Il mistero dell'alfabeto armeno

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

In Armenia, ogni allievo conosce il nome di Mashtots Mesprop che ha creato l'alfabeto armeno (Aybooben in armeno). È interessante notare che l'alfabeto creato da Mashtots 2000 anni fa ha un legame misterioso con la tavola di Mendeleev (MT). Scopriamo qual è il mistero che sta dietro l'alfabeto armeno e come in realtà questi due (MT e l'alfabeto) sono collegati l'uno all'altro.

Per esempio, prendiamo la parola "Oro" in armeno sarà "“ՈՍԿԻ" ha 4 lettere. In ordine alfabetico, Ո è la 24a lettera, Ս è la 29a, Կ è la 15a e, infine, Ի è l'11a. Se si sommano questi numeri 24+29+15+11=79. 79 è il numero di Oro nella tabella di Mendeleev (MT) chiamato Aurum. Lo stesso vale per le parole argento Ag (ԱՐԾ) Ր+ ԱՐԾ+ Ի=47 (Ag è 47° su MT), Sn (in armeno ԿԼԱԷԿ) Ճ+Ա+Ր+Ճ+Ր=50 (SN è 50° su MT), Pb (in armeno ԱՐՃԻՃ) ԱՐՃԻՃ+Ա+Լ+Ծ+Ծ=82 (Pb è 82° su MT) e così via.

Mesrop Mashtots è nato nella città di provincia di Hatsekats. A un certo punto, si unì alla chiesa e cominciò a lavorare come missionario. Si rese conto che per diffondere il cristianesimo tra tutti gli armeni c'era bisogno di un alfabeto armeno per poter leggere la Bibbia nella propria lingua (allora la Bibbia era in greco e siriaco, allora alcuni potevano capire il greco ma non era accessibile a un gran numero di persone). Il capo della Chiesa Armena Sahak Partev e il re Vramshapuh hanno apprezzato l'idea e Mashtosts si è recato in diversi paesi per fare ricerche e studiare diversi scritti al fine di capire come meglio crearne uno nuovo.

armeno scritto a mano dal libro di Hanrik Mnatsakanyan

L'alfabeto armeno è stato sviluppato nel 405 dC. L'alfabeto creato dai Mastost aveva 36 simboli (28 consonanti e 8 vocali) dopo alcuni secoli solo due simboli sono stati aggiunti per esprimere i suoni importati dalle lingue straniere. I testi sono scritti orizzontalmente da sinistra a destra. La prima frase scritta in lingua armena è stata ՙՙՃանաչել զիմաստություն և զխրատ զխրատ, իմանալ զբանս հանճարոյ " (Conoscere la saggezza e l'istruzione, percepire le parole della comprensione). Dopo la morte, Mashtots è stato sepolto in Oshakan, che è diventato un luogo di pellegrinaggio in seguito.

Nel territorio dell'Armenia, ci sono diversi monumenti all'alfabeto armeno. Ad esempio, quello che si trova non lontano dalla collina di Ara. Molte persone si fermano davanti al monumento alfabetico e si dirigono verso Amberd per scattare foto con le loro iniziali.

Inoltre, ci sono molte opere d'arte di strada in tutta l'Armenia dedicate all'alfabeto armeno, così come si può trovare una grande statua di Mashtots Mesrop e il suo allievo preferito Koriun di fronte al Matenadaran (un luogo unico a Yerevan, dove sono conservati antichi manoscritti). La biografia di Mashtots "Vark Mashtotsi" (La vita di Mashtots) è stata poi scritta dal suo allievo Koriun.

crediti a Marlenka

Oggi avete scoperto il mistero che sta dietro l'alfabeto armeno. Alfabeto divenne un altro strumento per gli armeni per salvare la loro identità, cultura e tradizioni attraverso i secoli. Gli armeni hanno avuto molti alti e bassi durante la loro storia, ma la lingua, la religione e la scrittura è servito come contrattacco a qualsiasi uragano che è venuto a distruggere la nostra unità.

Matenadaran
Matenadaran
53 Mesrop Mashtots Ave, Yerevan 0009, Armenië
Amberd fortress
Amberd fortress
Amberd Road, Armenia
Oshakan
Oshakan
Oshakan, Armenia

Città interessanti legate a questa storia



Lo scrittore

Lusine Vardanyan

Lusine Vardanyan

II'm Lusine, dall'Armenia. Mi piace viaggiare ed esplorare nuovi posti. Mi interessano l'arte, la cultura, la musica e lo sport. Su itinari vi mostrerò l'Armenia come la vedo io.

Altre storie di viaggio