Photo © credits: iStock/James_Gabbert
Photo © credits: iStock/James_Gabbert

C'è una cappella sulla spiaggia di Miramar

2 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Ricordate questo: quando arrivate a Porto in treno da sud, sedetevi sempre sul lato sinistro del treno e attenetevi al finestrino in modo da poter vedere al meglio la natura portoghese. Il paesaggio lungo la ferrovia è davvero unico: decine di perfette dune di sabbia, il potente oceano Atlantico e tramonti indimenticabili. Per me, queste corse in treno hanno lo stesso effetto della meditazione. La parte migliore inizia intorno a Espinho, una piccola città famosa per il suo enorme casinò, e dura fino alla spiaggia di Miramar. E lì, in mezzo alla spiaggia, c'è una cappella che nessuno si aspetterebbe di vedere - Capela do Senhor da Pedra (La cappella del Signore della Pietra), in piedi sulla cima di una piccola collina di pietre, circondata da onde che si infrangono sugli scogli.

Photo © credits: iStock/BrasilNut1
Photo © credits: iStock/BrasilNut1
Miramar Beach
Miramar Beach
Miramar, 4410-316 Arcozelo, Portugal
Capela do Senhor da Pedra
Capela do Senhor da Pedra
Alameda do Sr. da Pedra, 4405-712 Gulpilhares, Portugal

La spiaggia di Miramar ispira indipendentemente da questa particolare cappella. Sembra infinita, la maggior parte delle volte è quasi completamente vuota (tranne che in estate!), il cielo e il mare generano i colori più sorprendenti. Come molte altre spiagge portoghesi, anche questa è stata premiata con il premio "la migliore spiaggia d'Europa" qualche anno fa. Può essere vero o no, ma vale comunque la pena visitarlo. Per quanto riguarda la cappella, fu costruita nel XVII secolo, in risposta agli eretici precristiani, su un antico sito pagano. E' stata costruita in stile barocco e rococò, ed ha forma ottagonale. All'esterno è decorato con tipici azulejos portoghesi blu/bianco.

Miramar stesso è un piccolo villaggio molto piccolo, oggi zona residenziale alla moda con case eleganti e un campo da golf a 9 buche per chi vuole fuggire dalla grande città di Porto.

Photo © credits: iStock/Adrian Wojcik
Photo © credits: iStock/Adrian Wojcik

Il luogo ispirò anche il più famoso regista portoghese, Manoel de Oliveira che girò un documentario dal titolo "Miramar, praia das rosas" ("Miramar, spiaggia delle rose") nel 1938. Il film è stato narrato da Fernando Pessa, all'epoca famoso giornalista, Fernando Pessa.

Oggi questa spiaggia è frequentata soprattutto da chi è interessato agli sport acquatici ed eolici, come il surf, il windsurf e il kitesurf. Ci sono anche diversi caffè con "esplanadas" intorno, così si può sedersi, bere qualcosa e godersi il tramonto, che è il momento migliore per essere qui.

Photo © credits: iStock/Adrian Wojcik
Photo © credits: iStock/Adrian Wojcik

Per venire qui, potete prendere un treno da Porto São Bento a Francelos (15 minuti di viaggio), per poi godervi una passeggiata sul lungomare. Una volta arrivati alla stazione ferroviaria di São Bento, non dimenticate di guardarvi intorno e di ammirare opere d'arte mozzafiato nella sala principale. E ricordate, se arrivate in treno da sud, sedetevi sul lato sinistro.

Photo © credits: iStock/James_Gabbert
Photo © credits: iStock/James_Gabbert

Lo scrittore

Natacha Costa

Natacha Costa

Ciao, vi racconterò del sud della Francia, le Azzorre, l'Islanda, tra gli altri luoghi, qui su itinari. Viaggiare mi ha insegnato più di ogni altra scuola e sono entusiasta di condividere questa mia passione con voi!

Altre storie di viaggio