Il cerchio d'oro dell'Islanda

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Alcuni posti in Islanda sono da non perdere e c'è un motivo per cui. Anche se il Golden Circle è occupato tutto l'anno, non perdetevela. Ma cos'è questo "Cerchio d'oro" che potreste chiedere. Per coloro che non ne hanno ancora sentito parlare, la risposta breve è che si tratta di un percorso comune tra tre attrazioni naturali mozzafiato in Islanda: il Parco Nazionale di Thingvellir (Þingvellir), l'area geotermica di Geysir e la cascata di Gullfoss. Invece di andare e tornare avanti e indietro, i viaggiatori di solito fanno un cerchio, che è poco meno di 230 km in totale e visitare i tre. Si può fare in un solo giorno e dista circa 100 km da Reykjavik.

photo: Thorsten Henn
photo: Thorsten Henn

Anche se ci sono molte fermate interessanti, queste sono le tre più famose.

Thingvellir - il primo parco nazionale d'Islanda

Di solito, la prima tappa del Golden Circle è il parco nazionale Thingvellir (Þingvellir), sede dell'antico parlamento del Commonwealth vichingo. Oltre ad essere un hotspot geologico (è il punto di incontro tra le due placche tettoniche) è anche il più importante sito storico dell'Islanda. Thingvellir ha giocato un ruolo centrale nella lotta per l'indipendenza islandese. Proprio qui gli islandesi hanno dichiarato l'indipendenza dalla Danimarca e hanno accettato di adottare il cristianesimo. Per tutto questo, Thingvellir è considerato il luogo di nascita della nazione e il suo luogo più "santo". Nel 2004 è stato dichiarato patrimonio mondiale dell'Unesco, descritto come un luogo con "profonde associazioni storiche e simboliche per il popolo islandese". Oltre a tutta l'importanza storica, Thingvellir è uno dei pochi luoghi al mondo dove si può camminare lungo la fessura tra la placca tettonica nordamericana ed eurasiatica. Se non ti dispiace l'acqua fredda, puoi anche fare un'immersione tra di loro.

photo: chert61
photo: chert61
photo: Lindsay Lou
photo: Lindsay Lou
Thingvellir (Þingvellir) National Park
Thingvellir (Þingvellir) National Park
Islande

Geysir Hot Spring Area & Strokkur

La seconda tappa lungo il Golden Circle, e probabilmente la più divertente, è l'attiva Geysir Hot Spring Area. Camminerete intorno a molte fosse di fango bollente, alcune delle quali sembrano pentole di streghe, sarete schizzati da geyser che esplodono e forse rimarrete senza parole (o addirittura urlare) quando vedrete il vivace Strokkur che ogni pochi minuti vomita nell'aria 30 metri d'acqua a intervalli di pochi minuti. Il nuovo Geysir Center, aperto di recente, offre mostre e presentazioni informative tutto l'anno. L'ingresso è gratuito, c'è un bar, servizi igienici e un parcheggio. Non è facile lasciare questo posto, perché le "eruzioni" sono ogni volta diverse e le persone finiscono per aspettare "solo un'altra volta" per ore. La cosa migliore della zona termale di Geysir è che si può davvero vedere tutto il processo da vicino o salire su una collina vicina e vederlo dall'alto.

Geysir geothermal area
Geysir geothermal area
Geysir, Iceland
Strokkur geyser
Strokkur geyser
Geysir, Hafnartún, Selfoss, Iceland
photo: Andrew_Mayovskyy
photo: Andrew_Mayovskyy

Le imponenti cascate di Gullfoss

A soli 10 minuti dal Geysir si trova il potente complesso di cascate di Gullfoss. Avevo già visto molte foto di esso prima, ma mi ha comunque stupito. Le guide e le immagini non rendono giustizia alle incredibili forze della natura che qui giocano. Innanzitutto perché è impossibile inserirla in un'unica immagine e, in secondo luogo, mancherà sempre il rumore assordante e l'immensa forza con cui l'acqua precipita verso il basso. Ci sono passerelle intorno alla cascata, in modo da poterla vedere da diverse angolazioni. Molto probabilmente ci vedrete anche degli arcobaleni intorno.

Gullfoss
Gullfoss
Gullfoss, Islande
photo: kavram
photo: kavram

Sulla via del ritorno.....

Nessun viaggio in Islanda è completo senza andare a inseguire l'aurora boreale - l'aurora boreale. Se non volete perderla, assicuratevi di visitare l'Islanda tra la metà di settembre e aprile. Sulla via del ritorno dal Golden Circle tour trova una macchia scura lungo la strada e spera che il cielo inizi il suo spettacolo.

photo: SasinParaksa
photo: SasinParaksa

Lo scrittore

Natacha Costa

Natacha Costa

Ciao, vi racconterò del sud della Francia, le Azzorre, l'Islanda, tra gli altri luoghi, qui su itinari. Viaggiare mi ha insegnato più di ogni altra scuola e sono entusiasta di condividere questa mia passione con voi!

Altre storie di viaggio