Reykjavik in 48 ore - Itinerario culturale

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Un viaggio in Islanda di solito inizia e finisce a Reykjavik, una capitale come nessun'altra. È la capitale più settentrionale del mondo, con una latitudine appena sotto il Circolo Polare Artico e una delle capitali più piccole d'Europa. Qui non ci sono grattacieli, i bar sono aperti fino alle 3 del mattino e oltre, molti dei suoi abitanti credono che gli elfi vivono in tutta l'Islanda, ci sono musei strani, come quelli dei misteri islandesi, musica punk e persino - peni. Per visitare questa piccola capitale bastano 48 ore. Ecco la mia proposta di un itinerario culturale a Reykjavik.

Immagine © Crediti a Vlad_Alex

Dopo uno shock iniziale perché Reykjavik non è come vi aspettavate, iniziate con l'apprendimento delle nozioni di base sulla storia unica di quest'isola rocciosa nel museo della Saga. E' un piccolo e un po' antiquato museo che ricrea momenti chiave della storia islandese che hanno determinato il destino degli islandesi, ma che vale la pena visitare, soprattutto con l'audioguida. Il tour segue personaggi in cera molto artistici e offre una visione avvincente di come gli islandesi hanno vissuto per più di un millennio. Capirete perché l'Islanda è chiamata la terra del fuoco e del ghiaccio, e alla fine, per una foto fresca, si può vestire un costume vichingo e mettersi in posa!

Sögusafnið / Saga Museum
Sögusafnið / Saga Museum
Grandagarður 2, 101 Reykjavík, Iceland

Una volta che avete finito con la storia antica dell'Islanda, solo un chilometro vi separa da un luogo di intrattenimento totalmente futurista. L'Harpa è una delle sale da concerto più moderne d'Europa, un vero gioiello architettonico incastonato sul porto. L'edificio doveva essere il World Trade Center di Reykjavík, ma l'idea è stata abbandonata nel 2008, quando la crisi finanziaria ha preso piede. A quel tempo, il governo ha deciso di finanziare interamente il resto dei costi di costruzione, ma di costruire una sala da concerto invece di un centro commerciale. Cinque anni dopo, Harpa riceve un prestigioso premio, il Premio dell'Unione Europea per l'Architettura Contemporanea. Nell'annuncio si legge:

La struttura cristallina di Harpa è stata ispirata dai paesaggi e dalle tradizioni islandesi. Il suo design drammatico cattura e riflette la luce della città, dell'oceano e del cielo con un effetto emozionante.

Immagine © Crediti a pigprox

Immagine © Crediti a Olga_Gavrilova

Harpa
Harpa
Austurbakki 2, 101 Reykjavík, Islande

Un'altra attrazione obbligatoria (anche se non vi interessa la religione) è Hallgrímskirkirkja, una chiesa luterana a forma di razzo - uno dei simboli più noti della città. In piedi a 74,5 metri di altezza, la chiesa può essere vista da qualsiasi punto di Reykjavik, e anche, Reykjavik intero può essere osservato dalla cima di esso. Molti visitatori provenienti da paesi cattolici o ortodossi, dove le chiese sono piene di decorazioni placcate in oro, commentano che questa chiesa sembra incompiuta. È vero che la chiesa è molto semplice, con pochi ornamenti, e le sue pareti sono in cemento grezzo. Guðjón Samúelsson, che ha progettato Hallgrímskirkirkja, era sotto la forte influenza del Modernismo scandinavo, noto come Funzionalismo, ma oltre a trovare ispirazione in forme e forme naturali, chiamandolo "architettura islandese", uno stile che è in armonia con il paesaggio islandese. Per questo motivo le ali e il campanile di Hallgrímskirkirkja ricordano le scogliere di colonne di basalto.

Immagine © Crediti a surangaw

Hallgrímskirkja Church
Hallgrímskirkja Church
Hallgrímstorg 101, 101 Reykjavík, Islande

Una volta arrivati davanti alla chiesa, è impossibile perdersi una bella statua di Leifur Eiríksson. Pronto per una sorpresa? I dati suggeriscono che non Cristoforo Colombo, ma Eiriksson, è stato il primo europeo a scoprire l'America. Sembra che Leifur sia arrivata sulle coste del nuovo mondo nell'anno 1000 d.C., quindi 500 anni prima di Colombo. Oh beh, l'Islanda è piena di sorprese, e questa è solo una di queste.


Città interessanti legate a questa storia


Lo scrittore

Natacha Costa

Natacha Costa

Ciao, vi racconterò del sud della Francia, le Azzorre, l'Islanda, tra gli altri luoghi, qui su itinari. Viaggiare mi ha insegnato più di ogni altra scuola e sono entusiasta di condividere questa mia passione con voi!

Altre storie di viaggio