Cover Picture © Credits to istock/PytyCzech
Cover Picture © Credits to istock/PytyCzech

Terezin- un ex ghetto ebraico e campo di concentramento

2 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Terezin, noto anche come Theresienstadt, era un campo di concentramento durante l'ex occupazione tedesca e si trova a circa 70 chilometri da Praga.

Originariamente Theresienstadt fu creata come fortezza dall'imperatore Giuseppe II d'Austria nel XVIII secolo, che la chiamò così come sua madre Maria Teresa. Tuttavia, durante la seconda guerra mondiale, Terezin divenne un ghetto ebraico e un campo di concentramento sotto la Germania nazista. Serviva a due scopi, in primo luogo fungeva da punto intermedio per i campi di sterminio, e in secondo luogo come una sorta di "luogo di pensionamento" per gli anziani.

Terezin
Terezin
Terezín, Czechia

Gli ebrei cechi furono trasportati al campo nel 1941, seguiti da austriaci, tedeschi, olandesi e danesi, che furono trasportati nei mesi successivi. Più di 150.000 ebrei, tra cui 15.000 bambini, sono stati tenuti a Terezin prima di essere mandati nei campi di sterminio di Treblinka e Auschwitz. Il numero esatto dei sopravvissuti non è abbastanza chiaro, anche se i rapporti hanno dimostrato che ci sono stati circa 17.000 sopravvissuti, tra cui 150 bambini.

Picture © Credits to istock/searagen
Picture © Credits to istock/searagen

I nazisti volevano dare al mondo una buona percezione di Terezin, e così lo promuovevano come un campo pieno di ricchezza culturale e di buone condizioni di vita. In una certa misura, il campo era conosciuto per la sua vita culturale rispetto ad altri campi di concentramento, poiché molti dei detenuti erano artisti, scienziati, studiosi e musicisti di fama internazionale. A causa di una grande vita culturale, molti concerti e conferenze su temi come l'arte, la musica, l'ebraismo, l'economia e la scienza, hanno avuto luogo nel campo. Nel novembre 1942 fu fondata anche una Biblioteca Centrale del Ghetto che conteneva oltre 100.000 libri, che furono portati dai detenuti al campo. È importante notare che Terezin era l'unico campo di concentramento durante la Germania nazista, dove la religione e le preghiere erano permesse.

Picture © Credits to istock/hopsalka
Picture © Credits to istock/hopsalka

Terezin è stato utilizzato anche per la propaganda dei nazisti. Nel 1944 ebbe luogo un'ispezione della Croce Rossa Internazionale e dei rappresentanti del governo danese per valutare le condizioni di vita dei detenuti. Questa fu anche l'occasione per i nazisti di ritrarre un'immagine positiva del campo. Grandi sforzi sono stati fatti per ripulire il campo e prepararlo per la visita. Ad Auschwitz furono inviati numerosi detenuti per evitare il sovraffollamento, furono installati caffè e negozi, i locali furono ridipinti e ristrutturati. I detenuti sono stati anche istruiti ad esibirsi durante la visita. I bambini giocavano nell'area della piazza principale e sono stati costretti a partecipare alle rappresentazioni.

Picture © Credits to istock/hopsalka
Picture © Credits to istock/hopsalka

Durante la visita ufficiale, i detenuti hanno ricevuto precise istruzioni; solo agli ebrei danesi è stato permesso di parlare con i rappresentanti. La visita ha dato un'impressione positiva alla Croce Rossa Internazionale e al governo danese, convinti che i detenuti vivessero una vita normale.

Anche se questo non è il solito "divertimento da vedere", vale sicuramente la pena di fare un viaggio quando si è a Praga. Ci sono numerosi autobus turistici e guide che partono da Praga per una gita di un giorno e vi portano a Terezin.


Lo scrittore

Masa Mesic

Masa Mesic

Mi chiamo Maša, nato in Croazia ma cresciuto a Praga. Ho una grande passione per la gastronomia, lo yoga e le lingue. Segui il mio viaggio, mentre viaggiamo attraverso la Danimarca e la Cecenia.

Altre storie di viaggio