La pasticceria francese, un assaggio è d'obbligo!

4 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

La gastronomia è lo studio del rapporto tra cibo e cultura, l'arte di preparare e servire cibo dal sapore deciso o delicato e appetitoso, tra lo stile di cucina regionale e la scienza del buon mangiare.

Entrato a far parte del patrimonio mondiale dell'UNESCO, il momento del pasto del popolo francese è un'usanza sociale che celebra i momenti più importanti della vita del singolo e della comunità. Come le nascite, i matrimoni, i successi e gli incontri. Il pasto è una festa per i commensali, felici di praticare l'arte del "Bien manger" e del "Bien boire". Il pasto gastronomico sottolinea il fatto di stare bene insieme, il piacere del gusto, l'armonia tra l'essere umano e i prodotti della natura.

In questa storia vi racconterò dei posti migliori in cui trovare alcune specialità francesi, concentrandomi sui dolci.

Il miglior gelato di Parigi: Berthillon

1954, tutto inizia nel cuore di Parigi. Raymond Berthillon, che ha appena compiuto 30 anni, festeggia con la suocera e la moglie. Da sempre alla ricerca di nuove esperienze, immaginava di rimettere in servizio la sua turbina di ghiaccio, che aveva acquistato qualche anno prima. Inizia quindi a preparare il suo gelato con prodotti di alta qualità: latte intero, uova, panna fresca che compra all’alba al mercato del Baltard Pavilion. Riscopre il sorbetto, un prodotto di origine orientale: Sharbet des Sultans, senza crema, pura frutta e zucchero.

Oggi è ancora un'azienda di famiglia e sua nipote è la responsabile del locale. Ricordo quando andai lì con mia nonna la quale mi diceva che un tempo lui era l'unico gelatiere di Parigi. Ancora oggi è molto famoso in tutta Parigi e i clienti aspettano ore solo per avere il suo gelato.

Dove mangiare crêpes a Parigi

Prima di tutto è necessario sapere che una crêpe non ha niente a che vedere con le frittelle, non sono per niente la stessa cosa. La crêpe proviene dal nord della Francia; la Bretagna. Nasce come cibo salato, chiamata Galette Sarrasin, ma oggi la maggior parte delle persone mangiano solo crêpe dolci. Se volete mangiare "Galettes" e "crêpes" dovete andare in una strada chiamata Rue Odessa e nelle immediate vicinanze di Rue Montparnasse. Una volta arrivati non potrete non vedere le diverse "Crêperie". Se fossi in voi assaggerei prima una crêpe salata e poi una dolce, in modo da provarle entrambe. Non dimenticate di bere anche del sidro, bevanda a base di mela.

Per me la miglior crêperie della zona è La Crêperie de Josselin. Un posto davvero piccolo dove si può mangiare la tradizionale Galette/Crêpe. Vedrete che la regione da cui proviene la crêpe è nota anche per il suo burro salato. È delizioso, per dessert consiglio una "crêpe beurre soucré" semplicemente con burro e zucchero.

Dessert la Tarte au Citron

La Tarte au citron (Torta al limone) è un dolce ripieno di crema al limone. Il limone inteso come frutto in sé non è presente. La crema è preparata con uova, zucchero, succo e scorza di limone. È proprio la crema al limone, nota anche come lemon curd, che conferisce alla torta il suo sapore. La torta al limone è spesso completata da una meringa che diventa una torta al limone con meringa. Questa torta è un classico della cucina francese, con o senza meringa. A partire dal XXI secolo, viene preparata sia in casa che da pasticceri professionisti. Viene servita in ristoranti e venduta in panetterie, pasticcerie e supermercati. La tarte au citron venne servita al re all'inizio del XIX secolo. Era un simbolo di ricchezza e nobiltà.

La tarte au citron la potete trovare in qualsiasi panificio o addirittura al supermercato. Ovviamente è meglio acquistarla da un vero pasticcere. Anche se questa torta sembra davvero facile da preparare, il vero segreto è quello di saper dosare la giusta quantità di zucchero e limone, per ottenere il suo caratteristico gusto. Una delle migliori pasticcerie di Parigi è Claire Damon.

Una torta può ricordare una storia, una storia d'amore, una passeggiata nella natura, un colpo di fulmine, un bellissimo albero. Una torta viene costantemente rielaborata. Dovete pensare sempre ad essere di volta in volta più spontanei "perché la natura è perfetta così com’è - ha detto Claire - tutto ciò che viene aggiunto dopo è troppo". Poco zucchero, poca farina, poco o nessun uovo, le torte di Claire sono basate su equilibri da lui creati e dalla padronanza tecnica, fanno parte della sua ricerca dell'essenziale.

Le Paris Brest

È una pasticceria di Maisons-Laffitte, dello chef Louis Durand, che nel 1910 preparò questa torta a forma di ruota di bicicletta su richiesta di Pierre Giffard. La forma della Paris-Brest dovreva rappresentare una ruota in riferimento alla gara ciclistica (da Parigi a Brest e ritorno). Alcuni pasticceri perpetuano la tradizione del grande giro Paris-Brest, preparando come in origine il raggio di bici con la pasta del pane. Possono anche raggiungere dimensioni di 30-50 centimetri di diametro.

Paris-Brest è il mio dolce francese preferito, è fatto con pasta Choux (proprio come i soffici bignè), ma in mezzo c'è la crema mousseline e ci sono le mandorle. Si tratta di un dolce piuttosto semplice, ma si può facilmente trovare la differenza tra uno buono ed uno ottimo. Quello che mi piace di questo dolce è che ogni Chef può provare a farne uno con una forma diversa, aggiungendo talvolta alcuni ingredienti segreti. E alla fine non si possono mai trovare due Paris-Brest identici. Bisogna continuare a provarli tutti!

Quindi non posso dirvi dove andare a mangiare un ottimo Paris-Brest perché il mio preferito non è detto che sia anche il vostro; tuttavia esiste un posto dove potrete assaggiare “il migliore Paris-Brest di Parigi". È “La patisserie des rêves” letteralmente la pasticceria dei sogni. Lo chef di questo luogo piace molto ai bambini perché crea delle paste molto originali per loro; il momento in cui si mangia un dolce è il momento della vita in cui si può mangiare senza avere gravi conseguenze.

Votato come miglior Paris-Brest di Parigi, questo dolce rivisitato da Philippe Conticini, rappresenta un giusto equilibrio tra intensità e leggerezza. Prima di tutto parliamo della pasta, un’ottima pasta sfoglia che conferisce un sapore e una consistenza unici al dessert. Poi c’è la crema mousseline estremamente abbondante con il cuore fondente che riempie la bocca con il suo sapore intenso.


Città interessanti legate a questa storia


Lo scrittore

Gaspard Gros

Gaspard Gros

Ciao sono Gaspard Gros, uno studente francese di Chaville. Ho studiato management e marketing per 3 anni. Ho viaggiato in molti posti. Amo la gastronomia (francese), lo sci, le escursioni. Seguimi su itinari per saperne di più su Parigi e le città che la circondano.

Altre storie di viaggio