Cover picture © Credits to sam74100
Cover picture © Credits to sam74100

Passeggiata lungo il fiume Arve

2 minuti di lettura

Questa storia di viaggio è tradotta con l'aiuto della tecnologia.

Questo testo è stato tradotto in Italiano dalla lingua originale English.

Dai ghiacciai alpini francesi del massiccio del Monte Bianco, sorgenti d'acqua fresca e limpida creano il torrente Arve. Altri torrenti provenienti dalle alte montagne circostanti cadono sistematicamente nell'Arve; attraverso la valle, l'Arve si trasforma gradualmente in un fiume che lascia la Francia, attraversa il confine svizzero e sfocia nel cantone di Ginevra. Il lago di Ginevra, che offre ai visitatori una splendida vista, con il suo bellissimo ambiente e città affascinanti, come Montreux, Nyon e Yvoire, si trova proprio accanto all'hotel.

Picture © Credits to Marie-Madeleine & Giuseppe
Picture © Credits to Marie-Madeleine & Giuseppe

Lontano dall'essere calmo, il fiume Arve è un fiume freddo (le sue acque raramente superano i 14°C) e tumultuoso. La sua energica natura alpina è ben conservata anche in tutta la città di Ginevra! Il suo carattere frizzante è davvero grande per gli amanti degli sport acquatici, come il kayak e il rafting.

Oltre allo sport, si può anche godere dei bellissimi paesaggi che il fiume Arve ha da offrire passeggiando lungo le sue sponde. Nel Cantone di Ginevra c'è un bel sentiero che costeggia il fiume. La passeggiata inizia nei pressi del vicino confine francese e attraversa boschi, campi e vigneti. La zona è ricca di fauna selvatica. Ci sono diversi uccelli come anatre, cigni e aironi, e altri piccoli animali come rane e rospi. Il fiume, ricco di pesci di ogni tipo, è anche un paradiso per i pescatori. Con un po 'di fortuna, si può intravedere un castoro che nuota intorno alla sua capanna. Una piccola isola appena fuori Ginevra, a Carouge, è affidata alla loro protezione.

Picture © Credits to Marie-Madeleine & Giuseppe
Picture © Credits to Marie-Madeleine & Giuseppe

Camminando sempre più vicino a Ginevra, i primi paesaggi naturali si trasformano gradualmente in quartieri urbanizzati, che non mancano ancora di fascino. Il sentiero porta al centro sportivo "Bout-du-Monde", che si traduce nella "Fine del mondo". Non è certamente la fine del mondo come suggerisce il nome, ma è almeno l'area urbanizzata più remota dell'est del cantone di Ginevra.

Picture © Credits to Marie-Madeleine & Giuseppe
Picture © Credits to Marie-Madeleine & Giuseppe
Picture © Credits to Marie-Madeleine & Giuseppe
Picture © Credits to Marie-Madeleine & Giuseppe

A Ginevra, si può camminare su entrambi i lati dell'Arve. Il percorso si trasforma in un sentiero che attraversa diversi quartieri della città di Ginevra: Carouge, Acacias, Les Vernets e La Gravière sulla riva sud dell'Arve. I distretti di Augustins, Plainpalais, Du-Bois-Melly e Ansermet di fronte. Fino all'incrocio (Jonction).

Picture © Credits to benkrut
Picture © Credits to benkrut

L'incrocio è un luogo da vedere se siete nei dintorni di Ginevra. Qui l'Arve e le sue acque sedimentarie (grigio/marrone) si uniscono alle acque cristalline del Rodano, che proviene direttamente dal vicino Lago Lemano. Lo scenario di acque blu e grigio/marrone che si fondono insieme è semplicemente eccezionale. Un grande completamento di questa piacevole e degna escursione lungo l'Arve.


Città interessanti legate a questa storia


Lo scrittore

Marie-Madeleine & Giuseppe Renauld

Marie-Madeleine & Giuseppe Renauld

Marie-Madeleine e Giuseppe sono una coppia che vive a Ginevra, Svizzera. Sono entrambi appassionati di viaggi, storia, culture e cucina tradizionale. Condividono storie su Bruxelles e il sud del Belgio, così come la valle italiana del Monte Bianco e dintorni.

Altre storie di viaggio