khor Virap, Goshavank, Geghard e molti altri. Avendo un gran numero di siti del patrimonio culturale anche oltre i confini dell'Armenia (Turchia, Iran e così via), gli armeni sanno quanto sia importante prendersi cura dei siti storici costruiti dai rappresentanti di altre nazionalità. L'Iran ha iscritto nella lista del patrimonio culturale dell'UNESCO diverse chiese armene, che erano state costruite dagli armeni iraniani. Allo stesso modo, gli armeni sono più che felici di prendersi cura del patrimonio iraniano nel territorio del nostro paese. Uno di questi punti salienti si trova sulla Mashtots Street di Yerevan, e si chiama "Moschea Blu" che grazie ai suoi colori cattura immediatamente l'attenzione di chi passa.

Blue Mosque, Yerevan
Blue Mosque, Yerevan
Mesrop Mashtots Ave, Yerevan, Armenië

La Moschea Blu è stata costruita nel XVIII secolo. Ai tempi dei sovietici, la moschea serviva come museo storico di Erevan. Il fatto è che le autorità dell'Unione Sovietica stavano diffondendo l'ateismo, e qualsiasi tipo di religione ha dovuto fare un passo indietro, compreso il cristianesimo. Dopo il crollo dell'Unione, il governo armeno ha deciso di rinnovare la moschea. Tuttavia, il governo iraniano ha chiesto il permesso di farlo a proprie spese e con l'aiuto dei suoi specialisti, che sono abili nella ricostruzione di moschee.

Picture © to iStock/efesenko
Picture © to iStock/efesenko

Oggi, abbiamo una fantastica Moschea Blu, che è l'unica attiva in città. Ha una posizione centrale e si trova a soli cinque minuti a piedi da Piazza della Repubblica. Trovo che sia un luogo molto interessante da visitare per i viaggiatori provenienti da diversi paesi. Occupa un'area enorme e ha diverse sale. Inoltre, all'interno si trova un bel giardino all'aperto. Vale la pena sapere che ci si deve togliere le scarpe per entrare nella Moschea Blu. Inoltre, le donne devono indossare abiti che coprano completamente il loro corpo. Non è un grosso problema farlo, soprattutto quando si sa che si vedrà questa bellezza dall'interno.

Picture © credits to iStock/VahanN
Picture © credits to iStock/VahanN

Suppongo che la moschea sia chiamata blu perché la sua facciata è decorata con un bellissimo mosaico che ha diverse sfumature di blu. E 'davvero accattivante perché il suo stile architettonico e i suoi colori sono molto diversi da tutti gli altri edifici che si possono trovare a Yerevan. Dopo aver esplorato la Moschea Blu, non dimenticate che c'è un altro luogo da non perdere alla fine della stessa strada chiamata "Matenadaran", dove sono conservati antichi manoscritti.


Città interessanti legate a questa storia


Lo scrittore

Lusine Vardanyan

Lusine Vardanyan

II'm Lusine, dall'Armenia. Mi piace viaggiare ed esplorare nuovi posti. Mi interessano l'arte, la cultura, la musica e lo sport. Su itinari vi mostrerò l'Armenia come la vedo io.

Altre storie di viaggio