iStock/501room
iStock/501room

Wat Phan Tao, Chiang Mai: il tempio delle lanterne

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Un viaggiatore medio in Thailandia riceve la sua dose di architettura buddista entro la prima settimana e si sente immunizzato, "wat-ted out", come si dice. Basta è sufficiente. Eppure i templi di Chiang Mai meritano un'eccezione: in primo luogo, la città è antica, così come i suoi monasteri, e in secondo luogo, il Nord della Thailandia è sempre stato il centro dell'industria thailandese del teak. Per questo motivo, non pochi templi sono maestose strutture in teak invecchiato e oscurato, sorrette da immensi pilastri formati da singoli tronchi d'albero. Wat Phan Tao è uno di quelli; oltre a questo, ha squisita scultura in legno, una storia piuttosto curiosa, ed è un luogo ideale per vedere il lancio di khom loi, lanterne volanti tailandesi. Il tempio si trova proprio nel centro della città, rendendo facile visitarlo in qualsiasi momento. Per l'esperienza più memorabile, cercate di coincidere con un festival.

© Mark Levitin
© Mark Levitin

Un palazzo, un tempio, un monastero

L'edificio principale di Wat Phan Tao, il vihaan (sala di preghiera), puzza di antichità. Mentre i 28 massicci pilastri di legno la sollevano in alto sopra la strada, la sua fondazione è leggermente incassata, il che implica il peso delle età. Questa impressione, curiosamente, è falsa: per questa città veramente antica, l'edificio è relativamente giovane. Nella sua forma e funzione attuale è stata fondata nel 1876, solo un secolo e mezzo fa. Molto più insolito è la storia del tempio. Fu originariamente costruito nel 1846 come sala del trono per Chao Mahawong, il re di Chiang Mai. Il suo successore in trono lo fece smantellare e, dopo una certa ristrutturazione, tornò a vivere come monastero buddista.

© Mark Levitin
© Mark Levitin

Tracce del passato reale sono ancora visibili nell'intaglio del legno - il motivo ripetuto di un cane (l'animale zodiacale dell'anno di nascita di Chao Mahawong) e il pavone protetto da due serpenti naga sopra l'ingresso principale (il simbolo della monarchia di Chiang Mai). Oltre al vihaan, il monastero comprende oggi una piccola foresta di chedi (stupa) e un albero di Bodhi vicino a uno stagno. Monaci e novizi possono essere visti meditare sotto l'albero durante le feste buddiste.

© Mark Levitin
© Mark Levitin

Lanterne, lanterne, lanterne

La vita monastica manca di molte forme di intrattenimento comunemente apprezzate dai laici (sì, compreso quello a cui hai appena pensato - non è vero?). La borsa di studio e la meditazione sono buone, e lo sport non è dimenticato, ma anche la voglia di creatività ha bisogno del suo sbocco. Questo è il motivo per cui molti monasteri in Thailandia sviluppano hobby particolari. In uno di loro i monaci cavalcano a cavallo, in non pochi realizzano sculture giganti in cemento; c'è persino un tempio interamente decorato con bottiglie di vetro vuote, combinando un approccio artistico con un nuovo metodo di riciclaggio dei rifiuti. In Wat Phan Tao, tale hobby sono le lanterne. Lanterne di ogni tipo, bug e piccole, alte e basse, in piedi, galleggianti e volanti. La Loi Kratong, conosciuta anche come Yi Peng, la festa delle lanterne in tutto il paese nel tardo autunno, è molto spettacolare.

© Mark Levitin
© Mark Levitin

Capodanno

Ma una volta all'anno non basta: i monaci di questo tempio riempiono la notte di fiamme tremolanti, raddoppiate dal loro riflesso nello stagno e ammiccando dal cielo, in ogni occasione possibile. La maggior parte delle feste buddiste sono celebrate in questo modo, e anche il nuovo anno gregoriano! E 'in realtà il modo più memorabile per un viaggiatore per celebrare questa data a Chiang Mai. Invece di una festa da ubriaco che potrebbe svolgersi in qualsiasi paese, vieni a Wat Phan Tao, ascolta il sermone dell'abate in inglese (o fai finta di farlo), guarda i monaci che meditano tra le lampade ad olio, poi unisciti a loro rilasciando il khom loi, lanterne volanti - un'intera armata di stelle create dall'uomo che lentamente si allontana nel buio.

Wat Phan Tao, Chiang Mai
Wat Phan Tao, Chiang Mai
127/7 Prapokkloa Rd, Tambon Si Phum, Amphoe Mueang Chiang Mai, Chang Wat Chiang Mai 50200, Thailand

Lo scrittore

Mark Levitin

Mark Levitin

Sono Mark, un fotografo professionista di viaggi, un nomade digitale. Negli ultimi quattro anni sono stato in Indonesia; ogni anno trascorro circa sei mesi e l'altra metà dell'anno in viaggio verso l'Asia. Prima di allora, ho trascorso quattro anni in Thailandia, esplorando il paese da ogni punto di vista.

Altre storie di viaggio