Cover photo  © Credits to Travel to Serbia / Twitter
Cover photo  © Credits to Travel to Serbia / Twitter

Affresco dell'Angelo Bianco Serbo che ha viaggiato oltre il nostro pianeta

3 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

L'Angelo bianco affrescato è una delle opere d'arte più famose della Serbia, che risiede come decorazione permanente del monastero di Mileseva, nella parte sud-occidentale del paese. E' considerata una delle migliori rappresentazioni dell'arte religiosa medievale europea e, con la sua storia, è diventata un simbolo internazionale di speranza e pace. Non c'è da stupirsi che l'affresco dell'Angelo Bianco abbia viaggiato oltre la Serbia, oltre il nostro continente e persino oltre il nostro pianeta.

The figure of White Angel © Credits to Meister von Mileseva
The figure of White Angel © Credits to Meister von Mileseva

La storia di fondo

L'affresco è solo un frammento di una composizione più ampia chiamata Mironosnice na Hristovom grobu (Portatori di mirra sulla tomba di Cristo) nel monastero di Mileseva, divenuto famoso per il suo capolavoro di arte religiosa. L'affresco fu dipinto originariamente nel XIII secolo, ma fu nascosto sotto un altro affresco dipinto nel XVI secolo. L'Angelo Bianco è rimasto inedito fino al XX secolo, durante il restauro del monastero, quando il dipinto superiore è stato abbattuto, e ha attirato ancora una volta la gente con la sua luminosità e la sua bellezza.

Mileseva Monastery, Prijepolje
Mileseva Monastery, Prijepolje
Mileševo, Serbia

L'affresco è conosciuto in tutto il mondo come un capolavoro dell'arte religiosa medievale in Europa. L'esperto ha elogiato la tecnica in cui è stato fatto, ma anche il suo nobile messaggio e simbolismo. Gabriele l'Arcangelo seduto sulla roccia che mostra la tomba vuota di Cristo ai portatori di Mirra, a simboleggiare la sua miracolosa risurrezione e la sua vita postuma. La figura centrale dell'Arcangelo, o Angelo Bianco, con un bagliore calmante, risplende di tranquillità e simboleggia la pace e la speranza, principi fondamentali del cristianesimo.

Myrrh-bearers on Christ’s Grave © Credits to Levan Ramishvili
Myrrh-bearers on Christ’s Grave © Credits to Levan Ramishvili

Chi l'ha dipinto?

Il pittore di questa importante opera d'arte che decora le pareti di un modesto monastero serbo alle pendici del monte Zlatar rimane ancora oggi sconosciuto. Il valore inestimabile per la storia dell'arte mondiale, le fonti suggeriscono che potrebbe essere stato dipinto da pittori greci che hanno studiato arte a Nikaia e Costantinopoli nel XIII secolo.

Zlatar Mountain
Zlatar Mountain

Collegare l'Europa e l'America

Alla sua riscoperta nel XX secolo, l'affresco è stato ampiamente riconosciuto in tutto il mondo come simbolo internazionale di pace e speranza. Durante le scoperte di un segnale televisivo satellitare nel 1962, le nazioni d'Europa decisero di esprimere saluti e inviare un segnale satellitare in Nord America lodando la pace, la speranza e il sostegno. E' stato il primo segnale satellitare registrato nella storia tra i due continenti. Il segnale conteneva l'immagine dell'affresco dell'Angelo Bianco, e questa era solo la prima tappa dei suoi lunghi viaggi.

Illustration of satellite being sent to space © Credits to NASA Ames
Illustration of satellite being sent to space © Credits to NASA Ames

Come ha fatto l'Angelo Bianco ad essere mandato nello spazio?

In seguito, l'affresco dell'Angelo Bianco è stato scelto ancora una volta per il messaggio che porta con sé da inviare nello spazio nella speranza di stabilire la comunicazione con gli alieni. Un simbolo di pace e di speranza per rappresentare l'umanità - è qualcosa da amare e di cui essere orgogliosi. Nel giro di anni, è stato inviato più volte nello spazio, ma non è stata ancora registrata alcuna risposta.

Che qualcuno sia religioso o meno, è una cosa totalmente individuale, ma come esseri umani, il concetto di pace e di speranza viene naturalmente a noi. Se vi trovate nella Serbia occidentale, vi incoraggio a visitare il Monastero di Mileseva e ad avere qualche minuto con l'affresco dell'Angelo Bianco, indipendentemente dalle vostre scelte religiose. È troppo prezioso per mancare, e chissà, forse il suo messaggio di speranza viaggia finalmente e raggiunge gli altri esseri, da qualche parte al di fuori del nostro pianeta.


Lo scrittore

Milena Mihajlovic

Milena Mihajlovic

Io sono Milena e mi piace viaggiare, fare escursioni e tutto ciò che riguarda il caffè. Attraverso le mie storie, voglio ispirarvi a considerare la Serbia, il mio caro paese natale, per il vostro prossimo viaggio.

Altre storie di viaggio