Siatista e le sue dimore tradizionali del XVIII secolo (archontika)

5 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Da quando ho già presentato la mia città natale, Kozani, ho deciso di andare un po' più in profondità e lasciarvi esplorare con me alcune delle gemme nascoste della mia zona. Sono abbastanza sicuro che non avete affatto familiarità con il posto che sto per presentare, quindi sì, continuate a leggere. Uno dei luoghi più pittoreschi che si possono incontrare in Grecia mentre si viaggia in Macedonia occidentale è Siatista ... E ora vi state chiedendo ... Dove è Siatista ed è un luogo da visitare mentre in Grecia? Eccomi qui, esploriamo Siatista!

(*Per essere chiari ed evitare malintesi - usando il termine Macedonia, mi riferisco alla regione geografica della Grecia nei Balcani meridionali - non alla Repubblica di Macedonia!

Welcome to Siatista!

Siatista and its 18th century charm
Siatista and its 18th century charm
Siatista 503 00, Greece

Posizione; Una delle città più tradizionali della prefettura di Kozani! Siatista si trova nella parte occidentale della prefettura, a 30 chilometri a sud-ovest della città di Kozani. Siatista si trova sulle pendici del Monte Siniatsiko a 920 metri di altitudine. Dal XVII al XIX secolo Siatista conobbe una prosperità che è chiaramente riconoscibile dai palazzi che si trovano ovunque. Si compone di due grandi quartieri "Gerania e Hora".

Gli stretti sentieri danno l'impressione di essere stati intrappolati in un luogo isolato circondato da montagne nude.

Muoversi: L'unità da Salonicco è di circa 145 chilometri (1-1/2-2 ore) in auto sulla strada Egnatia Odos. Ci sono pedaggi e gallerie lungo il percorso, in modo da avere cambiare pronto ed essere pronti a rimuovere gli occhiali da sole frequentemente insieme con il modo.

Fatti storici;

No. 1 - Siatista fu costruita all'inizio del XV secolo dai residenti vicini, che cercarono un riparo per tenerli al sicuro dalle incursioni degli Otomani. Persone provenienti da Moschopoli, Tessaglia, Souli, Moria e altri luoghi si unirono a loro durante i secoli.

No. 2 - Si dice che il nome Siatistas derivi dallo slavo "setsiam" (=disaggregazione) e dal suffisso - ista (=un posto diviso). Questa versione potrebbe descrivere la divisione di Siatista in due quartieri, "Gerania" e "Chora", che ora sono uniti.

No. 3 - Siatista si arricchì molto durante i secoli 17ο, 18ο e 19ο a causa della restituzione di moneta forte da parte degli immigrati, alla produzione di vino e raki che erano prodotti famosi, alla produzione tessile, calzaturiera e pellicceria. Siatista aveva rapporti commerciali con Russia, Budapest, Vienna e Venezia.

No. 4 - La crescita economica ha favorito anche lo sviluppo dell'arte e della cultura. Le più imponenti Case di campagna sono state costruite in quel periodo, indicando la ricchezza della città, l'estetica della gente e le capacità degli artigiani e dei costruttori.

Pelliccia & Uva & Vino!

La storia di Siatista come centro commerciale di pellicce è molto lunga. Indipendentemente dal disprezzo occidentale contemporaneo per la pelliccia, i titolari di aziende locali hanno contribuito generosamente alla costruzione di scuole, biblioteche, musei e altre strutture comunali. Mentre la produzione di pellicce e pellami rimane una parte importante dell'economia di Siatista, un'altra industria vinicola di lunga data sta crescendo rapidamente. Con la sua elevata altitudine (circa 3.000 piedi sul livello del mare), il terreno di Siatista ne fa un luogo ideale per la coltivazione dell'uva.

Suggerimento per gli amanti del vino!

Fermatevi alla Cantina Dio Fili (che in inglese significa due amici). L'obiettivo primario della loro azienda è il rilancio qualitativo della storica cantina di Siatista con la creazione di una moderna cantina visitabile e di piccola capienza con un'architettura che rimanda al palazzo Siatistino. Seguendo le tracce della lunga tradizione del territorio unita a moderne tecniche e idee enologiche, ha iniziato la sua attività nel 2007 con il primo tentativo di vinificazione. Dio Fili è aperto al pubblico e costituisce una parte fondamentale delle "strade del vino". Degustazioni e visite guidate sono disponibili su appuntamento. Una delle esportazioni più popolari della cantina verso gli Stati Uniti è la Rose Xinomavro, che posso testimoniare è sensazionale.

Le dimore del XVIII secolo; Architettura eccezionale, libri, mobili e dipinti che vi riporteranno indietro nel tempo!

Nel XVIII e XIX secolo Siatista conobbe un'enorme prosperità economica grazie ai commerci con l'Europa occidentale. Questo contatto con la cultura europea ha portato allo sviluppo intellettuale e sociale degli abitanti di Siatista, nonché allo sviluppo delle arti e soprattutto dell'architettura, che si riflette sui palazzi di Siatista e delle chiese post-bizantine. I palazzi di Siatista sono esempi di architettura del XVIII secolo e sono stati costruiti da artigiani dell'Epiro e della Macedonia. Si tratta di case a due piani con cortili circondati da mura inespugnabili con merlature.

All'interno sono ampie e riccamente decorate con vetrate veneziane, vetrate, soffitti in legno intagliato, iscrizioni intagliate e bellissimi affreschi. Nelle chiese di Siatista si può ammirare l'eccellente lavorazione del legno della loro iconostasi e i dipinti di grandi rappresentanti della scuola cretese!

Il 15 agosto festeggiamenti di massa!

La mattina del 15 agosto, giorno dell'Assunzione di Maria, gli abitanti di Siatista sfilano con i loro cavalli fino a una cappella che attraversa la Via Egnatia per raggiungere una cappella più piccola. Dopo le funzioni religiose sfilano di nuovo con un'Icona della Panagia. Segue una festa cittadina per le strade, dove gli uomini danzano a dorso di cavallo e il vino locale scorre liberamente. La tradizione è stata condotta per più di 300 anni.

Per la migliore esperienza, programmate la vostra visita per la fine di aprile a ottobre, quando le temperature sono generalmente miti. Alla fine di aprile offre fiori primaverili e l'odore di lillà selvatico permea l'aria.

Luoghi extra da visitare intorno;

Buon divertimento!


Lo scrittore

Chrisa Lepida

Chrisa Lepida

Mi chiamo Chrisa e vengo dalla Grecia. Come amante della natura, appassionato di sport invernali e ossessionato da Erasmus, scrivo sempre su questi argomenti.

Altre storie di viaggio